in

Commenti a caldo – Fire Force

fire force commenti a caldo

Introduzione

Fire Force (En’en no shōbōtai) è una serie animata tratta dall’omonimo manga scritto e illustrato da Atsushi Ōkubo, autore già famoso grazie alla sua precedente opera “Soul Eater“. La serie è attualmente reperibile gratuitamente sul canale YouTube di Yamato Animation.

Il manga è stato pubblicato per la prima volta sulle pagine di Weekly Shōnen Magazine di Kōdansha nel 2015, ed in Italia è stato acquistato e viene tutt’ora distribuito dalla Panini Comics.

La versione animata è stata realizzata dallo studio David Production, che aveva già lavorato all’anime di “Soul Eater“, insieme allo Studio Bones, ma famoso soprattuto per gli adattamenti animati de “Le bizzarre avventure di JoJo“, “Inazuma Eleven” e “Cells at Work!“. La direzione è stata affidata a Yuki Yase, mentre la sceneggiatura a Yamato Haishima. Kenichiro Suehiro si occupa delle colonne sonore e Hideyuki Morioka del character design.

Trama

Tokyo, calendario solare, anno 198. Un misterioso fenomeno di autocombustione, che trasforma le persone in mostri di fuoco, sta sconvolgendo la capitale ed i suoi abitanti. Per fronteggiare questa minaccia sono state costituite delle unità di pompieri speciali. Shinra, un ragazzo dotato di uno speciale potere si unirà all’8 brigata speciale per fronteggiare questa potente minaccia e per trovare delle risposte al suo incognito passato.

Wikipedia

Impressioni “a caldo”

In questo articolo alcuni membri dello staff di Otaku’s Journal andranno a riportare le loro prime impressioni personali per ogni episodio del succitato anime. L’articolo sarà aggiornato ogni volta che un nuovo episodio verrà rilasciato. Ovviamente aspettiamo anche i vostri commenti.

Episodio 1 – Shinra Kusakabe si arruola

Crow

Wow! Allora, premetto che prima dell’annuncio della sua versione animata non avevo mai sentito parlare di Fire Force, ma già dal PV uscito a marzo, sembrava dovesse diventare il prossimo “MHA“. Le mie prime impressioni su questo nuovo anime dello studio David Production sono senza dubbio positive. L’episodio d’apertura non ha affatto tradito le aspettative! Veniamo subito catapultati all’interno di un universo vivo e attivo (come Ōkubo ci aveva già abituato in Soul Eater), dove non si perde tempo e ci viene immediatamente mostrato con che minaccia abbiamo a che fare, i mezzi a disposizione per combatterla e le conseguenze che comporta affrontarla. Il protagonista sembra il classico ragazzo di stampo “shonen manga” a cui siamo abituati, ma il piccolo tic che lo fa sorridere nei momenti di ansia o di nervosismo è una caratterizzazione molto simpatica che lo distingue dalla massa ed aiuta ad empatizzare per lui. Durante l’episodio ci è stato inoltre presentato il resto del cast, ovvero gli altri membri dell’ottava brigata delle forze speciali dei pompieri. Non abbiamo ancora molto materiale per valutare questi personaggi, per cui per ora non mi sbilancerò. Non aggiungo altro per non cadere in spoiler, ma nel complesso questo episodio mi è sembrato molto promettente e ben fatto. La regia è stata anch’essa ottima, come del resto le animazioni. Cos’altro dire? Non vedo l’ora di continuare la storia del “ragazzo razzo sorridente”!


H A T O

Ammetto che ero estremamente ansioso, nel vedere come avrebbero animato questo anime, di sicuro non è la serie che più attendevo con trepidanza di quelle comprese nell’estate 2019 (per via di momenti di delusione provocati dalla lettura di certi volumi del manga). Parlando ora del primo episodio, cosa dire? (Mi calo nei panni di una persona che visualizza quest’opera per la prima volta), niente male l’idea di presentare una nuova causa di morte legata al fuoco, ovvero la combustione spontanea, il non conoscerne la causa ne l’origine rende il tutto più misterioso ed affascinante! Un’altra trovata molto carina a mio parere, è quella di introdurre nella storia, varie brigate di pompieri speciali che abbiano il compito di fronteggiare gli infernali, ma non utilizzando acqua o robe simili, bensì combattendo il fuoco con il fuoco (letteralmente). Parlando ora del protagonista, Shinra Kusukabe rimarca i tratti a parer mio del classico personaggio principale, ovvero la personalità un poco accesa, impaziente di giungere alle conclusioni e soprattutto dotato di un grande senso di coraggio e responsabilità verso i suoi compagni (a dispetto della sua espressione facciale. Solo a me pare una vaga raffigurazione di un diavolo?). Detto ciò, lasciamo che la trama vada avanti, magari il tutto si farà più curioso ed interessante, portando alle vicende un pizzico di piccantezza.

Episodio 2 – Il cuore di un pompiere

Crow

Mi è piaciuto davvero molto questo episodio. Più lento sicuramente del precedente, ma più emotivo e riflessivo. Viene introdotto Arthur, la nuova recluta della brigata 8. Un ragazzo biondo che maneggia… Excalbur?! Ok biondino, fammi vedere di cosa sei capace. La sua fedele arma funziona un po’ come una spada laser. Arthur, appartenendo anch’esso alla terza generazione, è in grado di produrre fiamme, ma lui preferisce incanalarle all’interno della sua spada attraverso l’elsa, creando un’autentica spada laser a fiamma ossidrica. Davvero figo, non c’è che dire. Possiamo già intuire che tra lui e Shinra nascerà una della classiche amicizie/rivalità tipiche del genere shonen, ma ehi, squadra che vince… Mi aspetto molti siparietti comici tra i due come solo il maestro Ōkubo riesce a pensare. Non deludermi sensei! Mi feci piangere dalle risate in Soul Eater, spero tu non abbia perso il tuo tocco negli anni. Per finire, (anche perchè non voglio protrarre troppo a lungo il commento più di quanto non abbia già fatto) spendo due paroline sul soccorso della giornata. Questa volta abbiamo un Indendiato/Infernale perfettamente cosciente ed inoffensivo, che desidera solo farsi estinguere e non creare problemi a nessuno. Wow, quindi non tutti perdono la ragione? Interessante! Doveroso il discorso di Ōbi (il capo brigata) a Shinra e Arthur, che lancia sul piatto uno dei temi principali dell’opera. Sono pompieri, sì, ma sono anche esecutori e quello che fanno è letteralmente uccidere le persone che si incediano, per questo, bisogna portare rispetto ai parenti della vittima, mettersi nei loro panni ed essere più rispettosi possibile nei loro confronti, terminando la minaccia che i loro cari hanno creato in fretta e senza farlo soffrire. Piccolo ultimo pensiero per oggi, non ho ben capito dove volesse andare a parare la conversazione finale tra i due ragazzi di notte, ma probabilmente la capiremo in futuro. Verdetto? Mi sta piacendo moltissimo. Per ora è un testa a testa tra Vinland e Fire Force, con gli altri anime stagionali dietro. In hype per la 3a puntata!


H A T O

Riprendiamo il filo del discorso…dunque, in questo episodio abbiamo avuto il piacere di conoscere un personaggio molto particolare, ovvero Arthur Boyle. Bellissimo lo stile a parer mio, di come questi si presenta nel suo design esteriore, mi spiego meglio: la sua personalità ed il suo stato d’animo, ricalcano alla perfezione il virtuosismo dei cavalieri medievali, inoltre possiede anche una copia della leggendaria spada Excalibur! Arma del famosissimo re Artù (da cui poi prende il nome, bella trovata sensei Ōkubo!). Nonostante ciò, Arthur non è al 100% un prode vassallo, diciamo più che altro che almeno un 10% di se, reincarna perfettamente la figura di un samurai (solo io ho notato il codino?). L’episodio ci ha inoltre mostrato come una parte degli incendiati non mostri ostilità verso le persone comuni, bensì conservi una parte di umanità e di rimpianto per la vita passata. Senza tralasciare, inoltre, che abbiamo conosciuto meglio molti componenti dell’ottava brigata, Iris la suora, già mostratasi molto gentile verso il nostro protagonista, il capitano Obi, in tutta la sua semplicità raffigura una sorta di “musa” per Shinra, Maki e i suoi…spiritelli di fuoco? Assomigliano molto alle anime di Soul Eater ed infine il tenente Hinawa in tutta la sua cattiveria nel spegnere quei poveri batuffoli di fuoco. Parlando ora del finale…(ho già visto che il mio collega qui presenta dei dubbi) chissà dove andrà appunto a parare il discorso tra i due ragazzi? Da buon lettore del manga vi lascio sulle spine…

2 Comments

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Dr. Stone prime impressioni

Commenti a caldo – Dr. Stone

Prime impressioni Isekai Cheat Magician

Commenti a caldo – Isekai Cheat Magician