in , ,

I dati riguardanti gli stipendi medi nell’industria degli anime sono scoraggianti

L’industria degli anime è un settore difficile, quasi “brutale”. Gli stipendi medi possono essere relativamente bassi.

Quanto bassi? Diamo un’occhiata a come si dividono

Japanese Animation Creators Association ha pubblicato i risultati degli stipendi medi in relazione all’età, suddividendoli in base ai diversi settori che compongono l’industria dell’animazione.

L’animatore di Tokyo Thomas Romain ha creato un diagramma di flusso con il fine di spiegare meglio come i diversi lavori si relazionano l’uno con l’altro.

Gerarchia mondo dell'animazione nipponica

Il sito Web Washi’s Blog contiene anche una spiegazione utile sulle diverse fasi di realizzazione di un anime e di come questi si inseriscono all’interno del processo produttivo.

📈 Questo sondaggio risale al 2015, quindi i dati del 2018 potrebbero essere leggermente diversi. Oltre 750 persone hanno partecipato, con una ripartizione tra uomini e donne del 60 e 40 percento. Attraverso Yaraon!, All Nationz e 4chan, questi sono i risultati:

Ruoli nel settore dell’industria dell’animazione in relazione al salario medio percepito (https://telegra.ph/Lista-dei-ruoli-nel-settore-dellindustria-dellanimazione-in-relazione-al-salario-medio-percepito-08-30) ⬅️

🔝Nelle prime posizioni, come il Direttore Generale, percepiscono un buon stipendio, tuttavia, se lo si confronta con quello di un regista di serie televisive o quello di un regista di Hollywood, risulta essere significativamente più basso.

Più sconcertante è il dato che riguarda le ultime posizioni della classifica, dato che presenta molti lavoratori che non ottengono nemmeno un salario minimo garantito.

Secondo Mainichi News, Tokyo (dove si trovano molti studi di anime) ha il salario minimo garantito più alto in Giappone (varia a seconda della località) a 907 yen (8,18$) all’ora.

💬 Se questo è un dato troppo astratto, NHK ha trattato l’argomento degli stipendi percepiti degli animatori, mettendoli in termini concreti.
Gli animatori sono pagati circa 200 yen (1,80$) per disegno. Ed è possibile eseguire fino a 20 disegni al giorno. Per uno stipendio mensile di 107.833 yen (972$).

Ogni giornata lavorativa dura 11 ore con circa quattro giorni liberi.
È ancora più scoraggiante quando ci si rende conto che l’aumento del quantitativo di anime in produzione, non ha ridotto il numero di lavoratori che non riescono nemmeno ad ottenere un salario minimo in grado di garantire una sostenibilità economica per poter vivere in maniera adeguata.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Comments

0 comments

Intervista: Flavors of Youth

Account Twitter di Yamakan sospeso per comportamento offensivo, minaccioso e discriminatorio