in , ,

Le diverse sfumature dell’amore nei manga josei ♡

Una ragazza passa la sua infanzia con i kodomo e l’adolescenza leggendo shōjo. Una volta adulta sicuramente cercherà qualcosa che abbia uno sguardo più maturo sulla vita e sul mondo.

Nel vasto panorama dei manga non può certo mancare un genere per lei.

I manga josei (“donna”) sono infatti pensati per un pubblico femminile che ha superato la maggiore età.

Più serio e pacato dello shojo e dello shonen, il manga josei tratta relazioni meno idealizzate con linguaggio e rappresentazioni più espliciti. Le trame sono più verosimili, sia nella scelta degli argomenti trattati che nello sviluppo delle vicende.

In genere il batticuore del primo amore lascia il posto a storie più complesse con tradimenti, relazioni finite o difficoltose. L’ambiente tipo non è più la scuola superiore, ma il posto di lavoro come la redazione giornalistica in Tokyo Style o la stanza di una mangaka come in Spicy Pink. I sentimenti non sono più assoluti e sconvolgenti, ma pacati e smorzati dall’esperienza e dalla necessità di confrontarsi con i problemi e le esigenze della vita adulta.

Manga josei Tokyo Style
Tokyo Style

L’eroina di un manga josei è spesso una studentessa universitaria o già lavora. Di solito ha una carriera più che soddisfacente portata avanti però a discapito della vita sentimentale. Spesso è invischiata in una storia d’amore problematica o è single da molto tempo e ha perso la fiducia negli uomini.

I sottogeneri più comuni

Il manga josei prende in considerazione diverse ambientazioni e temi importanti che si snodano tra problematiche sociali e relazioni interpersonali.

Alcuni dei sottogeneri più comuni vanno dall’horror (Petshop of Horrors) alla fantascienza (7 Seeds, Di(e)ce), dallo spokon al musicale.

Molti manga josei di quelli più recenti hanno soprattutto la musica pop e gli idol come protagonisti, la musica di un certo spessore (classica e jazz) ma soprattutto gruppi o band.

Nana e i Black Stones
Nana e i Black Stones

A volte presentano nella trama elementi soprannaturali, come in Midnight Secretary, dove la protagonista, pur rispecchiando la donna adulta che lavora, è la segretaria di un vampiro. 

I manga josei hanno avuto un grande successo di pubblico soprattutto grazie a Paradise Kiss e il famosissimo Nana.

Paradise Kiss

Uno dei maggiori successi dell’amatissima Ai “Nana” Yazawa, che mescola in modo assolutamente perfetto il mondo della moda con la commedia romantica, è Paradise Kiss. Scritto in un modo più adulto rispetto agli standard dei manga josei del periodo in cui è uscito, è apparso per la prima volta serializzato sulla rivista giapponese di moda Zipper (citato spesso all’interno del manga) del 1999 al 2003. Il manga nasce come spin-off dell’amatissimo “I Cortili del Cuore”, famosa opera della stessa autrice da cui è stato tratto un anime di successo trasmesso anche in Italia.

La Planet Manga ha deciso di celebrare i venti anni dalla prima pubblicazione ristampando in un unico e corposo albo tutti e cinque i volumi della serie, sostituendo l’edizione deluxe uscita nel lontano 2008, ormai fuori catalogo.

L’edizione Complete 20th Anniversary Edition si presenta con una copertina gialla su cui risalta il titolo in bianco e gli splendidi disegni dell’autrice.

Manga josei Paradise Kiss Complete 20th Anniversary Edition
Complete 20th Anniversary Edition
Picture © Elena Paoletta

Nel 2005 Paradise Kiss è diventato un anime e nel 2011 ne è stato tratto un film live action con lo stesso titolo.

Storia e personaggi

Yukari Hayasaka vuole diventare la migliore studentessa della prestigiosa Scuola Superiore Sakai per non deludere le aspettative di sua madre. Oltre ad essere una ragazza intelligente ha un fisico slanciato, è alta e molto bella. Per questo attira l’attenzione di un gruppo di studenti di moda della scuola privata Yazawa che cercano una modella per la loro sfilata. Yukari accetta l’offerta pur sospettando di quel mondo a lei sconosciuto.

Conoscerà l’appariscente Arashi, aspirante rockstar dallo stile punk e figlio di due dei personaggi di Cortili del cuore, nonché il bellissimo e aggraziato transgender di nome Isabella e la bellissima bambolina dai capelli rosa Miwako (sorella della protagonista di Cortili del cuore). Il più bizzarro fra i personaggi è però sicuramente Joji, il talentuoso quanto ambiguo stilista dell’atelier, apparentemente interessato a Yukari.

Manga josei Paradise Kiss Joji & Yukari
Joji & Yukari

Il suo rapporto con il gruppo dell’atelier Parakiss (abbreviazione di Paradise Kiss) vedrà il contrasto tra due mentalità diametralmente opposte ma che porrà la giovane davanti a fondamentali domande sul suo futuro e su ciò che vuole veramente dalla vita. Yukari cambierà la propria visione del mondo e finirà per maturare emotivamente completando il suo percorso di crescita nella piena consapevolezza di se stessa.

Il significato

Una ragazza che inizia a prendere in mano la sua vita, scopre la bellezza di avere un sogno e lo insegue. Un viaggio che simboleggia il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, passando per il pericoloso gioco dell’amore. L’immagine di Yukari davanti al fascino di Joji rispecchia la volontà di vivere la vita seguendo i propri desideri e le proprie passioni.

La vera protagonista del manga resta la moda. Dal punk allo sweet lolita, dal vittoriano a quello dandy, ogni personaggio ha il suo stile che lo caratterizza in maniera realistica e coinvolgente.

Yukari

➡️ Ti potrebbe interessare: Essere alla moda con lo stile Lolita

Oltre a quelli già citati, vi suggerisco alcuni titoli tra i miei manga josei preferiti.

Nodame Cantabile

È un manga josei creato da Tomoko Ninomiya da cui sono stati tratti un dorama, un anime, due film per il cinema e un videogioco.

Shinichi Chiaki viveva in Europa sognando di diventare un direttore d’orchestra, ma il divorzio dei genitori lo ha costretto a tornare in Giappone. Pur essendo un genio del pianoforte si ritrova senza più stimoli e sta per abbandonare il suo sogno quando incontra Megumi Noda. Lei è chiamata dagli amici “Nodame” e ha un talento per il pianoforte davvero straordinario.

Chiaki è preciso e meticoloso mentre Nodame è sciatta e disordinata. I due sono esattamente uno l’opposto dell’altro, ma instaurano un rapporto che aiuta entrambi a risollevarsi da un momento difficile. Uniti dalla passione per la musica grazie al loro incredibile talento, presto scopriranno che l’importante è trasmettere emozioni per portare avanti i loro sogni.

Manga josei Nodame Cantabile

Una storia ambientata nel mondo della musica classica che invoglia i giovani talenti a seguire la propria vocazione.

Ristorante Paradiso

Una storia scritta e disegnata da Natsume Ono, ambientata in Italia, tra Milano e Roma due città diverse anche per la cucina. Dal manga è stato tratto un anime televisivo trasmesso su FujiTV.

La ventunenne Nicoletta si trasferisce da Milano a Roma alla ricerca della madre Olga, che 15 anni prima l’abbandonò a casa della nonna per potersi risposare con Lorenzo, un ricco imprenditore di cui era follemente innamorata. I due hanno aperto un piccolo ristorante, la Casetta dell’Orso, dove lavorano unicamente ultracinquantenni eleganti, di bell’aspetto e con gli occhiali. Questo per esercitare un certo fascino sulle molte signore, clienti abituali del ristorante, alla ricerca dei veri gentiluomini.

Manga josei Ristorante Paradiso

Nella speranza di mettere la madre di fronte alle sue responsabilità e anche di far naufragare il suo matrimonio, Nicoletta si fa assumere come aiuto-cuoca. Anche se il lavoro le risulta pesante, è tuttavia alleggerito dalla magnifica atmosfera del ristorante e dalla compagnia dell’affascinante Claudio Paradiso. 

Caposala alla Casetta dell’Orso e divorziato da qualche anno, Claudio ha difficoltà a riallacciare rapporti con altre donne tanto che tiene ancora la fede al dito, usata per dissuadere l’approccio delle clienti. Messa da parte la vendetta Nicoletta si innamora di lui a prima vista.

Una trama semplice ma che ha proprio in questo la sua forza. Leggera e vivace è un inno alla vita e ai suoi piaceri tra gli scorci di una Roma riconoscibile negli sfondi, vista con gli occhi di una giapponese amante del nostro Paese e del cibo italiano.

Kuragehime

Kuragehime – la principessa delle meduse è un manga di Akiko Higashimura edito da Star Comics in 17 volumi. Dalla storia è stata tratta una breve serie animata di 11 episodi che copre però solo i primi 5 volumi.

Tsukimi Kurashita è una ragazza di 18 anni trasferitasi a Tokyo per realizzare il suo sogno di diventare un’illustratrice. Lei è poco curata nell’aspetto, ha scarse capacità di relazionarsi con la gente ed è terrorizzata dalle persone attraenti e alla moda, ma soprattutto adora le meduse.

Manga josei Tsukimi Kurashita
Tsukimi Kurashita

Tsukimi vive al dormitorio Amamizukan dove non sono ammessi uomini e dove tutte le sue inquiline (o come amano definirsi, le “Amars“, letteralmente “Suore”) sono delle fujoshi come lei. Una sera, nel tentativo di salvare una medusa in pericolo nell’acquario di un negozio di animali, viene soccorsa da una splendida ragazza vestita alla moda che l’aiuta ad acquistare la medusa.

La mattina successiva scoprirà che la sua nuova amica è in realtà un “lui”, che si chiama Kuranosuke Koibuchi, che ha la passione per il travestitismo ed è figlio illegittimo di un politico.
Kuranosuke inizierà a frequentare l’Amamizukan nonostante l’opposizione dei suoi inquilini perché interessato a Tsukimi e all’ambiente così diverso da quello a cui è abituato. La ragazza però dovrà fare attenzione a non far trasparire la vera identità del giovane per non subire gravi conseguenze.

Le Amars

Le “Amars” sono: Tsukimi una otaku delle meduse, Chieko amministratrice del pensionato, una otaku di bambole e kimono, Mayaya una fanatica dei Tre Regni, Banba un’appassionata di treni, Jiji una fujoshi con un debole per gli anziani.

Le Amars

Queste ragazze sono completamente negate per la moda, il loro abbigliamento non è curato e il loro aspetto fisico non è certo dei migliori. La loro vita viene sconvolta quando Kuranosuke, una “ragazza” alla moda, si intromette di forza nel loro gruppo, cercando di fare amicizia con loro e soprattutto di cambiarne il look.

Tutte loro lavorano come assistenti della sensei Mejiro, che è una disegnatrice di manga Yaoi piuttosto quotata. Mejiro è anche l’otaku più estrema di tutte, tanto che non si fa mai vedere neppure dalle sue collaboratrici e comunica solo per iscritto tramite messaggi su fogli di carta che poi passa sotto la porta.

Lo scopo delle Amars è quello di salvare il loro pensionato dalla speculazione edilizia. Questo può essere fatto soltanto comprando l’edificio in cui vivono quindi per raccogliere i soldi necessari decidono di fondare una casa di moda specializzata in abiti con design ispirato alle meduse.

➡️ Ti potrebbe interessare: Wotakoi – L’amore è complicato per gli Otaku

Riflessioni sull’opera

La storia unisce umorismo con temi scottanti attraverso la leggerezza e l’unicità che contraddistingue Tsukimi e le sue sorprendenti amiche e coinquiline.

L’autrice costruisce un manga esilarante con dialoghi intelligenti, acuti e pieni di sottintesi, riferimenti alla cultura moderna pop e alle fissazioni delle protagoniste.

Senza mai un momento di noia vengono mostrate scene al limite della demenzialità, momenti di ironia e di situazioni paradossali.

In tutto ciò la comicità si unisce perfettamente alla serietà, alle scene romantiche, alla crescita interiore e al coraggio di Kuranosuke, sempre pronto a spronare le ragazze a superare i propri limiti. Tutti i personaggi sono caratterizzati in modo dettagliato e mai banale.

I disegni sono perfettamente armonizzati con la storia, con uno stile rotondeggiante diverso dal classico giapponese. Da un lato richiamano i manga per ragazze degli anni ’70 e dall’altro sono accattivanti, moderni, essenziali e interessanti. 

Chihayafuru

Dal manga di Yuki Suetsugu è stata tratta una serie televisiva anime, mentre nei cinema nipponici è stata distribuita una trilogia di film live action. Esistono anche una web serie di 5 episodi e una light novel.

Leggere Chihayafuru vuol dire emozionarsi per un gioco di carte. La storia segue infatti le avventure di una ragazza nel mondo del karuta agonistico.

Il karuta è un gioco con le carte giapponesi composto da due diversi mazzi, quello delle carte da pescare e quello delle carte da leggere. Le carte che andranno pescate durante la partita vengono sparse sul terreno di gioco, mentre una persona, che non partecipa come giocatore, legge man mano le carte dell’altro mazzo. I giocatori devono trovare la carta giusta abbinata alla carta appena letta. Questa può essere la parte di una poesia oppure la carta con il carattere iniziale di un proverbio. Vince la carta il primo che la trova e la prende e, una volta finite le carte, vince il gioco chi ne ha di più.

Tutto inizia quando Chihaya incontra un talentuoso giocatore di carte, meglio conosciuto come Karuta. La vita e gli sforzi della ragazza sono sempre stati indirizzati verso la realizzazione dei sogni degli altri, in particolare della sorella che aspira a diventare una modella.

Affascinata dal gioco delle carte, Chihaya deciderà però di mettere tutto il suo impegno finalmente nella realizzazione di un suo sogno: diventare la migliore giocatrice di karuta del Giappone.

La caratteristica di questo josei-spokon è l’insegnamento a credere in se stessi e nella possibilità di vittoria attraverso il percorso di crescita dei vari personaggi.

Usagi Drop

Usagi drop, letteralmente tradotto “Le lacrime del coniglio“, è un manga composto da dieci volumi, ideato e disegnato da Yumi Unita e portato in Italia da GP Manga nel 2012.

Vi è stato tratto un anime andato in onda in Giappone nel 2011 e successivamente anche un live action ispirato alla serie.

Daikichi Kawachi è ormai sulla trentina quando, al funerale del nonno, scopre che quest’ultimo ha avuto una figlia illegittima nata da una relazione con una sconosciuta. La bambina si chiama Rin e ha sei anni. Daikichi mosso dalla compassione, poiché tutta la famiglia è imbarazzata da questa innocente presenza, decide di accudirla come fosse figlia propria, lasciando da parte una volta per tutte la spensierata vita da single.

Manga josei Usagi Drop rapporto padre figlia

Lui è uno scapolo convinto che non si è mai preso cura di un altro essere umano. Sicuramente crescere una bambina non è una cosa semplice, soprattutto per un uomo con la reputazione da “duro” che non ha una minima consapevolezza delle difficoltà da affrontare. Sarà la piccola a scalfire il suo guscio e a guidarlo anche nella ricerca di un nuovo amore.

Il rapporto padre-figlio

Un’opera semplice, ingenua sotto molti punti di vista, che volutamente tralascia tutti i problemi economici per concentrarsi su quelli legati alla crescita di un figlio sotto il profilo strettamente sentimentale e psicologico. Una storia dai toni estremamente dolci dove viene analizzato il complesso rapporto padre-figlio rivisitato in una chiave diversa e originale.

Le avventure di Rin e Daikichi guardano alla quotidianità. Insieme affrontano i piccoli problemi di tutti i giorni e il loro rapporto si evolve e si trasforma con il passare degli anni. Daikichi prende atto delle proprie responsabilità e sacrifica tutto il suo tempo pur di accudire e rendere felice Rin, che a sua volta ricambia questo affetto cercando di aiutare in qualche modo il suo “papà”.

La crescita

Uno sbalzo temporale di dieci anni mostra poi Rin cresciuta e introduce le tematiche e le riflessioni tipiche dell’età adolescenziale. Continua e matura così quel rapporto speciale tra due persone che il caso ha unito ma che l’amore ha portato ad essere una famiglia.

Lo stile di disegno utilizzato è conforme e funzionale alla tipologia dell’opera, molto dolce, interessante e in grado di regalare emozioni.

L’autrice ha tentato il più possibile di riproporre una condizione reale in modo leggero, delicato e spesso essenziale ad indicare la volontà di descrivere in maniera semplice ma precisa i sentimenti che i personaggi provano.

Spicy Pink

Due volumi creati da Wataru Yoshizumi e pubblicati in Italia dalla Planet Manga a partire da fine ottobre 2009.

Manga josei Spicy Pink
Picture © Elena Paoletta

Chi conosce Wataru Yoshizumi sa che è famosa per i suoi shojo. Con questi due piccoli volumi, dalle copertine semplici ma carinissime, la ritroviamo alle prese con lo stile josei.

La storia segue i dubbi di cuore che affliggono la protagonista, una mangaka shojo di medio successo che rischia di entrare in una crisi di ispirazione.  

La trama

Infatti Sakura ha ventisei anni e non ha ancora raggiunto il pieno successo né l’affermazione ed è single con un’unica relazione importante alle spalle avuta con un compagno di università. Qualcosa di inspiegabile per una mangaka che dovrebbe far sognare i lettori con il racconto delle sue storie d’amore.

Endo Skura (Spicy Pink)
Endo Sakura

 La sua migliore amica è Misono Kamijo anche lei autrice di manga ma con un carattere molto più estroverso e con molte relazioni alle spalle. Proprio Misono decide che è ora per Sakura di trovarsi un fidanzato e per questo la coinvolge in un goukon, un incontro al buio tra ragazzi single benestanti.

Qui incontra il brillante chirurgo estetico Koreda Iku di 30 anni che, dopo un approccio non comune e non apprezzato dalla donna (le dà alcuni consigli su possibili interventi di bellezza) e altri incontri/scontri casuali riesce a strapparle il numero di telefono. Koreeda e Sakura sembrano però non aver mai tempo per vedersi e quando si incontrano puntualmente c’è qualcosa che non va…

L’ironia nei rapporti amorosi

L’autrice deve essersi divertita nel descrivere i sentimenti e le reazioni a volte esilaranti di Sakura. Quando deve incontrare quello che lei giudica l’odiato e antipatico uomo conosciuto da poco, questo avviene sempre nei momenti più imbarazzanti e meno opportuni. 

I protagonisti sono credibili e la trama prosegue con un buon ritmo anche se le vicende si concludono in modo piuttosto rapido. Non mancano comunque problemi e colpi di scena, con ex partner e personaggi molto caratterizzati, che creano tensioni e incomprensioni.

Koreeda & Sakura

Spicy Pink è senz’altro un piccolo romanzo rosa con un approccio fresco e originale dove un’eroina, priva di quella bellezza artificiale e appariscente tanto di moda, colpisce il protagonista maschile con una personalità determinata e interessante.

Hachimitsu to Clover

Hachimitsu to Clover significa “miele e trifoglio”, dolcezza e amarezza: è questo il sapore della gioventù per tre studenti di un’Accademia di Belle Arti.

Il manga di Chika Umino, edito da Planet Manga in 10 volumi, esplora in modo realistico le relazioni complicate tra un gruppo di persone molto diverse tra loro.

Tra il 2005 e il 2006 sono state realizzate due serie anime, un film live action e due dorama televisivi.

Yuuta Takemoto, Takumi Mayama e Shinobu Morita sono tre giovani studenti che vivono insieme in un palazzo fatiscente. Iscritti presso una università d’arte, fanno una vita piuttosto modesta (non hanno neanche la doccia in casa), ma trovano sempre il modo di gioire della propria esperienza. Ognuno di loro in effetti sembra essere dotato di un grosso talento artistico.

Un giorno il professore Shuuji Hanamoto presenta loro sua nipote Hagumi “Hagu” Hanamoto. Morita mostra subito il suo interesse per la tenera fanciulla anche se a volte si comporta in un modo piuttosto strano. Takemoto, innamoratosi della ragazza sin dal primo istante, non lascia invece trapelare i suoi sentimenti e tende a comportarsi con lei da amico.

Del gruppo fa parte anche Ayumi Yamada, una delle più belle e corteggiate ragazze dell’università. Lei è bravissima nella creazione di vasi e oggetti in creta ed è innamorata perdutamente di Mayama, il quale però non sembra ricambiarla. Il ragazzo infatti è a sua volta innamorato di una donna più grande con cui lavora, Rika Harada, la quale lo allontana per non urtare i suoi sentimenti.

Tutti attraversano varie vicissitudini, ma con il passare del tempo i legami non subiscono cambiamenti, nonostante ognuno affronti un proprio cammino personale.

Il punto di forza sono i personaggi

Questo manga josei si basa soprattutto sulla caratterizzazione dei personaggi, ognuno con una sua particolarità che lo rende unico. Protagonista però non è un singolo individuo ma tutto il gruppo.

Hagu è una piccola artista geniale poco compresa perché ha una visione del mondo tutta sua. Yamato è una ragazza gentile con una capacità e una forza d’animo non indifferenti anche se è piena di dubbi e incertezze. Mayama è un ragazzo serio, razionale, pacato e responsabile, è il primo del gruppo che riesce a diplomarsi e a trovare lavoro. Takemoto, il più giovane, è un ragazzo confuso, timido e indeciso che cerca di scoprire quale sia il proprio talento. Morita è un genio eccentrico ed estroverso che non riesce però a diplomarsi a causa della sua sbadataggine e dei continui lavori che si procura per guadagnare. Tra di loro devono confrontarsi tutti i giorni ma ognuno ha un proprio cammino personale.

Le descrizioni della vita quotidiana e delle difficoltà che gli studenti devono affrontare, non avendo a disposizione molte risorse economiche, sono descritte in modo realistico. Storie di amicizie e amore raccontate in modo adulto mentre sullo sfondo compaiono già le responsabilità del mondo del lavoro.

Hapi Mari – Happy Marriage?

Hapi Mari, scritto e illustrato da Maki Enjōji, è composto da 10 volumi e in Italia è stato pubblicato dalla Star Comics. Ha iniziato la serializzazione sulla rivista josei di Shogakukan Petit Comics dal 14 giugno 2009 fino al 23 settembre 2012.

Un live action della serie con sottotitoli in italiano è stato presentato in anteprima su Amazon Prime Video nel giugno 2016.

Manga Josei Hapi Mari

La storia

Per pagare i debiti del padre la ventiduenne Chiwa Takanashi lavora di giorno come impiegata in un’azienda e di notte fa l’intrattenitrice in un locale. Questo tour de force non le ha mai permesso di avere un fidanzato anche perché non ha fiducia negli uomini e inoltre ha un carattere deciso e forte, poco propenso alla convivenza.

Una sera nel locale in cui lei lavora le si avvicina un cliente che le consiglia di smettere quel lavoro notturno e che scoprirà poi essere il suo capo del lavoro diurno.

Hokuto Mamiya è un ventottenne in carriera pieno di sé ed è il presidente della ditta in cui lavora Chiwa. Per accontentare il nonno che ha un vecchio debito con la famiglia di Chiwa, accetta il matrimonio con lei.

Grazie a questo matrimonio di convenienza, a Chiwa si prospetta la possibilità di sanare la sua situazione finanziaria per cui anche lei accetta di sposarsi.

La convivenza tra due persone che si conoscono appena si rivela fin dall’inizio disastrosa e Chiwa chiede il divorzio subito dopo il matrimonio e il trasferimento in un altro ufficio. Tra colpi di scena, ripicche e gelosie la storia continua…

Caratteristiche

Tra momenti divertenti e siparietti piccanti si snoda il percorso che porterà i due protagonisti a innamorarsi inevitabilmente.

L’idea del manga è quella di dimostrare come due adulti sconosciuti costretti a un’unione di convivenza e a condividere diritti e obblighi della vita matrimoniale e lavorativa possano costruire un legame forte e profondo. Sicuramente è il contrario di quello che solitamente accade nelle storie d’amore.

Questa commedia romantica frizzante si incentra quasi esclusivamente sui due protagonisti ben caratterizzati e sulle loro vicissitudini, facendo di tutti gli altri personaggi delle semplici comparse.

I disegni hanno uno stile intrigante e passionale. La tensione erotica tra i due protagonisti seppur sottesa è palpabile, così come la seduzione e le frasi allusive non sono mai volgari. Non viene tuttavia meno l’aspetto romantico proposto soprattutto attraverso gli occhi grandi e profondi della ragazza. Le espressioni dei protagonisti sono rese perfettamente negli sguardi e dai visi bellissimi e allungati. Le vignette ben distribuite rendono la lettura semplice e scorrevole.

Un manga josei piacevole contraddistinto da una certa comicità che spezza le situazioni adulte delle vicende.

Midnight Secretary

Edito in Italia da Goen, Midnight Secretary di Tomu Ohmi unisce in 7 volumi il sovrannaturale con il sentimentale.

Manga Josei Midnight Secretary
Picture © Elena Paoletta

La storia è incentrata su Kaya, una segretaria modello ma non attraente, che da due anni lavora in una grande compagnia e un giorno le viene assegnata una nuova mansione: quella di segretaria dell’amministratore delegato Kyohei.

Al loro primo incontro lui dimostra subito di non essere d’accordo con quella scelta. Ritiene infatti che per una segretaria, oltre all’efficenza, sia fondamentale anche l’avvenenza. Secondo Kyohei una segretaria efficiente è utile, anche per servire il tè ma a lui piace la bellezza. Kaya ribatte che non si giudica una persona solo dal proprio aspetto ma dopo averla messa alla prova.

Manga josei Midnight Secretary capitolo 16

Lui la incarica allora di mettere in ordine dei documenti e poi in base a quelli dovrà preparare dei fascicoli della riunione prevista per il giorno dopo.

In questo modo Kyohei pensa di dimostrare che Kaya non è poi così competente, ma il giorno dopo trova tutto l’ufficio sistemato, le circolari preparate e tutti i documenti pronti per la riunione, quindi deve arrendersi di fronte all’evidenza.

Kaya è intelligente, gentile, ironica e cerca di svolgere al meglio il suo lavoro non rinunciando mai alla sua figura di office lady sia nell’abbigliamento che nei modi. Kyohei è dispotico ma affascinante, donnaiolo e orgoglioso, incapace di mostrare i suoi sentimenti ma incredibilmente sexy. I suoi modi non molto affabili nascondono un oscuro segreto…

Il lato oscuro diventa divertente

Una sera Kaya si trattiene in ufficio più del solito ed entrando nella stanza di Kyohei lo trova insieme ad una donna seminuda e inerme. Riconosce in lei la figlia del direttore di una grande banca a cui la sua società è collegata.

Manga josei Midnight Secretary vampiro

Kaya scappa spaventata e Kyohei la insegue riuscendo poi a portarla nuovamente nella sua stanza per farle vedere che la ragazza è viva.

Kyohei è costretto a spiegare quello che Kaya ha visto. Lui è un vampiro e si deve nutrire. Il sangue di una donna in estasi è per lui molto più profumato e buono.

Iniziano così una serie di gag divertenti che vedono Kaya restare al fianco di Kyohei come segretaria curiosa di sapere se tutto quello che si dice e si legge sui vampiri sia vero.

Kyohei non vuole avere relazioni con delle donne perché le considera solo cibo e chiede a Kaya di organizzare oltre al lavoro anche i propri “pasti”. Lei accetta perché il dovere di una brava segretaria è quello di soddisfare il suo capo. Ma sarà questo il vero motivo?

Dall’iniziale antipatia reciproca si passa ad un legame bizzarro che porta i due a essere molto intimi, tanto che Kaya lavora per il suo capo soprattutto di notte e alla fine gli offre il proprio sangue da bere.

Da parte sua Kyohei è sempre più attratto dal sangue di Kaya perché le permette di essere sazio. Cerca tuttavia di allontanarla perché è sempre più convinto che una storia d’amore tra un’umana e un vampiro sia impossibile.

Alla fine però la forte attrazione che entrambi provano ha la meglio e i due iniziano ad avere una relazione sessuale a tutti gli effetti.

Midnight Secretary

Un vampiro moderno

L’autrice porta una novità cercando di conciliare la figura del vampiro predatore con la società moderna. Midnight Secretary è un’opera leggera, in cui viene dato risalto all’approfondimento psicologico mantenendo l’attenzione principalmente allo sviluppo della storia d’amore tra i due protagonisti.

Il tratto delicato dell’autrice scivola nella sensualità soprattutto nelle scene smut rendendo tutto elegante e mai volgare.

Manga josei Midnight Secretary storia d'amore

Una bel racconto con tematiche interessanti, non banale, che può interessare e coinvolgere sicuramente chi è amante delle storie di vampiri.

Perfect World

10 volumi di Rie Aruga tutt’ora in corso che vengono pubblicati in Italia da Star Comics.

manga josei Perfect World
Picture © Elena Paoletta

La ventiseienne Tsugumi Kawana lavora in un’azienda di interior design. Durante una serata insieme allo staff di uno studio di architettura con cui collabora incontra Itsuki Ayukawa, suo ex compagno delle superiori nonché primo amore. L’incontro fortuito scatena nella ragazza un turbinio di ricordi e sentimenti mai assopiti per quel compagno sportivo innamorato dell’arte e dell’architettura. Al momento del congedo però Kawana si rende conto che qualcosa è cambiato: Itsuki è su una sedia a rotelle.

I problemi dell’essere diverso

La collaborazione lavorativa li porta a frequentarsi di nuovo e, mentre Kawana sente che i suoi sentimenti per il ragazzo sono rimasti immutati, lui ha chiuso il suo cuore in una gabbia di risentimenti e dolore. Tuttavia lei sembra possederne la chiave, nonostante Itsuki rifiuti ogni tipo di aiuto e di sostegno. Kawana si trova così a combattere la rabbia e il senso di sconfitta che dominano quel ragazzo in carrozzina, che cerca però in tutti i modi di affrontare a testa alta la vita nonostante le continue complicazioni. Lei non mette mai in discussione l’amore che prova, ma essendo una ragazza fragile spesso si trova a dubitare di se stessa e della sua forza.

Con gran tatto, delicatezza e realismo l’autrice parla di amore e di fiducia, ma ancor di più di situazioni davvero spiacevoli e difficili. Riesce tuttavia a tratteggiarle con maestria attraverso un tratto pulito e semplice e un ritmo lento e cadenzato che accompagna il lettore in un racconto dalle tinte poetiche ma purtroppo tanto tristi e malinconiche.

Manga josei perfect world Tsugumi e Itsuki insieme

L’amore e la forza di volontà

Un manga diverso e innovativo basato sulle più diverse emozioni. Ansie, paure e dispiaceri si rincorrono vicendevolmente, interrotti costantemente da un amore travagliato, ma soprattutto dal coraggio e dalla forza di volontà che predomina l’animo dei protagonisti. Grazie a questo i due ragazzi riescono a superare le diverse difficoltà che appaiono lungo il loro cammino, nel quale procedono sempre a pari passo seppur in modo differente.

Ci saranno sicuramente degli sviluppi nei prossimi volumi perché l’autrice propone un insegnamento: la vita è sempre piena di difficoltà e ama metterci alla prova. Per alcuni si tratta di piccole sfide quotidiane, per altri invece sono vere e proprie lotte che si protraggono per tutta l’esistenza e a volte l’amore sembra non essere il rimedio giusto.

Analizzare tutte le sfumature dell’amore

Il manga josei tratta quindi storie realistiche le cui protagoniste sono donne alle prese con i problemi della vita quotidiana. I temi si fanno più delicati e vengono affrontati in modo molto attento con particolare risalto alle emozioni e alla psicologia dei personaggi.

L’attenzione data all’amore e a tutte le sue sfaccettature rende questi manga particolarmente piacevoli per le giovani donne sempre pronte a confrontarsi e a capire le protagoniste di queste storie.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Chiruri: amore e inquinamento

May

May: Cucina e Rapporti interpersonali