in

La classifica definitiva delle opening di Bleach

Se vuoi avere un po’ di azione, devi essere al centro dell’attenzione…

bleach

È stato da pochi giorni annunciato un adattamento anime dell’ultima parte del manga di Tite Kubo, ovvero la Sanguinosa Guerra Millenaria, in onore del ventesimo anniversario dell’anime. Quale migliore occasione, quindi, per redigere una bella e succosa classifica delle migliori opening di questa pietra miliare dell’animazione giapponese? Bene, allora non perdiamo altro tempo, iniziamo!!

15. “BLUE” (ViViD)

È molto interessante l’attenzione che viene lasciata alle proporzioni e alla spazialità in quest’opening, con fendenti che riecheggiano tra intere file di edifici e Ichigo che abbatte i nemici come birilli. C’è così tanto combattimento qui, compresso in un tempo così breve, quasi difficile da seguire ma al tempo stesso molto accattivante.

14. “Anima Rossa” (Porno Graffiti)

Porno Graffiti ha una lunga esperienza nella composizione di musica per anime, accompagnando una grandissima varietà, da Fullmetal Alchemist a My Hero Academia. Un’opening dal carattere blues, che di sicuro sarà apprezzata dagli amanti del genere.

13. “Chu-Bura” (Kelun)

Quest’opening dà una visione del cast totalmente diversa dal solito, in quanto i nostri beniamini si stanno beatamente divertendo in spiaggia, per poi vedere Ichigo a scuola. Nel resto del brano vediamo comuni scene di combattimento, che vale comunque la pena vedere, essendo la qualità generale sopra la media.

12. “Harukaze” (Scandal)

Questa è l’ultima opening dell’anime, e omaggia la serie con un piccolo ritorno nostalgico a tutte le copertine delle altre opening. Il ritmo è un continuo crescendo, e le animazioni/scene mostrate sono iconiche e molto caratteristiche. La porta che alla fine si apre per mostrare gli sponsor è un tocco di classe, ammettiamolo.

11. “Alones” (Aqua Timez)

L’apertura di quest’opening è davvero inusuale, con il peluche (quasi una delle mascotte dell’anime) che intonano il brano in maniera struggente e melodica. Può sembrare una banale canzone di introduzione, ma per un amante della serie racchiude al suo interno emozioni e stati d’animo che si sono legati per sempre a specifici momenti della serie, indelebili nella mente dei fan.

10. “Tonight, tonight, tonight…” (Beat Crusaders)

Su cosa si basa un’opening di Bleach? Pose scandalose? Scontri frenetici? Beh, questa fa il pieno di stile, che potremmo quasi dire essere l’asso nella manica dell’opera. Ci sono frame che rimandano a scene della prima opening, ma più in grande stile, come le sagome rosse di Ichigo e Rukia, aizzati l’uno contro l’altra, ma proiettati su vari schermi televisivi. O i vari personaggi che ricevono il loro CD personale, etc.

9. “chAngE” (Miwa)

Quest’opening ci dà subito un ceffone in pieno volto quando vediamo la città natale di Ichigo polverizzarsi sotto un enorme fungo atomico. Altro punto molto interessante è quello in cui le due mani (quella buona e quella malvagia) si uniscono l’una all’altra, con in sottofondo la voce che si alza sempre di più nella sua vocalità. Davvero degna di nota.

8. “Velonica” (Aqua Timez)

Avete di fronte uno dei massimi esempi di cliché in Bleach: la posa. È infatti cosa nota che Tite Kubo non crea i suoi contenuti per la trama (non sempre ovviamente), ma molto spesso per far sfoggiare ai suoi personaggi armi devastanti e abbigliamenti decisamente appariscenti. In questa opening troviamo infatti quasi tutti i personaggi principali impegnati in pose maestose, con la camera che si sposta da un’angolatura ad un’altra. Buoni e cattivi si mescolano in un unicum davvero peculiare.

7. “Ichirin no Hana” (HIgh and Mighty Color)

In questo video possiamo vedere i nostri eroi stanchi e affranti sul campo di battaglia, così come il bankai di Shunsui. Vocalità decisamente non indifferente anche in questa opening, che adorna la fine di un’importante saga dell’anime, quella della Soul Society. Per non parlare dell’atttacco di Byakuya, quello sprizza CG anni 2000 da tutti i pori.

6. “Shojo S” (Scandal)

Per la serie “pose a non finire”, in questa troviamo anche le nostre beniamine Orihime e Rukia che si esibiscono in movimenti coreografici che si uniscono alla melodia, insieme ad una carrellata su tutti gli altri personaggi della serie.

5. “After Dark” (Asian Kung-fu Generation)

Le opening di Bleach possono rasentare l’epicità, per cui vi potreste stupire della tranquillità e pacatezza di questa. Le note sono rilassate (certo, anche qui abbiamo un apice, ma più contenuto); vediamo Ichigo correre sulla sabbia, la ripetizione di una simbologia che diventa ricorrente, l’interessantissimo layout nero e rosso della stanza delle lotte di Aizen. Il tutto condito da una sana dose di rock nipponico grazie alla band Asian Kung-fu Generation.

4. “D-technoLife” (UVERworld)

Per molti fan, questa è l’opening che definisce l’essenza stessa dell’anime. La band UNIVERworld ha realizzato un meraviglioso insieme di scene che rimandano gli amanti della serie in un mondo fatto di shinigami e spade; possiamo dire che faccia parte di quel filone di opening in cui i protagonisti corrono al rallenty verso la camera. Assolutamente degna di nota la scena in cui Yoruichi addenta la spada di Soi Fon e ne tiene un pezzo tra i denti.

3. “Asterisk” (Orange Range)

È particolare quanto poco questa opening, la prima dell’anime, ci faccia capire della trama dell’opera. Non si vedono ne spade ne shinigami, se non per qualche trascurabile scontro con tizi in kimono. Possiamo dire che ci vengano introdotti i personaggi che poi cresceranno di fronte ai nostri occhi.

2. “Ranbu no Melody” (Sid )

Come la precedente, anche questa opening è più degna di nota per quello che non mostra che non per quello che mostra. Ichigo ci viene mostrato solo per pochi istanti e poi, invece della classica scena dei personaggi che corrono verso la camera, abbiamo un insieme di immagini quasi psichedeliche, in cui i vari personaggi (alleati e villain) sembrano modificare lo spazio-tempo. Il frutto del genio di Masashi Ishihama, uno dei maestri dell’animazione delle opening, può essere visto sia come un corto animato in cui il climax è in ascesa vertiginosa, sia un tributo ai fan che per così tanto tempo avevano assiduamente seguito l’anime. Una delle migliori opening.

1. “Rolling Star” (YUI)

Quest’opening può quasi essere considerata un insieme di tutti gli aspetti che hanno reso Bleach leggendario. Ha uno stile particolare e affascinante, rende la città di Ichigo un mero sfondo, in cui le battaglie si compiono in silenzio. Abbiamo la visione (forse un po’ creepy) di Kurosaki che combatte contro la sua controparte hollow, con le anticipazioni del destino che in alcuni casi il futuro gli riserverà. Ma più di tutto questa opening serve a far vedere il senso di affiatamento tra i personaggi, che mangiano e combattono insieme. Anche questa è opera del maestro Masashi Ishihama.

🌐 Fonte

Quale di queste opening ti è piaciuta di più? Faccelo sapere nei commenti!

Comments

Leave a Reply

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Loading…

    0

    Cucina Giapponese: ricetta Mitarashi Dango

    Sazae-san Anime

    Sazae-san è il primo anime a vincere il premio Hashida