in ,

Yokai negli anime (pt.3) – Il Kappa

Yokai negli anime i Kappa

Bentornati nella rubrica “Yokai negli anime”, oggi parleremo del Kappa! Prima però lasciamo spazio all’introduzione (se avete già letto la rubrica in precedenza, potete saltare al prossimo paragrafo).

Introduzione

Il Giappone ha una raccolta di storie, leggende, miti e folclore tradizionale davvero vasta. Dalla loro affascinante storia comprendente samurai e shinobi, ai curiosi passaparola e detti che si tramandano a voce da generazioni, passando per le meravigliose caratterizzazioni delle loro molteplici divinità ed arrivando all’argomento di questa rubrica, gli yokai.

Per chi non sapesse cosa fossero: gli yokai sono spiriti, mostri o entità pressochè maligne, che esistono da tempi immemori all’interno della cultura giapponese. La maggior parte di questi sono in grado di possedere o influenzare le azioni degli esseri umani e posseggono abilità paranormali. Ne esistono tantissimi ed ognuno ha la sua storia.

Spesso e volentieri anime, manga, videogiochi, giochi di carte ed altri prodotti provenienti dal sol levante fanno uso di queste figure, alle volte ri-elaborandole a seconda delle esigenze o cambiando un po’ il loro look, per trarre spunti, idee o anche per valorizzarle e creare intere storie che ruotano attorno ad esse.

Se siete curiosi di scoprire quali e come queste creature sono state rappresentate all’interno della cultura pop giapponese odierna, scorrete sotto per iniziare questa nuova avventura a caccia di yokai, con la rubrica “Yokai negli anime“.

Il Kappa

Ritratto di un Kappa

Nel nostro mirino oggi c’è il famoso Kappa, uno yokai dall’aspetto di una tartaruga umanoide con becco, zampe palmate e una bolla d’acqua sulla testa, il cui habitat è solitamente presso fiumi o sorgenti d’acqua. È particolarmente feroce e spietato, e si dice che abbia l’abitudine di trascinare in acqua persone e bestiame, ma soprattutto bambini, per farli annegare e svuotarli delle interiora attraverso lo sfintere. Proprio un tipetto simpatico! In alcune zone del Giappone, viene considerato il responsabile quando si verificano danni ai campi di melanzane o cetrioli (cibi che i Kappa apprezzano molto), per questo, gli vengono dedicati tempietti o santuari con la speranza di placarli.

Il Kappa è in grado di parlare e comprendere la lingua umana (con cui trae in inganno le persone richiamando la loro attenzione dall’interno degli specchi d’acqua chiedendo aiuto, per poi trascinarle giù). Come tutte le credenze giapponesi, anche la dispettosa creatura di fiume non viene però solo vista come una minaccia. Conosce molto bene la medicina e come curare diversi tipi di ferite. Si dice sia molto servizievole ed abbia un forte senso del dovere, infatti, una volta fatta amicizia con una di esse, questa aiuta le persone nella coltivazione dei campi o nella cura dei malati.

Da quello che viene raccontato, si può arrivare alla conclusione che la figura del Kappa sia nata dall’esigenza dei genitori di tenere lontano i bambini dai corsi d’acqua, e che poi, diceria su diceria, avvistamento dopo avvistamento, si sia sviluppata una vera e propria rappresentazione dettagliata della creatura, quella che conosciamo noi oggi.

Piccola curiosità: Il Kappa è la mascotte della Kappabashi-dori, una strada tra Ueno e Asakusa (due quartieri di Tokyo), rinomata per contenere più di 170 negozi di cucina ed un tempio dedicato allo yokai con all’interno una sua reliquia.

Pronti? Andiamo a scoprire le principali rappresentazioni nell’era moderna di questo yokai.

Keppi (Sarazanmai)

Yokai negli anime Keppi

Keppi è il principe dei Kappa. Dopo essere stato sconfitto e spodestato dall’impero delle lontre venne separato in due entità distinte. Una delle due divenne Dark Keppi, la sua metà formatasi dalla disperazione ed i sentimenti negativi. L’altra, invece, mantenne più o meno invariata la sua personalità, ma lo costrinse in una forma fisica piuttosto ridotta e venne imprigionata in una statua all’interno della Kappabashi-dori. In seguito, grazie all’aiuto accidentale ricevuto da Enta e Toi (due dei protagonisti della serie) che ruppero la statua, Keppi venne liberato e trasformò i ragazzi in Kappa, ponendo come condizione per tornare normali quella di aiutarlo a riappropriarsi del suo regno.

In questa serie la figura dello spiritello è stata resa piuttosto “mascottosa” e carina, allontanandosi da quella che sarebbe la sua reale fisionomia, ma presenta diversi elementi e abitudini dello yokai, come ad esempio quella di sottrarre lo shirikodama (una sfera che, secondo le leggende, contiene la forza vitale di un essere umano) alle persone.

Carl Kappa (Inazuma Eleven)

Yokai negli anime Carl Kappa

Carl Kappa appare nell’episodio 100 della serie Inazuma Eleven, nel film Inazuma Eleven GO: Gryphon, il legame definitivo e nell’episodio 16 di Inazuma Eleven: Orion. Fisionomicamente assomiglia ad un Kappa più “umanizzato”, con tanto di guscio sulla schiena, becco e bolla d’acqua sulla testa. Adora i cetrioli e… giocare a calcio! Lo possiamo vedere più volte nelle varie serie (anime e videogiochi) sfidare i nostri protagonisti ad incontri calcistici, rivelandosi anche un ottimo giocatore! Non possiede istinti offensivi, viene rappresentato come un essere piuttosto pacifico.

Kawamatsu (One Piece)

Kawamatsu One Piece

Qui abbiamo una rappresentazione in chiave positiva dello yokai. Come detto nel paragrafo informativo, i Kappa sono molto devoti e servizievoli con chiunque riesca a farci amicizia. Kawamatsu su questo aspetto non è da meno! Ha giurato fedeltà alla famiglia Kozuki e si è preso cura di Kizuki Hiyori dopo la morte dei genitori. E’ inoltre un abile lottatore di sumo e spadaccino.

Kappa (I signori dei mostri)

Kappa I signori dei mostri

Kappa è un personaggio secondario dell’anime e manga “I signori dei mostri”. E’ uno dei demoni più potenti del Clan Nura (il clan del protagonista Rikuo) ed un combattente abilissimo, specie nei pressi di sorgenti d’acqua. Ha un carattere calmo, pacato ed è molto leale, ma sa tirare fuori uno spirito combattivo incredibile se la situazione lo richiede. E’ ghiotto di cetrioli e ama farsi versare l’acqua in testa (riferimento alla bolla d’acqua che i Kappa portano sul capo).

Bowser (Mario Bros.)

Sì signori, Bowser! L’eterno nemico di Mario, rapitore compulsivo di principesse, costruttore di vistosi castelli pieni di trappole e diventato un trend nell’ultimo anno grazie alla ormai universalmente conosciuta “Super corona“, è anch’esso uno di loro. Sarebbe meglio dire “ispirato ad un Kappa“, perché è l’incrocio tra quest’ultimo ed un drago. Cos’altro dire su un personaggio così famoso? Il suo comportamento è l’esatta riproduzione di quello dello yokai! Dispettoso, malizioso, rapitore e stupr… Forse è meglio fermarsi qui… Diciamo solo che Bowser ha dei figli e con qualcuno dovrà pur averli fatti, chi vuole intedere intenda (teoria confermata da Miyamoto). Scusate se vi ho distrutto l’infanzia…

Ludicolo (Pokémon)

Ludicolo Pokémon

LUDICOLOH! <o> Il Pokémon fusione tra un Kappa, un ananas ed un messicano ( ͡° ͜ʖ ͡°). Scherzi a parte, nonostante venga riconosciuto come un incrocio tra una papera ed un ananas, è evidente che l’idea di partenza di questo mostriciattolo sia il nostro yokai. Il becco, la foglia sulla testa che sta a significare la bolla d’acqua, il colore verde della pelle, c’è più di un elemento ad indicarlo. Se guardiamo inoltre il nome di Ludicolo nelle altre lingue, possiamo notare come la parola “Kappa” sia abbastanza ricorrente, usata da sola o “mixata” con altri vocaboli.

Ha un carattere allegro e giocherellone, adora la pioggia e non smette mai di ballare. Ludicolo è perfetto! Un amico che tutti vorrebbero avere. E’ di tipo acqua/erba e tra le sue abilità ha “nuotovelox“, che lo rende più veloce se in campo c’è la pioggia (riferimento al potenziamento delle abilità combattive dello yokai nei pressi di sorgenti d’acqua). Per finire, cito una frase del pokédex: “Pare che questo Pokémon appaia quando sente il canto gioioso dei bambini durante le escursioni“. Senz’altro è usato per indicare quanto sia gioiosa e pura la sua indole nel franchise, ma se la guardiamo da un’altra prospettiva questa frase riprende le leggende, ricordando come i Kappa vadano a caccia di bambini, il loro spuntino prediletto (dopo i cetrioli ovviamente).

Coo (Summer Days with Coo)

Summer Days with Coo

Summer Days with Coo è un film d’animazione che parla di un kappa di nome Coo che si risveglia nell’epoca moderna dopo essersi fossilizzato. Viene accudito e tenuto nascosto da una famiglia di Tokyo, finchè, per via di una serie di eventi, la sua esistenza viene rivelata al mondo intero, costringendolo a compiere una dura scelta al fine di preservare la sua natura. Esteticamente è in tutto e per tutto uno dei nostri spiritelli, sebbene sia molto più socievole di quanto non dicano le leggende.

Ebina (Gintama)

Ebina

Nella serie di Gintama, Ebina è un amanto (un termine usato nella serie per indicare delle specie di alieni) simile ad un Kappa giunto sulla terra decine di anni prima dell’inizio della serie. Un giorno il suo pianeta natale, estremamente ricco d’acqua, si prosciugò e tutti gli abitanti furono costretti ad abbandonarlo. Giunto sulla Terra, Ebina la trovò un luogo ospitale in cui vivere e decise così di stabilirsi nei pressi di un lago. Fece amicizia con una ragazza di nome Fuyou, una giovane che era affetta da una grave malattia polmonare che le impediva di nuotare. L’amanto, così, decise di fargli una promessa: avrebbe protetto il lago fino a quando la ragazza non sarebbe stata in grado di nuotare insieme a lui. Ha un carattere molto amichevole e cordiale. Come possiamo notare, anche Ebina è una rappresentazione in chiave positiva dello yokai che riprende solamente gli aspetti positivi di quest’ultimo.

Nitori Kawashiro (Touhou Series)

Nitori Kawashiro

Nitori è una rappresentazione umanizzata del Kappa nella serie di videogiochi “Touhou“. E’ una ragazza minuta, con capelli blu legati ai lati e un grosso zaino sulle spalle (che probabilmente sta ad indicare il guscio). E’ molto timida e non si trova a suo agio con le persone, benché si consideri un’entità superiore. Il suo spuntino preferito, come da manuale, sono i cetrioli. Può controllare l’elemento dell’acqua a suo piacimento ed è un ingegnere abilissimo.

Cammikappa (Yo-kai Watch)

Anche questa volta, la celebre serie di videogiochi Yo-kai Watch non manca, presentandoci la sua versione dello spiritello. Cammikappa è uno yokai di “classe D”, attributo “acqua” e appartenente alla tribù degli “splendidi”. Una rappresentazione molto fedele (come del resto siamo stati abituati da questo brand), ma resa più appetibile per il pubblico. Tutti i dettagli sono al loro posto, le abilità che possiede sono legate all’acqua, ma attenzione, il suo cibo preferito non sono i cetrioli, bensì la pizza! Cammikappa, infatti, sostiene che la credenza secondo cui il cibo preferito dei suoi simili siano i cetrioli sia puramente uno stereotipo.

Falkappa (Yo-kai Watch)

Falkappa

Due di fila? Sì amici, anche questo mostriciattolo è degno di venire menzionato in questo articolo. Ancora più somigliante rispetto al suo collega, Falkappa è l’immagine sputata di un Kappa. Ha più o meno gli stessi poteri e abilità di Cammikappa e condivide anche i dettagli di gioco, fatta eccezione per il rango, che è “A”. Ha una personalità decisa ed a primo impatto può sembrare scorbutico, ma è molto socievole. Adora i cetrioli, ma anche lui ha un segreto… è uno sfegatato amante del rap! E’ ben conscio che questo vada contro la sua natura, ma crede fermamente che rimanere attaccati al passato non sia sempre la scelta giusta e sperimentare cose nuove sia molto importante.

Chibi (Kakuriyo no Yadomeshi)

Chibi baby-kappa

Abbiamo appena visto due rappresentazioni molto fedeli, per cui giustamente bisogna staccare un po’ con quanto più lontano possibile ci sia dallo yokai, ed ecco che entra in scena Chibi! Un baby-kappa davvero adorabile e carino, che sembra più un paperello timido ed impacciato, che una spaventosa creatura mangia uomini. Adora Aoi (la protagonista della serie) più di ogni altra cosa al mondo, gli è molto devoto e adora mangiare qualsiasi cosa lei gli prepari.

Kappa Corazzato (Yu-Gi-Oh!)

Kappa Corazzato

Nella vastissima collezione di Yu-Gi-Oh! esiste più di una carta ispirata al Kappa, ma per motivi pratici ho scelto di inserirne solo una. Kappa Corazzato, un mostro che non ha visto molto i campi da gioco dalla sua uscita, ma che è un valido rappresentante per la nostra rubrica! Una minacciosa creatura resa in un interessante outfit sci-fi, dove però non si perdono i tratti caratteristici che la contraddistinguono.

Gawappamon (Digimon Series)

Gawappamon

Gawappamon è un’interessante rappresentazione del nostro spiritello. E’ un Digimon cibernetico creato dall’unione tra un Kappa ed un… lettore musicale?! Proprio così! Il mostriciattolo non smette mai di ascoltare musica ed il suo moveset nei giochi si basa proprio su quest’ultima.
Ha un carattere allegro e solare, ma diventa triste se il disco sulla sua testa si danneggia mentre combatte (classico riferimento alla bolla d’acqua sulla testa).
Yo. Proprio un tipetto giusto!

Kawabata (Namiuchigiwa no Muromi-san)

Kawabata della serie anime Namiuchigiwa no Muromi-san

Concludiamo con il botto signori, o meglio, con i muscoli! Un Kappa che sembra uscito direttamente da Le bizzarre avventure di JoJo è l’ultimo personaggio di oggi. Kawabata è il Kappa più mascolino, possente e macho che probabilmente vedrete mai. In Namiuchigiwa no Muromi-san è un amico della sirenetta Muromi ed è un abile medico e coltivatore di cetrioli (caratteristiche che abbiamo visto anche sopra). Non è in buoni rapporti con gli esseri umani, dal momento che hanno ucciso suo fratello maggiore per poi esporlo nel tempio di Zuiryū-ji a Osaka, ma ha una certa simpatia per il protagonista.

La figura del Kappa compare inoltre come ruolo minore in Animal Crossing, Dragonball, Sampei, Ushio e Tora, Nagasarete Airantou e Natsume’s Book of Friends.

➡️ Potrebbe anche interessarti:
Yokai negli Anime (pt.1) – Il Nekomata
Yokai negli Anime (pt.2) – La Kitsune

Siamo giunti alla fine di questo articolo, come vi è sembrato? Conoscevate tutti i personaggi? Vi ricordo che come sempre potete proporre voi il prossimo yokai per la rubrica.

Alla prossima e “Buona caccia a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anime da vedere assolutamente

20 anime da vedere assolutamente

anime occidentali

30 adattamenti anime occidentali che potresti non conoscere Pt. 2