in

Commenti a Caldo – Nanatsu no Taizai: Kamigami no Gekirin

commenti nanatsu no taizai

Introduzione

The Seven Deadly Sins – Nanatsu no taizai (七つの大罪, letteralmente “I sette peccati capitali”) nasce come manga shōnen, scritto e disegnato da Nakaba Suzuki e serializzato sul Weekly Shōnen Magazine di Kōdansha a partire dall’ottobre del 2012. La sua trasposizione animata si compone ad oggi di tre stagioni (OVA e film annessi), facendone un prodotto molto popolare in Giappone.

Il passaggio da A-1 Pictures a Studio Deen è sicuramente quello che ha fatto parlare più di sè, in vista della stagione corrente. Una buona idea cambiare studio in corso d’opera? Oltre a questo, i nuovi componenti dello staff sono Rintarou Ikeda per le sceneggiature e Rie Nishino per le animazioni dei personaggi. Tornano invece Susumu Nishizawa alla regia e i compositori Hiroyuki Sawano, Kohta Yamamoto, Takafumi Wada.

Trama

Il regno di Britannia viene rovesciato dai Paladini, dei guerrieri scelti che han spodestato il re. Dieci anni prima tentarono lo stesso colpo di stato i Sette Peccati Capitali, un gruppo di cavalieri malvagi ora dati per morti. Ma forse in questo momento potrebbero essere utili al regno?

La terza stagione riprende, nello specifico, da dove si erano interrotte le vicende dei Dieci Comandamenti: dopo innumerevoli scontri tra questi ultimi e i nostri Peccati Capitali, finalmente un periodo di convalescenza per l’intero regno. Tra perdite e dipartite, però, le battaglie per sterminare definitivamente il clan dei demoni continuano.

Impressioni a “caldo”

In questo articolo alcuni membri dello staff di Otaku’s Journal andranno a riportare le loro impressioni personali ad ogni episodio del succitato anime. L’articolo sarà aggiornato ogni volta che un nuovo episodio verrà rilasciato. Di seguito, quindi, i commenti di Nanatsu no Taizai… Ovviamente aspettiamo anche i vostri!

➡️ Ti potrebbe interessare: Commenti a caldo

Attenzione: Sono presenti spoiler!


Episodio 1 – La luce che schiaccia l’oscurità

commenti nanatsu no taizai
il_baghi

Partenza in sordina, com’era prevedibile che fosse.
Consapevole delle dilaganti polemiche a riguardo del cambio di studio d’animazione – e quindi dei disegni stessi – e delle censure, è stato difficile visionare l’episodio a cuor leggero. Onestamente, la mancanza del sangue è passata pressoché inosservata. Le animazioni, invece, si sono notate fin da subito: se i primi piani risultavano accettabili, appena il campo visivo si allargava, i tratti dei personaggi risultavano grezzi e messi insieme in modo quasi raffazzonato.
Nonostante ciò, non riesco a convogliare in questo commento troppa cattiveria. L’avvio è stato sicuramente lento e niente di più che un riepilogo di tutto ciò che è successo in precedenza, ma… non è anche giusto sia così?
A prescindere da come sia stato effettivamente quest’episodio, il bello deve ancora arrivare. Insomma, can you feel the hype?


Kilary

Con la terza stagione di Nanatsu no Taizai si entra finalmente nel vivo della battaglia tra i Sette Peccati Capitali e i Dieci Comandamenti. Il primo episodio è passato abbastanza velocemente, nonostante non sia successo niente di particolarmente eclatante ai fini della trama. Però dai vari flashback sul passato di Meliodas si prevede una maggior attenzione sui suoi trascorsi con i Dieci Comandamenti. Finalmente scopriremo la verità? Dal punto di vista grafico le animazioni non mi hanno fatto impazzire, e un’altra nota dolente è sicuramente l’introduzione della censura delle scene violente. Si prospetta una stagione avvincente. E complimenti a Howzer per la nomina a Cavaliere Sacro!


Il_Dam

In questo primo episodio ci viene sostanzialmente fornito un riassunto delle vicende principali della seconda stagione, in cui i Sette Peccati si scontrano con i Dieci Comandamenti. L’impero tenta di risollevarsi, nonostante la capitale resti in mano al nemico. Si gettano insomma le basi per i prossimi episodi: al momento posso dire che per quanto mi riguarda abbiamo un inizio sotto tono, ma probabilmente è normale, visto che è l’inizio e bisogna fare un punto della situazione. Un aspetto che certamente si nota è la censura del sangue nelle scene violente, ma ci si può fare velocemente l’abitudine. Mi aspetto un’evoluzione interessante già dal prossimo episodio però!


Episodio 2 – Ricordi della Guerra Sacra

commenti nanatsu no taizai
il_baghi

Continuiamo qui sulla falsariga del primo episodio, per quanto riguarda il fattore visivo: primi piani apparentemente decenti ma il resto delle animazioni non all’altezza di questi. Esempio eclatante ne è la scena dove nel regno delle fate si inneggia a questa fantomatica danza, che appare un pochino decontestualizzata a livello narrativo. Viene resa concretamente tramite ripetizioni di sagome identiche e poca dinamicità, donandole così una profondità pari a zero.
L’arco di King è stato sempre per me uno di quelli meno interessanti, per fortuna ne risolleva le sorti Gloxinia, precedente Re delle Fate dalle iridescenti ali e ora Comandamento del riposo. In principio l’incontro tra i quattro (i due comandamenti e i due peccati capitali) in questione risulta abbastanza ridicolo, se non addirittura macchinoso. Ci basti aspettare pochi istante per scoprire in realtà che la trama acquista un twist inaspettato e che potrebbe donarle un nuovo valore. Molto carino l’espediente di mettersi nei panni di altri, per capirne il passato e le motivazioni personali. Che sia arrivato il momento di iniziare a mettere un po’ di carne al fuoco?
Menzione speciale: Elizabeth. Vogliamo parlare delle sue ali? Quanto sono… Brutte. E perché compare in ogni linea temporale, quando a tratti sembra un personaggio marginale? Come può essere esistita ricoprendo ruoli così diversi? Inizieremo a capirci qualcosa?

Kilary

Pian piano la storia inizia a farsi più interessante. Dopo un inizio lento, l’episodio si è ripreso quasi egregiamente. Infatti la seconda metà è volata via per poi finire proprio sul più bello.
Finalmente assistiamo ad uno scontro tra due dei Sette Peccati Capitali (Diane e King) e due Comandamenti (Gloxinia, Re delle Fate, e Drole, Re dei Giganti), ma plotwist! Gloxinia e Drole si offrono di allenarli. Ma prima vengono rimandati nel passato, 3000 anni prima, per rivivere nei panni dei due Comandamenti la Guerra Santa contro il clan dei Demoni.
Forse nelle prossime puntate sapremo la verità sul passato di Meliodas ma soprattutto di Elizabeth, figura centrale in questa guerra. Speriamo che le risposte arrivino al più presto!

Il_Dam

Il secondo episodio inizia in maniera decisamente tranquilla, con però il presagio che qualcosa di interessante stia per accadere. E infatti, dopo pochi minuti troviamo due Peccati Capitali, Diane e King, a combattere contro i loro corrispettivi Comandamenti (re delle fate e re dei giganti). Inutile dire che il combattimento sia assoultamente impari, vista l’enorme differenza di forza tra le due fazioni. Dopo la sconfitta dei Peccati abbiamo un colpo di scena che personalmente non mi aspettavo. Il fatto che i Comandamenti curino Diane e King e propongano loro un allenamento è una svolta interessante; i due si troveranno ad impersonificare il Re delle Fate e quello dei Giganti di 3000 anni prima. Si trovano in una Britannia estremamente diversa da quella che conosciamo con i Demoni che scorrazzano liberi e massacrano la popolazione.
Sono curioso di vedere l’evoluzione della vicenda, che ha preso una direzione interessante.
Per quanto riguarda il comparto tecnico devo dire che a mio parere le animazioni sono migliorate rispetto al primo episodio, che ci aveva regalato delle scene alquanto mediocri.


Episodio 3 – Sia fatta luce

il_baghi

Episodio decisamente fitto. Avrebbe poco senso riassumere narrativamente le vicende di questi minuti, ma il pensiero che sovviene naturale alla fine di questi è: ma quindi non sono i Demoni ad essere i cattivi? E adesso?
Non capisco se questo plotwist della trama mi risulti forzato o meno, visto che nessuno l’avrebbe detto al termine delle due precedenti stagioni. Chissà che ruolo avranno gli Arcangeli e come si inseriranno tra i nostri personaggi, anche se un assaggio ci è stato dato.
…Ma soprattutto, che razza di nome è Nerobasta?

Kilary

Col terzo episodio la storia inizia a farsi sempre più interessante. Nella prima metà assistiamo a una battaglia tra le forze del bene e il Clan dei Demoni. King e Diane possono finalmente cimentarsi con i poteri di Drole e Gloxinia, anche se ovviamente ne hanno di strada da fare prima di poter raggiungere il loro livello. Meliodas eccezionale come sempre. La vera rivelazione è stata sicuramente Elizabeth, in grado di mettere fine alla battaglia infondendo sentimenti di pace nei cuori dei nemici.
Ma il bello arriva solo nella seconda parte. L’episodio introduce le figure degli Arcangeli tra cui spicca sicuramente Ludociel, un personaggio davvero viscido, che alla pace preferisce la distruzione totale del Clan dei Demoni. Usando come esca dei Demoni ancora vivi (tra cui la sorella di Derieri, una dei Comandamenti), attira i loro compagni in trappola. Gli sforzi di Elizabeth sono, così, vani. Giustamente i demoni non perdoneranno mai il Clan delle dee dopo la strage dei loro compagni.
Dopo quest’episodio inizio a simpatizzare con il Clan dei Demoni, naturalmente gli Arcangeli entrano di diritto nella lista dei personaggi più infami di sempre.

Il_Dam

L’episodio continua a raccontare le vicende di King e Diane, rispettivamente nel corpo di Gloxinia e Drole prima che si unissero ai Dieci Comandamenti. I due, grazie al loro soverchiante potere, riescono a sconfiggere Calmadios dei Dieci Comandamenti. Facciamo la conoscenza, inoltre, degli Arcangeli del clan delle Dee. Attraverso una trappola escogitata da quest’ultimo, sta per iniziare una scontro tra gli Arcangeli e il clan dei Demoni, guidato dai Dieci Comandamenti. A questo punto non si sa più chi siano i buoni e i cattivi, per capirlo dovremmo aspettare i prossimi episodi, che si profilano densi di colpi di scena e scontri interessanti. Le animazioni sono state interessanti, con un livello che piano piano si sta alzando. Curioso di vedere come si evolve la vicenda.


Episodio 4 – I dieci comandamenti contro i quattro arcangeli

arcangelo
il_baghi

Inizia la battaglia, ma questo lo sapevamo già.
Gli arcangeli sembrano essere davvero OP, fino a che… il plotwist. Assistiamo all’Indura, decisamente il momento più alto della puntata. L’Indura è una trasformazione che possono compiere i demoni di livello più alto, sacrificando sei dei loro sette cuori in funzione di un potere grandissimo, come se fosse la versione più forte di loro stessi. Derieri e Monspeet diventano così mostruosi – sia in termini fisici che di potenziale – ma pronti a scontrarsi con Ludociel. Impressionante.
L’altra scena che mi ha fatto brillare un po’ gli occhietti è stata l’assaggio della presenza di Gowther come parte del clan dei Demoni. Anche se non è stata ancora sviluppata, forse riusciremo a scoprire finalmente qualcosa di questo passato sempre e solo abbozzato.
Infine… Elizabeth. Che ammazza l’hype. Ogni volta. Possiamo firmare una petizione per depennarla dallo show?

Il_Dam

Eccoci al quarto episodio. Vediamo la continuazione della Guerra Sacra tra Clan delle Dee e dei Demoni, iniziato nel terzo. Nei primi minuti fanno la loro comparsa gli Arcangeli, che in pochi secondi sterminato tutti i Demoni presenti, tranne i Dieci Comandamenti. Questi sembrano, seppur con qualche difficoltà iniziale, riuscire a tener testa agli Arcangeli. Nel frattempo, Gowter e Melascula riescono a raggirare l’angelo posto a guardia del cancello del paradiso. All’intervento di Ludociel, l’arcangelo più forte, la situazione si ribalta e due dei dieci Comandamenti sono obbligati ad eseguire un rituale, con cui acquisiscono poteri immensi e riescono a tener testa all’Arcangelo.
A fine episodio vediamo un’ Elizabeth irremovibile che si frappone tra le due parti in lotta.
Le animazioni dell’episodio non mi sono affatto dispiaciute, così come le scene di combattimento. Davvero molto carine, riescono a dare il giusto tono alla battaglia, che frappone avversari dal potenziale elevatissimo. La Guerra Sacra si preannuncia molto interessante, soprattutto perché darà la possibilità di capire molti dettagli a cui si fa riferimento nelle scorse stagioni.

Kilary

Finalmente un po’ di sano combattimento tra gli Arcangeli e i Comandamenti. Oltre a Ludociel facciamo conoscenza di altri 2 membri del Clan delle Dee. Ma siamo sicuri che siano Arcangeli? Sia per l’aspetto che per il comportamento sembrano dei veri e propri demoni. Monspeet e Derieri, messi alle strette, giocano il tutto per tutto: l’Indura. Una trasformazione che li rende potentissimi. Sono curiosa di vedere come continuerà il loro scontro contro Ludociel.
Altro plotwist della puntata è stato Gowther dalla parte dei demoni. Che avrà in mente il Peccato della lussuria? Troppe domande, ma ancora poche risposte. Hype per le prossime puntate.


Episodio 5 – Vortice emotivo

gowther
il_baghi

…e ci togliete tutto l’hype per l’Indura così? Esaurito. Delusione. Un potenziale sinceramente sprecato.
Altro elemento che fa storcere il naso è la scena in cui Drole e Gloxinia corrono nella foresta: inutilmente interminabile e ripetitiva. Uno scempio per gli occhi.
Detto ciò, la trama procede in modo più o meno anonimo a mio avviso… Se non fosse per una piccola gemma buttata nella mischia. Gowther. I didn’t see it coming. La nostra amata bambola regge sulle proprie spalle l’intero episodio, autonomamente. O quasi. Si inizia a scorgere la sua reale storia, le sue origini, tutto ciò che ci siamo sempre chiesti. Non si può che volerne ancora. Quella bramosia di conoscenza e curiosità che tanto lo caratterizza si impossessa di noi, ad ogni costo. Beh, che dire…

Kilary

Prima parte dell’episodio un po’ anonima. Mi aspettavo tanto dall’Indura, avevo preparato i popcorn per godermi lo spettacolo, ma non è andata come previsto. Un potenziale liquidato in neanche 5 minuti da Elisabeth… che sia più potente di quel che sembra?
É solo dopo i primi 10 minuti che tutto torna a farsi interessante: il “tradimento” di Gowther per liberare sé stesso da una prigionia centenaria. Ebbene sì, il ragazzo occhialuto e dai capelli rosa non è altro che una marionetta creata dal vero Peccato della Lussuria (o meglio Comandamento dell’Altruismo) per avere un collegamento con il mondo terreno.
Cosa si nasconde dietro al suo passato? Perché sembra essere temuto anche dai suoi stessi fratelli? La prossima puntata non ci deluderà sicuramente!

Il_Dam

Eccoci al quinto episodio, ricco di avvenimenti che fanno più luce su alcuni punti della trama. Innanzitutto vediamo terminare lo scontro tra Ludociel e la coppia Monspito/Derrieri in forma Indura (che purtroppo è durata molto meno di quanto avrei voluto, e dire che mi stavo già preparando ad un combattimento coi fiocchi…)
L’intervento di Elizabeth (che si è rivelata stranamente molto più potente di quanto mi aspettassi), infatti, ha contribuito a cancellare l’oscurità presente nei due Comandamenti, facendoli tornare alla normalità. I tentativi di Ludociel di ucciderli sono stati poi fermati da Sariel, Tarmiel e Meliodas. Nel frattempo, scopriamo che il Gowther che conosciamo non è quello vero, ma una semplice bambola manovrata dal vero Comandamento dell’Altruismo, che ha ingannato Melascula al fine di farle realizzare il Cancello della Prigione dei Demoni, da cui appunto riesce a liberarsi.
A livello di avvenimenti non è accaduto niente di particolare in questo episodio, ma ci sono stati dati importanti elementi di trama, che serviranno a capire alcuni intrecci della narrazione.
Nel complesso un episodio nella media, ma vorrei che nei prossimi si tornasse ai minuti al cardiopalma tipici della Guerra Sacra… e soprattutto che si approfondisca la questione relativa a Gowher, sempre caratterizzato da un alone di mistero che non vedo l’ora venga finalmente dissolto.
Staremo a vedere!!


Episodio 6 – Quello che chiamiamo amore

il_baghi

Che sia proprio questo il momento in cui Gowther diventa quello che noi tutti conosciamo? Le premesse sono terminate qui o ci vogliono mostrare altro?
Le scene incentrate sulla bambola sono veramente toccanti, così quanto il discorso del reale comandamento dell’Altruismo. Commovente il discorso che fa a Diane riguardo il legame che ha con King… Anche se, insomma, lo sapevamo tutti tranne lei. Era anche ora.
Meno d’impatto personalmente la vicenda che ruota attorno alle similitudini e differenze che accomunano il presente e l’ex Re delle fate.

Kilary

L’attesa non è stata delusa: questa è senza alcun dubbio la puntata migliore finora. Come ci suggerisce il titolo la puntata è incentrata interamente sui sentimenti. Tra le lacrime di Gowther, la storia di Droxinia e la relazione tra King e Diane il mio cuore non ha retto: troppi feels!
Questo è sicuramente uno di quegli episodi che sa scaldarti il cuore.
Ora sono sempre più curiosa di conoscere il passato di Gowther e il motivo che lo porterà a mettere fine alla Guerra Sacra. Inoltre fa un po’ ridere che in un anime ambientato nel medioevo si faccia uso di sedie a rotelle che anche noi ci sogniamo… sarà una magia dei demoni. Il suo discorso a Diane è stato sicuramente commuovente, ma soprattutto la gigantessa e il re delle fate riusciranno ad esprimere i loro sentimenti una volta per tutte?
La seconda parte è dedicata alla storia di Droxinia e alla sua conversione ai 10 Comandamenti. Molto toccante la storia tra sua sorella e il sosia di Ban, anche se si sente molto la mancanza del nostro adorato comandamento. King, messo alla prova, decide di non lasciarsi sopraffare dalla rabbia davanti alla distruzione causata dal gruppo degli umani, ma di perdonarli. Grazie alla sua misericordia riesce a tornare nel presente, prendendo di nuovo possesso del suo corpo.
Quando tutto sembrava andare per il meglio, ecco il colpo di scena finale: l’esecutore (il fratello di Meliodas) arriva per affrontare in una lotta all’ultimo sangue il nostro Gowther. Chi avrà la meglio? Non ci resta che aspettare.

Il_Dam

In questo episodio scopriamo maggiori informazioni riguardo a Gowther. Potremmo quasi dire che alla fine è “dei nostri”, in quanto il suo obiettivo è porre fine alla Guerra Sacra (l’unico mio interrogativo è: con quali mezzi intende farlo?).
Consapevole che morirà adempiendo al suo compito, incarica la bambola da lui creata di continuare a vivere al posto suo, continuando ciò che lui aveva iniziato e pregando Diane di fargli da guida. Notiamo anche che la bambola è dotata di sentimenti, più di quanto non si sia visto nelle prime due stagioni, in quanto piange nel salutare l’altro se stesso.
Dalla parte opposta troviamo King che , separatosi da Diane, viene messo di fronte all’omicidio della sorella. È di fronte ad un bivio, uccidere l’assassino o lasciarlo in vita; il vero Gloxinia si fa prendere dalla rabbia e decide di eliminarlo, al contrario di King che lo avrebbe risparmiato.
Torna quindi nel mondo reale, avendo superato la prova e avendo compiuto una scelta che non implicasse il farsi sopraffare dall’odio. Nel frattempo, nell’ Incantesimo del Sogno, in cui è ancora presente Diane, l’arrivo di Zeldris, fratello minore di Meliodas nonché Comandamento più forte, preannuncia una “leggera” complicazione della vicenda.
Ma soprattutto… non siamo ancora riusciti a capire perché Gloxinia e Drole abbiano un comportamento così rilassato con Diane e King, perché li stiano aiutando a migliorarsi.. per quale motivo??
Sono davvero curioso di seguire gli sviluppi, anche perché spero che con l’arrivo del boss dei Comandamenti potrò godermi quei pop-corn che non ho potuto gustarmi con l’Indura.


Episodio 7 – Sette Peccati Capitali, Unitevi!

diane e king
il_baghi

Solo due eventi meritano attenzione in questa puntata, uno più preponderante dell’altro.
Il primo è l’idillio (finalmente) tra Diane e King. Una previsione che prima o poi avrebbe dovuto avverarsi. Siamo tutti contenti ma niente di che, insomma.
Il secondo è – ancora di più rispetto all’episodio precedente – incentrato su Gowther. La nostra bambola riesce a tenere in piedi tutto senza, paradossalmente, fare nulla. Gli ultimi minuti sono davvero qualcosa di magico. Il livello di hype non si decide a scendere… Soprattutto ora che abbiamo trovato il suo cuore.

Il_Dam

Questo episodio è stato decisamente più tranquillo degli altri, molte informazioni ma niente mazzate, se non nella parte iniziale. Drole infatti inizia la battaglia con Zeldris, emissario del Re dei Demoni di cui sfrutta il potere, nonchè uno dei Dieci Comandamenti. La lotta appare subito impari (sorge spontanea una domanda: quanto è realmente forte il fratellastro di Meliodas?? vedremo…) e Diane ne approfitta per fuggire, uscendo dall’illusione creata dal Re dei Giganti, contro ogni aspettativa. King e la gigantessa si scambiano finalmente reciproco amore.
I due Peccati Capitali tornano poi a Lionesse dove si riuniscono agli altri Peccati; non appena, però, tentano di restituire a Gowther il suo “cuore”, questi scappa inspiegabilmente… cosa nasconde ancora la bambola?
Nel complesso ho apprezzato l’episodio, seppur abbia notato un ritmo più lento del solito. Non manca comunque la curiosità di vedere come evolverà la vicenda (non dimentichiamoci che il regno di Lionesse è ancora alla mercè dei Dieci Comandamenti).

Kilary

Episodio un po’ sottotono rispetto ai precedenti. Lo schiacciante potere di Zeldris sottomette Drole alla mercé dei Comandamenti (che figura barbina, avrei preferito che si fosse immolato piuttosto che passare al lato oscuro). Mi aspettavo di più da questo personaggio, ma le mie aspettative sono rimaste deluse. Diane si risveglia (sembrava una sotto trama comica) per ricongiungersi con King. I due finalmente si dichiarano il loro amore e abbiamo così una nuova coppia. Molto carina è stata anche la storia di Oslo.
Nella seconda parte abbiamo il ricongiungimento dei Sette Peccati Capitali a Lionesse. Tralasciando i vari quiproquò tra i personaggi, l’hype continua a crescere grazie a Gowther: perché è scappato davanti al ritrovamento del suo cuore? Lo scopriremo solo nella prossima puntata.


Episodio 8 – La bambola alla ricerca dell’amore

Gowther
il_baghi

…Semplicemente straziante. Ma coinvolgente. Passatemi i fazzoletti.

Kilary

Gowther è sempre stato un personaggio enigmatico e per questo intrigante. Però non avrei mai detto che nascondesse una sensibilità e un dolore così profondi e radicati. Episodio ricco di emozioni, sfido chiunque a non commuoversi dopo una storia come questa. La bambola si rivela il miglior personaggio di questa prima parte.
Unica nota negativa è stata la decisione di censurare alcune scene del manga considerate troppo spinte.

Il_Dam

Un altro episodio completamente incentrato su Gowther, che ci permette di capire molto di più sul suo passato, che fin dalla prima stagione era molto oscuro. E finalmente direi! Finalmente hanno dato profondità anche a questo Peccato Capitale, che nelle scorse due stagioni avevo sinceramente lasciato in disparte.
Attraverso un lungo flashback, infatti, scopriamo del legame tra Gowther e la sorella dell’attuale Re di Lionesse, Nadja. Scopriamo del loro amore reciproco, nonchè dell’immane dolore che la bambola della Lussuria ha provato alla morte dell’amata. Tutti i suoi tentativi di riportarla in vita donandole ciò che pensava fosse il suo cuore sono stati vani (qui abbiamo anche capito perchè alla vista di quell’oggetto se l’era data a gambe levate).
Un episodio che nel complesso non mi ha affatto annoiato, in quanto alle mazzate hanno sostituito minuti belli densi di emozioni e “soluzione di misteri”.
Ah.. e adesso i Peccati Capitali sono davvero al completo… mi sa che ne vedremo delle belle!!


Episodio 9 – Gli amanti maledetti

Nanatsu no taizai ep 9
il_baghi

Episodio con poca azione, ma decisamente scoppiettante. Un po’ della scena viene finalmente rubata da Merlin e ciò mi piace alquanto. Curioso il fatto che citi Artù in quel modo…
Per quanto riguarda Elizabeth, che sia giunto il momento in cui tutti i patimenti sofferti fino ad ora (per lo spettatore) possano volgere verso qualcosa di vagamente interessante?

Kilary

Episodio un po’ lento e abbastanza inutile nella prima parte, per poi lasciarci con un finale inaspettato. Anche se non sono psicologicamente pronta a sopportare un intero arco narrativo incentrato su Elisabeth… è troppo petulante!
Al contrario mi piacerebbe che approfondissero il personaggio di Merlin ed il perché veda in Artù la sua unica speranza (*si sente il cuore di Escanor spezzarsi in mille pezzi*).
Spero che Ban non lasci così la battaglia, privandoci così della sua intesa col Capitano.

Il_Dam

Episodio piuttosto tranquillo anche questo,anche se sono presenti alcuni momenti decisamente interessanti. I Peccati Capitali sono impegnati nei festeggiamenti per essersi finalmente riuniti, ma vediamo anche una Merlin alle prese con la potente magia di Zeldris, da cui viene maledetta.
Elizabeth la cura, ricevendo però lo stesso sortilegio e iniziando a veder tornare i suoi ricordi. Scopriamo infatti che la Elizabeth del presente altri non è se non la Elizabeth del flashback di 3000 anni prima, la dea che ha continuato a reincarnarsi ancora e ancora.
Stavo iniziando a dirmi che forse adesso l’avremmo vista ancora più interessante e combattuta, quando Meliodas ha sganciato la bomba: se tutti i ricordi le dovessero ritornare, morirebbe. Boom!
Che succederà?

7 Comments

Leave a Reply
  1. Perdersi la notizia del cambio di Studio, e notarlo dalla qualità decisamente scesa mentre lo si guarda, è decisamente stato un colpo basso dopo tutti questi mesi di attesa. La seconda stagione aveva già avuto un ribasso nello storytelling e, se continua su quell’onda in aggiunta a questo cambio, non la vedo molto rosea. Però aspettiamo l’ultimo episodio e vediamo come va nel corso della stagione. Mi aspetto che si entri nel vivo dei ricordi di Meliodas e sono proprio curioso di vedere come affronteremo i Comandamenti. Come prima puntata non aggiungo molto altro a quello già detto dallo staff, se non un “Meh”.

  2. Ok, recupero i commenti dalla seconda puntata alla quarta (so che non sono a caldo, però ormai ho iniziato!):

    Seconda: Ok, si è già parlato delle animazioni durante il “ballo” nelila foresta, con immagini statiche ripetute, quello che mi sono chiesto io però è perché (nelle scene finali dei ricordi) il sangue dalle ferite si veda, se nella puntata prima è stato censurato? Aspetti tecnici a parte, puntata molto meh se non per il “plot twist” finale.

    Terza: Già meglio a livello di storia, le cose si fanno interessanti, scopriamo che il clan dei demoni è forse stato mal capito, descritto con negatività dalle altre parti in gioco, per poi scoprire che c’era un motivo per quel rancore e quella ferocia e che in origine non era così cattivo. Forse questo è l’aspetto più interessante della puntata e un bel plot twist della trama in generale. Carini gli arcangeli, anche se un po’ scontati con la loro politica della razza arian-ah no… Ultima cosa, la devono smettere i giappi di usare parole italiane a caso, ma che è Nerobasta?

    Quarta: Sono ancora perplesso dall’unione di scene censurate e non. Mi censuri l’impatto e poi piogge di sangue da far invidia a Tarantino, mbah. Carine le animazioni della battaglia anche se ben lontano da quelle della prima stagione. Il concept degli Indura è interessante (sia visivo che, come ha già detto lo staff, nei primi piani è ben fatto e curato), sia in generale con il fatto del sacrificio dei cuori, così da non essere solo un power-up campato in aria a scopo narrativo. Però sono curioso di sapere come torneranno normali, visto che da quello che hanno detto, la trasformazione è definitiva e porta alla morte (?).

    Mi accodo a Baghi per l’inutilità di Elizabeth, anche se aggiunge un mistero interessante il vederla nelle varie epoche, per di più sempre legata a Meliodas (Cloud Atlas sei tu?)

    Cercherò di fare un commento a puntata, per non dover rifare questi wall of text infiniti ç_ç Sorry

    • Innanzitutto grazie per seguire la nostra rubrica e CERCARE di stare al passo con i vari commenti, ovviamente fallendo miseramente.

      Sono d’accordo con molte cose che hai scritto, l’unica precisazione che mi sento di fare – puramente personale – è che le censure non mi stanno pesando. Bene o male scorre tutto in modo abbastanza fluido da non farmici soffermare.

      Detto ciò, ti aspettiamo alla prossima!

  3. Puntata con un po’ di punti interrogativi. Elizabeth sembrava una “sottoposta” eppure Ludociel non “fa una piega” per fermarla e, oltretutto, sembra essere piuttosto potente (anche se viene aiutata da Tarmiel e Sariel). A proposito di questi due, sono un po’ perplesso dal cambio di rotta improvviso. Anche perché hanno sterminato migliaia di demoni col sorriso due minuti prima, quindi boh (?)
    Il momento nella foresta in cui King e Diane incontrano Gowther è un po’ strano, con quest’ultimo che “no dai, fermatevi e raccontate” e quelli che perdono la loro fretta. Big finale, invece, e finalmente si dà profondità ad un personaggio finora misterioso e interessantissimo. Speriamo che lo trattino meglio degli indura. (anche se penso che questo introdurli brevemente sia stato un espediente per riusarli in futuro. Spero…

    • Mi accodo alla tua speranza e condivido l’entusiasmo – nuovamente – per Gowther.

      Ora Diane e King usciranno da questa “dimensione”, o dobbiamo aspettarci che le vicende continuino nel passato? Perchè mi viene da pensare che soltanto se rimarremo qui, la scoperta del vero Comandamento dell’Altruismo aka Peccato della Lussuria avrà senso.

      • Quello che mi chiedo è: se loro stanno rivivendo il passato di Drole e Gloxinia (anche se le interazioni mi sembrano un po’ strane per essere solo un ricordo rivissuto), vuol dire Gowther che non dovrebbe essere un personaggio così malvagio, se hanno mantenuto la loro “bontà”, almeno per quanto riguarda il loro schieramento e il loro voler aiutare Diane e King. Sono curioso indeed!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti a caldo – Beastars

Merus a colori

Dragon Ball Super: Merus è un Angelo?