in

Come seguire: Le Bizzarre Avventure di JoJo

Informazioni Generali

StoriaHirohiko Araki
Disegni

Hirohiko Araki

RivistaWeekly Shonen Jump

 

(1987 – 2004)

RivistaUltra Jump

 

(2005 – in corso)

CategoriaShonen/Seinen

Manga

Siamo nel 1987 e su Weekly Shonen Jump viene pubblicato il primo capitolo di un manga che nel tempo rivoluzionerà il canone shonen, JoJo.

Il manga attualmente è ancora in corso e dall’87 ha vissuto moltissimi cambiamenti, nonostante ciò i caratteri fondamentali dell’opera sono rimasti invariati e si avverte chiaramente una sorta di ciclicità, che parte ovviamente dalle radici dei nomi e cognomi dei protagonisti e andrà a toccare diversi altri punti.

Nel corso di tutta la serie, che, attualmente, è suddivisa in 8 parti, è facile notare come i punti cardine siano la netta distinzione tra bene e male, il destino e la giustizia.
Via via però si potrà notare una graduale maturazione dei personaggi, delle vicende e peripezie e delle tavole.

I lettori più attenti potranno cogliere tantissime citazioni a film, musica e manga stessi, infatti Hirohiko Araki si è subito rivelato un autore poliedrico e rivoluzionario.
È riuscito a creare un mondo tutto suo con all’interno combattimenti stravaganti mai visti prima e tavole iconiche.

Dopo l’introduzione generale, questo messaggio ripercorrerà il viaggio dell’opera in Giappone ma soprattutto in Italia, sperando che, mediante le precise divisioni, vi si possa rivelare utile.

🇯🇵 In Giappone il manga ha iniziato la pubblicazione su Weekly Shonen Jump nel 1987. Su questa rivista, dopo mille avventure diverse, milioni di personaggi eccentrici e tante rivoluzioni, (prima tra tutti quella degli Stand in Stardust Crusaders), sono stati serializzate le prime 6 serie, fino a Stone Ocean, (e 23 capitoli della settima, Steel Ball Run) fino al 2004.
Infatti proprio nel 2004, dopo il flop di Stone Ocean, con Steel Ball Run Araki decide di spostarsi su Ultra Jump, una rivista seinen, così facendo potrà avere più tempo per la realizzazione del suo capolavoro. Tuttora su questa rivista sta lavorando all’ottava parte, JoJolion.

come seguire jojo

🇮🇹 Dal 1993 al 2004

Il viaggio di JoJo in Italia inizia nel 1993, quando Star Comics decise di pubblicare l’opera in tankobon sottilissimi e con il loro caratteristico colore viola.
In questa versione non c’è una netta divisione delle varie serie dell’opera, per cui risultano 121 volumi consecutivi.
Nel 2004, dopo la pubblicazione di Stone Ocean, la Star Comics decide di passare a 2 nuovi formati…
(Ora come ora questi 121 volumi risultano pressoché introvabili perché fuori commercio!)

🇮🇹 Dal 2006 ad oggi

Con Steel Ball Run la Star Comics annuncia un nuovo formato, più fedele a quello giapponese rispetto al precedente. I tankobon infatti sono identici a quelli nipponici, sia per le cover che per i 24 volumi, che costano 4,20€ l’uno. (Anche questa versione, però, risulta esaurita e irreperibile!)
Reperibile invece è quella di JoJolion che va avanti fino ad oggi dal 2013 sempre in questo formato.

🇮🇹 Dal 2009 ad oggi

Nel 2009 la Star Comics annuncia la ristampa dell’intera opera fino a Stone Ocean in un formato molto più grande, con 300 pagine a volume. In questo formato gli archi narrativi sono divisi in modo molto chiaro.
(Da Aprile 2018 la casa editrice ha iniziato a ristampare anche la settima serie di JoJo, Steel Ball Run.)
Ed è proprio questo formato che andremo ad analizzare:

Phantom Blood

 

(2009)

3 volumi

 

a 7,00€ l’uno

Battle Tendency

 

(2010)

4 volumi

a 7,00€ l’uno

Stardust Crusaders

 

(2010 – 2011)

10 volumi

 

a 6,00€ l’uno

Diamond is Unbreakable

 

(2011 – 2012)

12 volumi

 

a 6,00€ l’uno

Vento Aureo

 

(2012 – 2013)

10 volumi

 

a 6,00€ l’uno

Stone Ocean

 

(2013 – 2014)

11 volumi

 

a 6,00€ l’uno

Steel Ball Run

 

(2018 – in corso)

4 volumi (su 16)

 

a 7,00€ l’uno

JoJolion

 

(dal 2013 – In corso,

nel formato più piccolo)

I primi 15 volumi

 

a 4,70€ l’uno

Questa è la lista delle serie uscite finora su Star Comics in formato più spesso e più reperibile.
Nonostante si possa leggere per prima qualunque saga senza riscontrare grossi problemi, questo è il modo più conveniente per leggere l’intera opera.

Anime

Dai disastri dello Studio APPP…

Siamo nel 1993 quando, 6 anni dopo la pubblicazione del primo capitolo del manga, lo Studio APPP decide di dedicarsi alla stesura dell’adattamento animato della terza parte, all’epoca serie di grandissimo successo rispetto alle due precedenti.

La serie anime era impostata secondo 6 OAV che comprivano soltanto parzialmente la storia di Stardust Crusaders. Di fatto, la trasposizione animata inizia proprio dalle ultime note della terza parte, lasciando la prima parte dell’opera nella nebbia più totale. Ecco perché si cercò di ovviare alla grave mancanza con un prequel di 7 episodi uscito solamente nel 2000.

La trasposizione non ottenne il successo sperato sia per l’enigmatica scelta di adattare la terza saga sia per alcune differenze dall’opera originale. Nonostante ciò, nel 2007, sempre lo Studio APPP si cimenta nella stesura del film su Phantom Blood, ottenendo, anche qui, un flop. Motivo per cui anche i plausibili OVA di Battle Tendency vennero completamente cancellati.

In Italia, dal 2004, i 13 episodi di Stardust Crusaders sono stati riorganizzati in ordine cronologico e divisi in 6 DVD da Yamato Video.

…alla rinascita con la David Production

🎭 Le bizzarre avventure di JoJo

Dobbiamo aspettare il 2012 per l’ambizioso progetto della David Production. Quest’ultima, con il suo direttore delegato Naokatsu Tsuda, decide di trasporre per intero ogni singola saga del grande successo di Araki.

La prima stagione è composta da 26 episodi che coprono le prime due saghe di JoJo, Phantom Blood e Battle Tendency. Tra sigle e musiche formidabili, scene mozzafiato e una chiara e precisa trasposizione dall’originale, il fenomeno JoJo dilaga in modo subitaneo.

In Italia, i 26 episodi passano in simulcast su Crunchyroll, che tuttora detiene i diritti della serie con una licenza condivisa con la piattaforma VVVVID.

🏜️ Le bizzarre avventure di JoJo – Stardust Crusaders

Nel 2014, con Stardust Crusaders la David Production ottiene una grandissima fama. Lo studio decide di dividere i 48 episodi in due parti (entrambe da 24), Stardust Crusaders e Battle in Egypt. Nuovo stile grafico, nuovi personaggi, nuove avventure: tutto contagia il web e JoJo diventa virale.

Stavolta è solo Crunchyroll, senza VVVVID, ad ottenere tutta la licenza per l’adattamento in simulcast della serie.

💎 Le bizzarre avventure di JoJo – Diamond is Unbrakable

Nel 2016, i fan trepidanti ottengono la trasposizione del quarto capitolo di JoJo, Diamond is Unbreakable. I 39 episodi adattano la movimentata e variopinta vita di Morio-cho.

La licenza condivisa tra le piattaforme Crunchyroll e VVVVID fa sì che la serie sia trasmessa in simulcast su entrambi i siti.

🐞 Le bizzarre avventure di JoJo – Vento Aureo

Ultima saga ad essere stata traposta, dopo un grandissimo lavoro di ricerca e recupero proprio sul nostro fronte. Infatti, la serie, marcata da 39 episodi, è tutta ambientata in Italia. Essa è arrivata con più di due anni di distacco dalla precedente, nel 2018.

Sia VVVVID che Crunchyroll trasmettono tutti gli episodi in simulcast.

🦋 Le bizzarre avventure di JoJo – Stone Ocean

➡️ To be continued…

Le bizzarre avventure di JoJo (Phantom Blood e Battle Tendency)

(2012)

26 episodiCrunchyroll e VVVVID
Le bizzarre avventure di JoJo – Stardust Crusaders

(2014)

48 episodiCrunchyroll
Le bizzarre avventure di JoJo – Diamond is Unbreakable

(2016)

39 episodiCrunchyroll e VVVVID
Le bizzarre avventure di JoJo – Vento Aureo

(2018)

39 episodiCrunchyroll e VVVVID

Il lavoro della David Production è stato ripagato ed è anche grazie a loro se oggi JoJo è uno dei titoli più seguiti ed amati degli ultimi anni. Il loro progetto continua e speriamo termini in maniera ancora più esplosiva

Light Novels e spin-off

Avventure nascoste

Non tutti sanno che il sottobosco dell’universo di JoJo si dirama in molti altri media oltre il manga e l’anime. Il genio di Araki ha toccato settori come quello dei libri, dei drama CD e dei videogiochi. In questa sezione ci occuperemo di analizzare l’ambito delle light novel finora arrivate in Italia.

Un mezzo che molti artisti hanno per evocare la loro passione per JoJo sono sicuramente le novel. Talenti incredibili come Nisioisin e Otsuichi hanno partecipato per ampliare l’universo ideato da Hirohiko Araki, seppur le loro opere non abbiano raggiunto il mercato italiano.

In Italia sono state la Kappa Edizioni e la Star Comics, casa editrice che tuttora detiene i diritti della serie, ad esportare alcune opere dal Giappone.

🐦 Kappa Edizioni

Kappa Edizioni è una delle case editrici più sconosciute nel panorama italiano. Ma per i lettori di JoJo è una tappa fondamentale, dal momento che essa ha pubblicato due novel sul manga.

Nel 2003 pubblica Le bizzarre avventura di JoJo – Genesis of Universe, proprio quando, in Italia, il manga è considerato una mera copia di Ken il Guerriero. La light novel, pubblicata per la prima volta in Giappone nel 1993 da Mayori Sekijima e Hiroshi Yamaguchi, introduce un nuovo straordinario Stand: Genesis of Universe. Esso si intrometterà nel viaggio di Stardust Crusaders di Jotaro e i suoi compagni. Tra nuove illustrazioni, colpi di scena inediti, questo midquel presenterà altri due stand: Satanic Coupler e Dark Mirage.

Nel 2004 viene pubblicato il secondo midquel della serie: Le bizzarre avventure di JoJo – Golden Heart Golden Ring. Stavolta la novel è basata sulla storia della quinta serie, Vento Aureo, e vede come protagonista la sfortunata Coni. Una storia mai vista che si rivelerà mozzafiato sia per l’effetto toccante e per le nuovissime tavole. La novel in Giappone venne pubblicata nel 2001 a cura di Miya Shotaro e Gichi Ootsuka.

⭐ Star Comics e Hikari Edizoni

Star Comics e Hikari Edizioni, invece, si sono occupate di aggiungere gli eventuali spin-off supplementari della serie, portandone alcune. Questi spin-off sono opere di Araki dedicate all’universo di JoJo ma fuori dalle saghe originali.

Nel 2012, Hikari pubblica Rohan al Louvre, una collaborazione tra Hirohiko Araki e il famosissimo museo del Louvre. L’autore fa perdere uno dei suo personaggi preferiti – Rohan Kishibe, appunto – nei meandri più misteriosi del museo più visitato del mondo.

Nel 2015, Star Comics pubblica il primo dei due volumi di Così parlo Rohan Kishibe (il prossimo in uscita nell’ottobre 2019), serie di one-shots anch’essi dedicati alla figura del mangaka Rohan Kishibe. In questi bravi racconti Araki sfoggia tutto il suo genio e il suo personaggio viene a contatto con universi spettacolari.

Mentre, nel 2001, sempre Star Comics pubblica Under Execution Under Jailbreak, una serie di racconti tra i quali ne spuntano due legati a JoJo. Dead Man’s Question, con protagonista Kira Yoshikage, e Così parlo Rohan Kishibe – Episodio 16: Nel confessionale. Una riedizione dei racconti di Araki uscirà per Star Comics nel 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riceverà un adattamento animato la light novel ”Märchen Mädchen”

Alcuni tra gli Isekai più famosi da non perdere