in

12 anime psicologici

The Tatami Galaxy

Capita giunga un anime che guardi con la bocca spalancata, così che il tuo cervello richieda costantemente delucidazioni? Quando pensi: “Che cosa sta realmente accadendo?”.

Questo articolo prende così in esame quei titoli con sceneggiature complesse, stili e personaggi che lasciano riflettere seriamente il pubblico su quanto abbia appena visto. Molti di questi potrebbero richiedere una seconda visione e la maggior parte di essi avrà un’interpretazione diversa a seconda della mentalità e dei punti di vista dello spettatore.

Neon Genesis Evangelion (incluso End of Evangelion)

Neon Genesis Evangelion

La punta di diamante. Impossibile non citarlo né iniziare altrove, Neon Genesis Evangelion ha ispirato e influenzato la maggior parte degli altri titoli di questa lista. Non solo: è anche considerato uno dei migliori anime di tutti i tempi. Ha rivoluzionato i paradigmi di come vengano percepiti i prodotti animati (meramente come un mezzo?) e ha fornito un’analisi completa dei messaggi e della filosofia che veicolano. Con la sua trama labirintica e contorta, Evangelion ti farà certo dubitare di ogni suo minimo particolare.

➡️ Ti potrebbe interessare: Confronto tra Neon Genesis Evangelion e Darling in the FranXX

➡️ Ti potrebbe interessare: Otaku’s Music – Fightstar : Grand Unification

Serial Experiments Lain

Serial Experiments Lain

Acclamato come uno degli anime visivamente più sperimentali e narrativamente provocatori di tutti i tempi, Serial Experiments Lain ha una trama magistralmente ben congegnata e complessa. Potrebbe perciò essere necessaria una seconda visione. Offre infatti un viaggio psicologicamente impegnativo impossibile da eguagliare.

Monster

Monster

Monster è l’unico anime che ti farà costantemente chiedere: come si può partorire un’idea tanto geniale? Una delle narrazioni più impegnative e complicate mai prodotte. Con la sua brillante attenzione per i dettagli, rende ogni scena estremamente vitale.

Perfect Blue

Perfect Blue

Perfect Blue è stato il primo lungometraggio di Satoshi Kon. Questo film mostra di cosa sia capace l’artista quando ha completa libertà creativa. Una linea distorta tra fantasia e realtà. Agli spettatori la possibilità ed il compito di individuarle entrambe. Darren Aronofsky ha acquistato i diritti di Perfect Blue e ha ricreato una scena identica nel suo film Requiem for a Dream.

Mousou Dairinin (Paranoia Agent)

Paranoia Agent

Paranoia Agent è una pesante critica sociale mascherata da thriller psicologico. Tratta abilmente temi come depressione, alienazione e una falsa salvezza. I personaggi sono unici e dinamici: affrontano vari dilemmi morali come rappresentazione metaforica della nostra società.

Paprika

Paprika

Paprika è stato, invece, l’ultimo lungometraggio di Satoshi Kon e probabilmente il più impegnativo. È uno spettacolo visivo che pone l’accento – in senso lato – sull’esplorazione e possiede una struttura narrativa filosoficamente complessa. L’anime ha infatti ispirato il celeberrimo Inception di Christopher Nolan, nominato agli Oscar nel 2010.

Ergo Proxy

Ergo Proxy

Ergo Proxy esplora la profondità dell’umanità e la sua sopravvivenza. Ambientato in un mondo futuristico, gestisce l’impostazione distopica mescolando la sua atmosfera tenebrosa e le fantastiche musiche. Trama complessa e simbolismo religioso fanno di Ergo Proxy un anime brillante che riesce a trasmette i suoi messaggi filosofici in modo davvero unico.

Ghost in The Shell

Ghost in The Shell

Ghost in The Shell è un traguardo molto speciale nella storia degli anime. Non solo per l’influenza che questo film fantascientifico del 1995 ha avuto sul futuro dell’intero genere animato, ma anche per il modo in cui gestisce una trama filosoficamente complessa in soli 90 minuti. Nonostante ciò, riesce a mantenere una certa solidità.

Shoujo Kakumei Utena (Revolutionary Girl Utena)

Revolutionary Girl Utena

Sulla carta Revolutionary Girl Utena potrebbe sembrare una serie molto ordinaria. Superficialmente appare solo come la banale storia di una ragazza magica. L’elemento fantasy è un espediente per lasciare che la trama progredisca. Un anime stimolante con una vivida direzione artistica.

Yojouhan Shinwa Taikei (The Tatami Galaxy)

The Tatami Galaxy

La struttura narrativa di The Tatami Galaxy è la sua parte più complessa. È semplice comprendere il finale, ma difficoltoso è capire come ci arrivi. La sua trama labirintica è ben congegnata e ogni scena è studiata alla perfezione. L’anime utilizza immagini dal contenuto assurdo e scenari verosimili per creare un’esperienza quasi surreale.

Boogiepop wa Warawanai (Boogiepop Phantom)

Boogiepop Phantom

Boogiepop Phantom vanta un montaggio sonoro unico e una direzione artistica senza precedenti. La sua complessità si rivela ostica, tanto che senza il necessario approfondimento suscita più dubbi che risposte.
Ciò lo rende un anime quasi scoraggiante da guardare, con le sue ambientazioni surreali.

➡️ Ti potrebbe interessare: Boogiepop Wa Warawanai: impressioni di mezza stagione

Texhnolyze

Texhnolyze

Texhnolyze esplora i desideri nichilisti della società. È ambientato in un mondo apocalittico dove la specie umana sta esaurendo le risorse per sopravvivere. Risulta una vera e propria sfida: un anime molto impegnativo da seguire, con scarso riguardo per il suo pubblico. Non imbocca gli spettatori dando loro in pasto – e sviscerando – ogni piccolo dettaglio della trama. Difficile rimanere al passo.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

otaku's life

Perché tutta questa avversione per gli anime fan?

Le “Bottiglie-Samurai”