in ,

I candidati per il Premio Eisner 2020

Se c’è un premio ambito e desiderato da tutti i fumettisti del mondo, quello è l’Eisner Award. Questo rappresenta un altissimo riconoscimento nel mondo del fumetto globale e come celebrazione è una delle più longeve e complete. Come ogni anno, anche in quest’anno particolare il Comic-Con International ha annunciato i candidati, tra i quali spuntano, come è ovvio, anche molti manga.

La rappresentazione artistica giapponese nel campo del fumetto è sempre stata omaggiata dal premio americano, a riprova del fatto basti pensare alle vittorie di Tokyo Tarareba Girls di Akiko Higashimura (nella sezione Migliore edizione americana di un fumetto americano – sezione Asia, candidato insieme ad Abara di Tsutomu Nihei, Dead Dead Demon’s Dedededestruction di Inio Asano e YURU CAMP di Afro) e Frankenstein di Junji Ito (nella sezione di Miglior adattemento di unaltra opera) Ecco i risultati di quest’anno:

🗳️ Miglior pubblicazione umoristica

🔖 La via del grembiule – Lo yazuka casalingo

Di Kousuke Oono, pubblicato su Kurage Bunch

Annunciato da pochissimo in Italia da J-POP, Gokushufudou effettivamente è spesso recensito come uno dei manga più esilaranti degli ultimi anni. Sarà la situazione surreale che dovrà affrontare il nostro protagonista, oppure la spregiudicatezza con cui si rompono i luoghi comuni e si toccano gli argomenti più delicati con umorismo disarmante. La storia ruota attorno al temibile e minaccioso Tatsu, denominato L’Immortale per rafforzare il suo lato famigerato, è un ex yakuza. Può un criminale trovare la strada dell’onestà e della disciplina senza ficcarsi in pasticci e guai deliranti?

Nel 1998 fu Gon Swimmin’ di Masashi Tanaka, una raccolta di racconti del divertentissimo Gon, ad aggiudicarsi il premio di questa categoria.

La via del grembile volume 1
Primo volume di Gokushufudou – La via del grembiule.

🗳️ Miglior opera basata su fatti reali

🔖 Lettera a me stessa – Dopo la mia prima volta

Di Kabi Nagata, pubblicato su Big Comic Special

Pubblicato da J-POP pochissimo tempo fa, My Solo Exchange Diary è il secondo volume dove Kabi Nagata si sfoga con la carta e getta servendosi dell’inchiostro tutta la sua adolescenza e il suo rapporto morboso con il sesso. Al contrario di My Lesbian Experience with Loneliness, questa è un’opera pubblicata su rivista e per l’occasione si presenta come un diario. La Nagata è una delle scrittrici più talentuose degli ultimi anni e le sue storie possono essere un sincero e generoso aiuto per tutti quei ragazzi che affrontano o hanno affrontato i mostri che l’artista dipinge nelle sue opere. Siano questi genitori, fidanzati, amici o sé stessi.

Nel 2010 il premio è stato conquistato da uno dei manga più importanti della storia nonché colonna fondamentale del genere gekiga, Una vita tra i margini di Yoshihiro Tatsumi.

Lettera a me stessa - Dopo la mia prima volta volume 1 e 2
I due volumi di Lettera a me stessa – Dopo la mia prima volta.

🗳️ Miglior adattamento di un’altra opera

🔖 Le montagne della follia

Di Gou Tanabe, pubblicato su Comic Beam

Pubblicato sempre per J-POP, Le montagne della follia è un folgarente esempio di come le narrazione lovecraftiane di Gou Tanabe siano curate ed efficientemente descritte. Da qualche anno a questa parte, l’autore ha deciso di gettarsi in un’impresa affatto semplice: adattare a manga il perturbante mondo di Howard Phillips Lovecraft. I racconti di Tanabe riescono nel loro intento, arrivando a mostrare tavole spaventosamente reali e sorprendentemente grottesche. L’opera ripropone la terrificante storia degli esploratori dell’Antartide. La squadra si imbatte in qualcosa che non avrebbe mai dovuto vedere: mastodontiche creature congelate. Dopo la narrazione del dottor William Dyer nessuno avrà il coraggio di intraprendere una spedizione simile.

Le montagne della follia volume 1
Copertina del primo volume giapponese de Le montagne della follia.

🔖 Usagi Yojimbo

Di Stan Sakai

Come si può percepire dalla mancanza della rivista, quest’opera non è un vero e proprio manga. Nonostante tutto è una delle storie più folgoranti degli ultimi anni ed indissolubilmente legata al Giappone. Pubblicata da ReNOIR in una pregiata edizione, Usagi Yojimbo è incentrato sulle avventure di Usagi Miyamoto, palesemente rifacimento a Musashi Miyamoto, leggendario samurai giapponese. Come si può evincere dal gioco di parole, Usagi è un coniglio. Un coniglio ronin, valoroso e devastante nell’arte della spada. Il nostro protagonista intratterrà moltissime avventure durante il suo musha shugyo (il pellegrinaggio del samurai). Un’opera americana, gemella di Ronin di Frank Miller, che fa l’occhiolino a moltissimi manga giapponese, riuscendo in una trasposizione eccellente.

Usagi Yojimbo edizione speciale
Volume dell’edizione speciale di Usagi Yojimbo.

🗳️ Miglior raccolta – albi

🔖 Un ragazzo gentile

Di Shin’ichi Abe, pubblicata su Garo

Prima di analizzare brevemente (ed ingiustamente) quest’opera tassello fondamentale del gekiga contemporaneo, si deve sottolineare come anche in questa sezione sia stato candidato Usagi Yojimbo (così come trova la candidatura anche nella sezione Migliore grafica).

Pubblicata per Canicola, Un ragazzo gentile cristallizza i canoni del gekiga proiettandoli una decade più in là. Shin’ichi Abe rappresenta forse l’erede più lampante e vicino a Yoshiharu Tsuge: tra la sua fragilità e le sue autobiografie drammatiche e costantemente minacciate dall’angoscia, dall’alcolismo e dalla droga. Negli sprazzi di luce di questa vita anonima e tormentata, Abe disegna, attività che diviene tanto terapeutica quanto pressante. Al suo esordio nel 1970, Miyoko Asagaya Kibun porta una ventata d’aria (sporca?) al watakushi manga, divenendo un’opera imprenscibile per tutti gli avventori delle immagini drammatiche.

Nel 2002 e nel 2018 la categoria viene conquistata da due edizione di Akira, il pilastro del manga di Katsuhiro Otomo.

Un ragazzo gentile giapponese
That Miyoko Asagaya Feeling, il manga di Shin’ichi Abe arrivato in Italia con il nome “Un ragazzo gentile”.

🗳️ Miglior edizione statunitense di opere straniere – sezione Asia

🔖 Beastars

Di Paru Itagaki, pubblicata su Weekly Shonen Champion

Opera su cui non è necessario dilungarsi troppo, visti gli eclatanti risultati ottenuti negli ultimi anni. L’avventura sentimentale di Legoshi ed Haru, che travalica i reami dell’amore per finire in una fervida protesta sociale, “antropologica” mista a qualche crisi esistenziale, sta conquistando ogni giorno sempre più lettori, desiderosi di approcciarsi ad una lettura originale. Vincitrice del 42° Premio Kodansha, Beastars è una delle opere più riuscite degli ultimi anni.

🔖 Atelier of Witch Hat

Di Kamome Shirahama, pubblicata su Morning Two

Medesimo discorso di prima, anche Atelier of Witch Hat è un’altra opera degna dei più svariati riconoscimenti. Tutta l’opera è immersa in un mondo magico; un reame fantastico che può celare le paure e i pericoli più reconditi, con cui Coco, la protagonista, entrerà in contatto istantaneamente. La storia dell’Atelier di Qifrey sta facendo il giro del mondo, sorprendendo, con una narrazione mai troppo soffice, tutti i lettori.

Potrebbe interessarti anche: Otaku’s Journal Consiglia: Atelier of Witch Hat

🔖 I gatti del Louvre

Di Taiyo Matsumoto, pubblicato su Big Comic Original

Anch’essa pubblicata da poco per J-POP, l’opera, profondamente ispirata a I guardiani del Louvre di Jiro Taniguchi, così come la sua edizione hanno un fascino unico. Le trame, sempre sospese ma al contempo frenetiche, trovano qui ambientanzione nel maestoso museo parigino, il Louvre. Sede di alcune delle opere più prestigose della storia del mondo ma anche delle noie di qualche custode, nonchè casa di moltissimi gatti. Questi sono i presupposti della storia, sarà la penna di Matsumoto a creare storie buffe incentrare su una visita inusuale nel museo.

I volumi de I gatti del Louvre, una delle edizioni più pregiate arrivate quest’anno in Italia.

🔖 Magic Knight Rayearth – 25° Anniversario

Di CLAMP, pubblicato su Nakayoshi

Un’edizione di lusso per celebrare il venticinquesimo anniversario di un fantasy immortale, nonché opera fondamentale per il genere maho shoujo e baluardo del tecno-fantasy. Le CLAMP, come al solito, si fanno capostipiti di movimenti rivoluzionari e la fase di Magic Knight Rayearth rappresenta uno dei loro picchi. La nuova edizione ci riporta su Cefiro, un mondo fantastico che trova la sua vitalità nella forza di volontà. Il fato ha voluto le protagoniste aspirassero a divenire Cavalieri Magici, paladine di Emeraude. Un manga in completo stile CLAMP, rivoluzionario sotto molteplici punti di vista.

Magic Knight Rayearth 25° anniversario
I primi quattro volumi (nell’immagine sono visti da dietro) che compendiano il primo set del box che celebra i 25 anni di Magic Knight Rayearth.

🔖 Il clan dei Poe

Di Moto Hagio, pubblicato su Bessatsu Shojo Comic

Un’altra colonna portante del manga, Il clan dei Poe è stato pubblicato in Italia da J-POP nella sua Moto Hagio Collection (dopo una pubblicazione precedente di Ronin Manga). Il manga, apparso per la prima volta nel 1972, rappresenta una svolta storica per il genere shoujo e non farà che illuminare la strada per l’incoronazione di Moto Hagio come regina del genere. Edgar e Marybell sono due fratelli cacciati di casa. Dopo essere quasi morti, vengono accuduti dalla famiglia Poe, un nucleo familiare di primo acchito normale ed ospitale, se non fosse per la loro natura da vampiri.

Il clan dei Poe omnibus
Primo volume della omnibus de Il clan dei Poe uscita l’anno scorso in Inghilterra.

Ricordiamo come quest’anno per l’annuale celebrazione della Will Eisner Hall of Fame siano candidati anche Moto Hagio e Keiji Nakazawa (autore di Gen di Hiroshima). L’anno scorso vennero candidati Naoki Urasawa e Akira Toriyama, ma nessuno dei due riuscì ad entrare nell’albo d’oro. Per adesso soltanto cinque nomi hanno avuto l’onore di entrare nella Hall of Fame: Osamu Tezuka, Kazuo Koike (Crying Freeman), Goseki Kojima (Lone Wolf and Cub), Katsuhiro Otomo e Rumiko Takahashi (Lamù).

Tutti i professionisti dell’industria del fumetto potranno votare fino al 18 Giugno, mentre la premiazione avverrà a Luglio.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Binge watching

Anime demenziali da guardare a cervello spento

Ma siamo proprio Sicuri che i “Crunchyroll Originals” siano una Buona Cosa?