in

Pokémon Day 2020

pokémon day 2020

Ogni anno, il 27 febbraio, si celebra il lancio dei primi videogiochi con protagonisti i mostriciattoli tascabili, avvenuto nell’ormai lontano 1996 nella loro madre patria. Questa data viene ora ricordata dai fan di tutto il mondo come Pokémon Day.

Così, in occasione del Pokémon Day 2020, varie sono le iniziative condivise e i nuovi annunci del franchise. Eventi per i giochi mobile, pokémon rivelati, sfide tra mostriciattoli e ritorno alle origini: quest’anno c’è stato un po’ di tutto. Ma vediamolo insieme.

Pokémon of the Year

pokémon day 2020

Quella che sicuramente ha riscontrato il più grande impatto è stata la votazione volta ad incoronare il Pokémon dell’anno. Dal 5 al 14 febbraio, infatti, semplicemente accedendo su Google, si aveva la possibilità di scegliere i propri pokémon preferiti (scaglionati per generazione). Tutte le 890 creature scoperte ad oggi sono state messe in competizione tra loro. Un metodo decisamente pratico ed accessibile a tutti: bastava un semplice click.

➡️ Ti potrebbe interessare: Qual è il vostro Pokémon preferito?

Top 10 Pokémon

Vediamo insieme la top 10, risultato delle preferenze dei votanti di tutto il mondo, a prescindere dalla generazione di appartenenza. Questa lista è stata rilasciata durante il Pokémon Day 2020.

1.

GreninjaAcqua Buio6° Gen.

2.

LucarioLotta Acciaio4° Gen.

3.

MimikyuSpettro Folletto7° Gen.

4.

CharizardFuoco Volante1° Gen.

5.

UmbreonBuio2° Gen.

6.

SylveonFolletto6° Gen.

7.

GarchompDrago Terra4° Gen.

8.

RayquazaDrago Volante3° Gen.

9.

GardevoirFolletto Psico3° Gen.

10.

GengarSpettro Veleno1° Gen.

Salta subito all’occhio la disparità tra le prime quattro generazioni e le successive. Nessuna scelta attinta nè dalla quinta, nè dall’ottava. Facile comprenderne le motivazioni, che logicamente potrebbero essere legate a un fattore cronologico e di nostalgia. Semplicemente, i pokémon più “vecchi” hanno avuto tempistiche maggiori per essere conosciuti e poi amati. Come è anche vero che l’età del pubblico potrebbe aver influito: è molto facile che i ragazzini che sono cresciuti con il franchise siano più affezionati, di fatto, alle prime creature.

I nomi che compaiono, appartenenti alla sesta e alla settima, sono delle eccezioni probabilmente dovute alle loro peculiarità. Sylveon, Greninja e Mimikyu, infatti, hanno dato di che parlare ai tempi della loro comparsa. Procediamo in ordine decrescente rispetto alla classifica finale.

Sylveon

sylveon

Si dice che i Sylveon siano basati sulla figura del coniglio lunare, palesando le affinità fisiche con quest’ultimo. La sua palette di colori va dal rosa al blu, passando dal panna/crema. Queste tinte pastello ci suggeriscono una delle sue particolarità: era il 2013 e questo ammasso di pucciosità è stato il primo ad essere identificato come tipo Folletto. Lo incarnava perfettamente in ogni suo dettaglio, assieme ai suoi fiocchi e tutto il resto.

Il tipo Folletto è stato introdotto nella sesta generazione e Sylveon ne è stato il portavoce assoluto. Era dalla seconda generazione che non si vedeva un nuovo tipo a cui i pokémon potessero appartenere (con l’avvento di Buio e Acciaio). Ciò significava una rivoluzione totale delle strategie offensive e difensive di gioco. Immune al tipo Drago, considerato uno dei più potenti, ma superefficace sullo stesso, è stata una novità mica da ridere.

Inoltre, forse ovvio ma sempre meglio ricordarlo, un’ulteriore Eeveeluzione. Le speculazioni sulle varie e probabili evoluzioni di Eevee vanno avanti da tempo immemore, così Sylveon è stato (evidentemente) molto ben accolto dai fan.

Mimikyu

mimikyu

Tra la moltitudine di pokémon “nuovi”, Mimikyu attira l’occhio dello spettatore perchè è un chiaro rimando al passato. Siete stanchi del trito e ritrito roditore elettrico?

Il suo corpo è coperto interamente da un pupazzo di Pikachu che andava di moda 20 anni fa. Questo palese cenno al merchandising probabilmente si riferisce al fatto che il lancio di Pokémon Sole e Luna, primi giochi in cui appare Mimikyu, è avvenuto esattamente 20 anni dopo il lancio di Pokémon Rosso e Verde, i primi della serie dove ovviamente è presente anche Pikachu.

Greninja

greninja

Finalmente il vincitore! Perchè proprio Greninja? Beh, è un ninja… Serve aggiungere altro? Ah sì, è anche una rana! Questo pokémon è velocissimo, tanto da sembrare invisibile, il suo design è molto affusolato e fende i suoi nemici con shuriken di acqua.

È in grado di adattarsi a ogni situazione e in qualsiasi ambiente, infatti con l’abilità Mutatipo può cambiare il proprio tipo in quello dell’attacco successivo. Morfosintonia gli permette, invece, di cambiare forma diventando Greninja Forma Ash dopo aver mandato a terra un avversario. Infatti, potrebbe anche prendere ispirazione dal Galante Jiraya, un ninja che ha appunto il potere di tramutare sé stesso in un rospo.

Dapprima svelato attraverso un leak e quindi reputato da tutti falso, il suo destino viene stravolto quando viene effettivamente ufficializzato, destando così lo stupore del pubblico. Ricopre un ruolo centrale nell’anime Pokémon XY e Pokémon XYZ e viene inserito come personaggio giocabile in Super Smash Bros. e in Super Smash Bros. Ultimate. È semplicemente un mostriciattolo incredibile, vittoria meritata!

Annunci Pokémon Day 2020

Accettata come data simbolica per festeggiare il franchise, il 27 febbraio diventa un coacervo di annunci e novità. Il colosso statunitense Netflix, ad esempio, ha reso disponibile il film Mewtwo Strikes Back Evolution, il remake a tutti gli effetti del primo lungometraggio targato Pokémon.

Non sono nemmeno mancati i più svariati eventi sui giochi per mobile, da Pokémon GO a Pokémon Masters. Per quanto riguarda il primo, tornano disponibili Mewtwo corazzato, Charizard, Venusaur e Blastoise Clone, oltre a Pikachu, Eevee e i tre starter di prima generazione con cappellino. Del secondo, invece, vengono presentate nuove unità (coppia allenatore-pokémon) e un ipotetico evento con Argento e Ho-Oh.

Zarude

zarude pokémon day 2020

In occasione del Pokémon Day 2020 è stato inoltre annunciato un nuovo pokémon misterioso della regione di Galar: Zarude. Pokémon Scimmialigna di tipo Buio/Erba, è immune ai problemi di stato quando la luce solare è intensa grazie alla sua abilità Fogliamanto. Dalle sembianze scimmiesche, possiede delle liane che può far crescere da polsi, piedi e nuca, utili sia per spostarsi che per le loro proprietà curative. Vive in branco ed è ostile verso chiunque non vi appartenga.

Come ogni pokémon misterioso prima di lui (ad esempio Mew o Celebi), Zarude non può essere catturato durante il normale svolgimento di gioco, nella fattispecie Pokémon Spada e Scudo. Questo tipo di pokémon, infatti, è esclusivo di eventi.

Il pokémon Scimmialigna comparirà poi assieme a un Celebi cromatico nel lungometraggio numero 23 del franchise: Coco. In uscita nelle sale nipponiche il 10 luglio 2020, qui riveste il ruolo del padre nei confronti del protagonista umano cresciuto nella giungla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Crunchyroll rivela i suoi anime originali

Lady Oscar: la libertà di essere