in , ,

La censura cinese non ne vuole sapere di “Darling in the Franxx”: al bando in Cina per contenuti sessualmente espliciti

Su pressioni delle autorità cinesi, il portale legale di streaming on demand iQYI ha rilasciato in questi giorni un breve comunicato stampa in cui comunicava la decisione di sospendere e rimuovere dal sito la serie original firmata Studio Trigger e A-1 Pictures.

🗯 Secondo voci di corridoio non confermate, la vicenda sarebbe partita a seguito della diffusione online di un video pubblicato da un noto critico di anime che ha fatto notare quanto Darling in the Franxx sia permeato da connotazioni di origine sessuale.

Questo aspetto deve essere stato segnalato alle autorità e tanto è bastato a prendere dei provvedimenti, che di fatto creano un danno economico importante poiché la serie era licenziata nel paese e ora è stata sospesa definitivamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Arriva dall’illustratore di One Punch Man il manga di Ritorno al Futuro

Dove lavorano i mangaka?