in ,

Yokai negli anime (pt.2) – La Kitsune

Bentornati nella rubrica “Yokai negli anime”, oggi parleremo della Kitsune! Prima però lasciamo spazio all’introduzione (se avete già letto la pt.1, potete saltare al prossimo paragrafo).

Introduzione

Il Giappone ha una raccolta di storie, leggende, miti e folclore tradizionale davvero vasto. Dalla loro affascinante storia comprendente samurai e shinobi, ai curiosi passaparola e detti che si tramandano a voce da generazioni, passando per le meravigliose caratterizzazioni delle loro molteplici divinità ed arrivando all’argomento di questa rubrica, gli yokai.

Per chi non sapesse cosa fossero: gli yokai sono spiriti, mostri o entità pressochè maligne, che esistono da tempi immemori all’interno della cultura giapponese. La maggior parte di questi sono in grado di possedere o influenzare le azioni degli esseri umani e posseggono abilità paranormali. Ne esistono tantissimi ed ognuno ha la sua storia.

Spesso e volentieri anime, manga, videogiochi, giochi di carte ed altri prodotti provenienti dal sol levante fanno uso di queste figure, alle volte ri-elaborandole a seconda delle esigenze o cambiando un po’ il loro look, per trarre spunti, idee o anche per valorizzarle e creare intere storie che ruotano attorno ad esse.

Se siete curiosi di scoprire quali e come queste creature sono state rappresentate all’interno della cultura pop giapponese odierna, scorrete sotto per iniziare questa nuova avventura a caccia di yokai, con la rubrica “Yokai negli anime“.

La Kitsune

Oggi andremo a caccia della Kitsune, uno degli yokai più famosi nella cultura giapponese antica e odierna. Il termine “kitsune” significa letteralmente “volpe“, infatti, secondo le leggende, qualsiasi volpe avanzando con l’età acquisirebbe poteri sovrannaturali.

Ne esistono 2 tipologie:

  • Le Zenko: volpi collegate alla divinità Inari, svolgono il ruolo di messaggere e ne proteggono i templi. Si pensa siano portatrici di buon auspicio e che tengano lontani gli spiriti maligni dai luoghi che sorvegliano.
  • Le Yako: volpi selvatiche di indole malevola, si divertono a fare scherzi e sono in grado di possedere le persone. Si pensa che le storie sviluppate intorno a quest’ultima siano state assimilate dalla cultura cinese e coreana, dove la creatura è sempre rappresentata negativamente.

L’età delle Kitsune si può determinare dal numero di code che posseggono e possono variare da 1 fino a un massimo di 9. Più code possiede una volpe, maggiore è la sua forza magica, inoltre, quando una di queste ottiene la nona, essa diventa onniscente ed i loro poteri sono amplificati in maniera esponenziale.

Le abilità delle Kitsune sono svariate, possono cambiare aspetto ed assumere sembianze umane (generalmente di belle donne), sono in grado di possedere gli esseri umani, assorbire l’energia vitale delle persone che gli stanno vicino. Hanno inoltre affinità con il fuoco e possono controllarlo, scatenare fulmini e saette, entrare nei sogni altrui, e secondo quello che citato alcuni racconti, in presenza di queste creature si dovrebbe manifestare una seconda luna.

Pronti? Andiamo a scoprire le principali rappresentazioni nell’era moderna di questo yokai.

Kurama/Cercoterio ennacoda (Naruto/Naruto Shippuden)

Come non cominciare dalla più famosa volpe a nove code nella storia degli anime, il cercoterio ennacoda che è stato imprigionato nel corpo di Naruto da bambino rendendolo la sua forza portante.
Kurama è un enorme Kitsune con 9 code, dotato di poteri incredibili quanto distruttivi. E’ estremamente feroce ed ha rischiato di radere al suolo l’intero villaggio della foglia. Si dice che tra tutti i cercoteri sia il più potente ed il più difficile da controllare. Possiede una quantità enorme di chakra ed è in grado di ripristinarlo attraverso l’energia naturale. Può percepire le emozioni negative ed il chakra di qualsiasi essere vivente a distanze vastissime (richiamando le abilità onniscenti della Kitsune). E’ in grado di utilizzare l’arte del fuoco e del vento.
Naruto può disporre del chakra della volpe nei momenti di difficoltà, ma più ne utilizza, più code gli crescono (questo a significare come il numero di code influisca sulla forza dello yokai), ed una volta raggiunto lo stadio con 4, il giovane ninja perde completamente la ragione e viene soggiogato dal demone.

Tamamo-no-Mae (Fate Series)


Tamamo-no-Mae è la più famosa kitsune della storia giapponese e la sua leggenda risale al periodo Heian. Era una donna d’incredibile bellezza, saggezza ed intelligenza che riuscì facilmente a stregare l’intera corte imperiale diventando l’amante dell’imperatore Toba (che in quel periodo regnava sul Giappone). Successivamente, però, l’imperatore abdicò in seguito ad una malattia misteriosa e la causa venne associata proprio alla dama di corte, che venne additata come “volpe a nove code” e cacciata. In seguito ad una estenuante battaglia contro i soldati imperiali nelle terre di Nasu, decise di lasciarsi uccidere.
Come tutte le Kitsune, pur mantenendo la sua indole malevola, era un’ amante passionale e desiderava trovare marito più di ogni altra cosa.
Nella serie di Fate, Tamamo è rappresentata come un servant di classe Caster, specializzata nell’uso di potenti magie curative e di supporto per i propri alleati.

Ninetales (Pokémon)

Un pokémon che penso tutti conosciate piuttosto bene, il magnifico e maestoso Ninetales, è certamente una delle prime figure a materializzarsi nella nostra mente quando pensiamo ad una “volpe a nove code”. Il suo aspetto è quello che più di tutti si avvicina alla tradizionale Kitsune, a partire dalle code, dimensione ed abilità. Nei giochi la creatura è di tipo “fuoco”, ma è anche in grado di utilizzare mosse di tipo “psico”. La sua intelligenza è tale da renderlo in grado di comprendere il linguaggio umano e può creare illusioni per comunicare con essi. Si dice che sia in grado di vivere fino a 1000 anni ed è famoso per essere un pokémon particolarmente vendicativo, che maledice chiunque lo maltratti.

Ahri (League of Legends)

Questo personaggio non proviene dal Giappone, è vero, ma credo sia doveroso aggiungerlo comunque all’articolo di oggi, essendo diventato una delle Kitsune più famose nella cultura pop moderna.
Ahri è un campione selezionabile del “moba” League of Legends, nonché uno dei più famosi di quest’ultimo. E’ in grado di plasmare la magia in sfere di pura energia, che poi utilizza per combattere e può manipolare le emozioni altrui, per poi divorarne l’essenza.
Di recente è anche uscita una canzone intitolata “Pop Stars”, nella quale Ahri è protagonista e cantante. Questo le ha concesso un incredibile aumento di popolarità nella la community di LoL e fuori da essa, diventando per mesi un trend in tutti i social network.

Senko-san (Sewayaki Kitsune no Senko-san)

Spezziamo un po’ il ritmo con una Kitsune nuova di zecca, la “piccola” e adorabile (ma soprattutto legale) Senko-san, il cui anime sta uscendo proprio in questa stagione. Questa graziosa volpe di 800 anni è stata mandata a casa Nakano per alleviare la stressante vita di Kuroto, un giovane impiegato sfruttato e sottopagato. Diventerà una perfetta donna di casa ed aiuterà il ragazzo nella vita di tutti i giorni, preparando i suoi pasti, facendo il bucato e provvedendo alla pulizie.

Sebbene Senko-san non presenti un’indole di natura malvagia, rispetta la caratteristica di “moglie e amante passionale” tipica dello yokai. Inoltre, dal suo aspetto possiamo facilmente capire come stia usando una trasformazione per rendersi umana e molto più giovane di quello che dovrebbe essere. Le abilità da lei mostrate finora sono: telecinesi, intangibilità, manipolazione del fuoco e la capacità di volare.

Delphox (Pokémon)

Delphox? Un altro pokémon? Proprio così. Non esiste un solo mostro tascabile basato sulla figura di questo yokai, a testimonianza di quanto vasta ed importante sia l’influenza di questa creatura nella cultura giapponese. Delphox, a differenza di Ninetales, rispecchia una Kitsune più orientata verso uno stadio umano, piuttosto che quello animale.
E’ rappresentata con una sola coda, ma anche lei è in grado di manipolare il fuoco ed utilizzare mosse psichiche. Nel pokedex, inoltre, viene rappresentata come una creatura molto intelligente ed con la capacità di predire il futuro. Nei giochi possiede il doppio tipo “fuoco/psico“.

Yoko Kurama (Yu degli Spettri)

Yoko Kurama è una Kitsune malvagia d’animo, molto potente quanto spietata. Ha oltre 300 anni e viene classificato come un demone di classe S. Dopo essere stato ferito mortalmente, decide di insediare il suo spirito dentro ad un bambino appena nato di nome Shuichi Minamino. Sebbene il bambino avesse un buon animo, crescendo si trovò costretto a convivere con lo spirito dentro di lui, trascorrendo gran parte dell’avventura cercando di accettarsi sia come essere umano, che come demone. Grazie alla sua forza spirituale è in grado di controllare le piante, e la sua abilità principale consiste nell’utilizzare una frusta spinata per affettare i nemici (come fossero dei tonni RioMare).

Kyubimon (Digimon Tamers)

Kyubimon è una delle digievoluzioni di Renamon, ed è ovviamente basato su una tradizionale Kitsune, come possiamo vedere dalle caratteristiche 9 code, campanelli e decorazioni che lo ricollegano ad una Zenko, una volpe Inari. La punta delle code e le sue zampe sono ricoperte da fiammelle spettrali (fuochi fatui). Si dice che solamente i Renamon con molta esperienza ed abilità riescano a digievolversi in questa forma. E’ capace di utilizzare mosse di fuoco ed elettriche, ha eccellenti doti magiche e può volare.

Shippo (Inuyasha)

Shippo è una Kitsune il cui obbiettivo è quello di vendicare la morte del padre, ma data la sua giovane età ed i suoi scarsi poteri, decide di entrare nel gruppo dei protagonisti per farsi aiutare. E’ in grado di mutare forma, creare copie illusorie di sé stesso ed utilizzare attacchi di fuoco, nonostante ciò, tutte le sue tecniche in combattimento risultano per lo più inefficaci e poco potenti. A dispetto della classica natura dello yokai, Shippo ha un carattere solare e giocoso.

Kyubi (Yo-kai Watch)

Kyubi è uno yokai di rango S, attributo fuoco ed appartenente alla tribù dei misteriosi, nei giochi e anime di Yo-kai Watch. E’ uno degli spiriti più rari e potenti ed è possibile ottenerne solo uno per ogni copia di gioco. Come possiamo intuire dalla presenza di tutte e 9 le code, Kyubi è dotato di una forza magica eccezionale e non a caso è classificato con il rango più alto esistente nel gioco. Le sue abilità conosciute sono: manipolazione delle fiamme, volteggiare a mezz’aria e volare, teletrasporto e mutare forma in essere umano.

Volpe a nove code (Yu-Gi-Oh)

Il celebre gioco di carte collezionabili Yu-Gi-Oh anche questa volta non ci delude, avendo nella sua vastissima collezione anche una volpe a 9 code. Come possiamo notare, il mostro possiede l’attributo fuoco, condiviso da quasi tutte le figure viste precedentemente.

La figura della Kitsune è inoltre presente in un episodio di Love, Death+Robots, serie di origine americana reperibile in streaming su Netflix, e nel gioco di carte “Force Of Will”, nelle vesti della carta “sovrano” Lilias Petal.

➡️ Potrebbe anche interessarti:
Yokai negli Anime (pt.1) – Il Nekomata

Siamo giunti alla fine di questo articolo, come vi è sembrato? Conoscevate tutti i personaggi?

Detto questo, vi saluto e alla prossima, ci ribecchiamo con la terza parte di “Yokai negli anime“! Buona caccia a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pinguini Tattici Nucleari

Pinguini Tattici Nucleari: Sudowoodo

Nana – storia di una profonda amicizia