in

Perché Asuka è uno dei migliori personaggi in circolazione

Andiamo ad analizzare uno dei più iconici personaggi del panorama anime, per capire se possa o meno essere considerata uno dei migliori personaggi dell’animazione nipponica

Quando si pensa ad un personaggio dinamico, è difficile non pensare a uno dei protagonisti di Neon Genesis Evangelion, Asuka Soryu Langley. La testarda Second Children è una figura memorabile, il giovane genio che combatte gli Angeli con destrezza e abilità. Fuori dalla cabina di pilotaggio non è esattamente una persona piacevolissima, e lavorare con lei non è una passeggiata. Non la si sopporta all’inizio, ed è complicato conciliare questo fastidio con la sensazione che sotto sotto si empatizzi con lei. In fin dei conti, Asuka è una giovane donna che compie i primi passi nell’adolescenza. Il suo orgoglio altro non è che una maschera, sotto la quale si cela una persona insicura, intimorita e con cui ci si immedesima facilmente.

evangelion - asuka

Se sei un fan degli anime, hai per forza sentito parlare di Asuka, anche se non hai visto Evangelion. Si posiziona in alto nelle classifiche di gradimento, e non è difficile capire il perché. In quanto uno dei personaggi più dinamici della serie, troneggia in ognuna delle scene in cui è inserita. Dal suo fiducioso ingresso nell’Eva fino al feroce stile di combattimento che la caratterizza, Asuka è uno spettacolo ogni volta che scende in campo. Non ha un carattere docile, in quanto si può dire che entri con la forza in casa di Shinji e nella sua vita. La sua relazione con il ragazzo è un continuo mutare di sentimenti, da affetto ad odio. Asuka vuole essere il personaggio che brilla e risplende di più, e si è fatta ricordare come un personaggio assolutamente fuori dagli schemi.

evangelion - asuka

Se la si analizza più attentamente, si nota un personaggio molto più profondo e sfaccettato. Se da un lato è galvanizzante osservare Asuka mentre combatte e da il meglio di sé, nel corso della serie emergono sempre più i problemi e le debolezze che la affliggono. La ragazza sembra avere delle origini importanti, e ne va molto fiera. Una delle principali fonti della sua forza d’animo è, infatti, il grande orgoglio che la contraddistingue. Almeno sulla carta ha un ego piuttosto grande e si considera una spanna sopra gli altri. Ha un quoziente intellettivo di tutto rispetto e molti assi nella manica: non solo parla fluentemente quattro lingue, ma è inoltre iscritta all’università e ha ottenuto la laurea all’età di quattordici anni. Essendo per metà straniera, nella classe appare unica e diversa dagli altri.

È un abile pilota di Eva e una combattente addestrata. Se da un lato appare evidente la sua scontrosità e cocciutaggine, dall’altro si nota immediatamente che ha molto talento ed è un’ottima alleata. Tuttavia, quanto detto sopra sono aspettative con il cui peso Asuka deve fare i conti ogni giorno. Se infatti è tutte queste cose, deve agire in maniera sempre impeccabile, per non deludere ciò che gli altri si aspettano da lei. Appare evidente, da un certo punto di vista, perchè la NERV non possa fare a meno di lei e delle sue potenzialità.

evangelion - asuka

Asuka è ancora una teenager inesperta. Vuole essere vista come un’adulta, sia dal lato psicologico che fisico/romantico, ma non riesce a comportarsi nel modo migliore perché questo avvenga. Ha un debole per Kaji, il quale però la tiene a distanza, considerandola ancora troppo giovane. Nel corso della serie sviluppa un’attrazione per Shinji, ma considera l’incertezza del ragazzo come un rifiuto; incertezza amplificata anche dal comportamento sgradevole che lei ha nei suoi confronti. Il suo orgoglio le rende complicato esprimere correttamente le sue emozioni, e la sua incapacità di analizzare il proprio comportamento e come questo sta rovinando le sue relazioni lasciano intendere che la ragazza è costantemente bloccata. Per quanto riguarda le amicizie, ha un bel rapporto con Hikari Horaki, ma ha delle difficoltà a trattare temi più riservati con la ragazza, in quanto si tratta di una civile rimossa dal progetto Eva.

Avendo rifiutato padre e descrivendo il suo rapporto con la matrigna come solo superficiale, Asuka mostra di non avere stretti legami familiari su cui poter contare. Il trauma più grave del Second Children è rappresentato da quanto accaduto anni prima alla madre, e il fatto che la ragazza non lo abbia ancora accettato. La madre, infatti, effettuò una connessione con l’Eva 02 e impazzi in seguito ad un malfunzionamento, sbriciolando completamente il rapporto con la figlia. Pensava che sua figlia fosse una bambola e quando decise di togliersi al vita impiccò lei e il fantoccio, avvenimento di cui Asuka fu purtroppo testimone. Questo avvenimento rappresenta il suo peggior incubo: non solo non si è meritata l’affetto della madre, ma quest’ultima ha anche voluto che la figlia morisse con lei. Un duro colpo, dal quale Asuka non si è mai completamente ripresa.

evangelion - asuka

Essendo stata considerata inutile per quasi tutta la sua vita e credendo che possa fidarsi solo di sé stessa, Asuka si isola dal resto del mondo. Tiene tutti a debita distanza in modo da non essere più ferita, ma ciò non fa altro che danneggiarla ancora di più. La terribile combinazione di paura e orgoglio le impedisce di creare vere relazioni con altre persone. Ha avuto molte possibilità per stringere legami con vari personaggi nel corso della serie, ma non l’ha fatto, non ne è stata capace. Nel suo intimo, Asuka è spaventata: di uscire allo scoperto e fare in modo che gli altri si accorgano delle sue debolezze, e di essere di conseguenza rifiutata nuovamente.

Per la maggior parte del suo periodo in servizio, ha pensato che fosse una dei pochi capaci di pilotare con abilità gli Eva, nonché la migliore della squadra. Man mano che la storia prosegue, appare evidente come lei non sia la miglior pilota esistente, ma solo uno dei tanti. Shinji, che ha iniziato ad essere pilota quasi per caso e senza alcuna preparazione, migliora sempre più e raggiunge il livello della ragazza, cosa per lei intollerabile. Ha costruito la sua intera esistenza intorno al suo essere perfetta, inevitabile che quando questa situazione cambia lo shock sia per lei pressoché insostenibile. Una volta fatto il suo primo scivolone in battaglia, non riesce a smettere di cadere in basso, fino al punto di non ritorno.

evangelion - asuka

Anche verso la fine dell’opera i problemi sono ancora presenti, non se ne vanno come per miracolo. Ecco perché Asuka è considerata uno dei migliori personaggi in circolazione: tutti possiamo riconoscerci in lei, nei suoi problemi. Il fatto di voler essere adulti anche quando ancora non lo si è, il credere di essere qualcosa e poi vedere le proprie certezze distrutte sono avvenimenti con cui la maggior parte degli spettatori sente di avere qualcosa in comune. La trama non la costringe a diventare d’un tratto perfetta e priva di macchie, ma la lascia dimenarsi nelle sue difficoltà in un modo che probabilmente molte altre opere non avrebbero permesso. Non è perfetta, anzi, e questo è uno dei suoi punti di forza.

Noi non ci dobbiamo allenare duramente per pilotare robot giganti, ne siamo minacciati da terribili esseri piovuti dal cielo, ma ciò non significa che non ci possiamo riconoscere in uno dei tratti caratteriali di Asuka. Mostrare il fianco agli altri, chiedere che vengano accettate le proprie debolezze, di cui nemmeno noi stessi andiamo fieri… è terribile. È molto più semplice alzare uno scudo, comportarsi come se si avesse tutto sotto controllo, che mostrare le parti più deboli di noi stessi. Non è facile, ma è qualcosa che tutti abbiamo fatto almeno una volta nella nostra vita, in quanto relazionarsi con le persone non è facile. E lo è ancora di meno quando non si è sicuri di sé stessi.

🌐 Fonte

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Urashiki

Boruto: anticipazioni episodi 136, 137, 138

ragazze my hero academia

Il lato roseo di My Hero Academia