in

Commenti a caldo – Dr. Stone

Dr. Stone prime impressioni

Introduzione

Dr. Stone è una serie animata tratta dall’omonimo manga disegnato da Boichi (già noto per “Origin”) e scritto da Inagaki Riichiro, che si era già occupato della scrittura di “Eyeshield 21”. La serie è disponibile su Crunchyroll sottotitolata in italiano.

Il manga è pubblicato da Marzo 2017 sulle pagine di Weekly Shounen Jump, la rivista più famosa del settore. In Italia è pubblicato da Star Comics dal Novembre 2018.

L’anime è realizzato dallo studio TMS Entertainment, che ha già prodotto, tra numerose altre cose, “Detective Conan”, “Megalo Box”, “ReLife” e “Yowamushi Pedal”. La regia è di Iino Shin’ya, che ha recentemente lavorato come assistente regista e regista di alcuni episodi per Made in Abyss. Lo sceneggiatore è Kido Yuichiro mentre le musiche sono di Tsutsumi Hiroaki e il character design dell’anime è di Iwasa Yuuko.

Trama

La civiltà umana, da come la conosciamo, è cambiata nel corso dei millenni ed ora si trova alle prese con una catastrofe di proporzioni globali: un fenomeno inspiegabile che ha tramutato le persone in pietra. Gli unici sopravvisuti sono Ooki Taiju e il suo amico Senkuu. I due indagheranno sulle cause che hanno portato a questa situazione e sul perché soltanto loro si siano risvegliati.

Impressioni a “caldo”

In questo articolo alcuni membri dello staff di Otaku’s Journal andranno a riportare le loro impressioni personali ad ogni episodio del succitato anime. L’articolo sarà aggiornato ogni volta che un nuovo episodio verrà rilasciato. Ovviamente aspettiamo anche i vostri commenti.

Attenzione: sono presenti spoiler!

Episodio 1 – Stone World

Dr. Stone episodio 1
Crow

Dunque, se devo essere sincero questo è stato il “primo episodio” che mi ha colpito meno tra gli anime stagionali che sto seguendo (per ora sei). Non è che mi sia dispiaciuto, ma onestamente mi aspettavo qualcosa di diverso a livello di trama, tempi e animazioni. Il fenomeno della pietrificazione (ciò su cui si basa l’intera opera), è stato introdotto e liquidato nel giro di pochi minuti, inoltre, per un anime basato sulla scienza, mi è sembrato molto poco scientifico. Ho molti dubbi e domande a proposito, come ad esempio: Da quel che si è visto le persone sono state ricoperte da una membrana rocciosa, non si sono pietrificati loro stessi, perciò come hanno fatto a sopravvivere migliaia di anni in quelle condizioni, senza mangiare, né bere o dormire? Ed anche se ci fosse una spiegazione a questo, la mente umana impazzirebbe a passare 3700 anni in solitudine e senza poter muovere il proprio corpo. Passiamo poi all’uccellino che viene utilizzato da Senkuu come cavia per gli esperimenti. Nell’esatto istante in cui viene liberato ricomincia subito a volare, quasi come se per lui il tempo si fosse fermato e poi avesse ricominciato a scorrere. Non potrei vederla in nessun altro modo, dal momento che un uccello rimasto fermo per 3700 anni non riuscirebbe a volare, essendosi i suoi muscoli atrofizzati, così come per le persone. Questa è solo un’ipotesi, premetto, ma se per l’uccellino è stato così, perché per Senkuu e Taiju il tempo non sembra essersi fermato durante quel periodo, ma anzi, i loro cervelli hanno continuato a pensare ed a mantenere lucidità? Questa è una di quelle domande per cui continuerò a seguire quest’anime, e che forse alla fine me lo farà amare, o forse a causa di questa deluderà le mie aspettative.

Andrea dokusha

Bello come primo episodio. Devo dire però che anche se mi aspettavo una partenza col botto quest’inizio è stato più “tranquillo” di quanto mi aspettassi.
Molto cool il protagonista, Senkuu, mi piace la sua voce e mi sta parecchio simpatico. Il classico personaggio che è un pozzo di conoscenza e che non mancherà di divertirci tirando fuori una cosa dopo l’altra durante la serie.
Riguardo a Taiju, è stata tenera la scena in cui lui e Yuzuriha si ritrovano davanti al veterinario, entrambi con un uccellino pietrificato tra le mani. Però a parte quello ho trovato troppo banale la sua presentazione, e vi è stato dedicato anche troppo tempo. Immagino che gli volessero rendere giustizia perché non fosse oscurato da Senkuu, che è decisamente più cool… Ma non credo ci siano riusciti un granché.
Il character design originario mi piace molto, e la grafica dell’anime è buona. Mi aspettavo qualcosina in più da questo punto di vista, forse, ma va bene anche così. Non posso certo pretendere i disegni del manga… E a proposito, posso già dire che avrò molte difficoltà a non iniziarlo prima che termini la serie, a meno che non ci siano cali di interesse da parte mia.
Personalmente spero tanto che ci mostrino un pochino di vera scienza. Cioè non solo nozioni scientifiche, ma il vero metodo scientifico. Per quanto sia strano non ricordo un singolo manga o anime in cui sia stato sviscerato in modo soddisfacente, anche se ce ne sono bizzeffe con elementi scientifici e fantascientifici (o pseudo-scientifici).
Nel complesso ho gradito questa presentazione della serie.


Episodio 2 – King of the Stone World

Dr. Stone episodio 2
Crow

Devo ammettere che questo secondo episodio mi ha colpito un po’ più del precedente. Si inizia a sentire odore di avventura. Tralasciando le molte domande in sospeso che mi ha lasciato l’inizio, stiamo procedendo a passo spedito verso la formazione completa del cast. Ultima “new entry” è il ragazzo più forte del liceo che frequentano i nostri protagonisti, risvegliato per necessità da Senkuu e Taijo per farsi salvare la pellaccia da dei feroci leoni. Una figura che ricorda in tutto e per tutto quella di Tarzan e dotato di una forza tale da uccidere un leone con un pugno. Mmm… tutto nella norma, siamo in uno shonen, giusto? Tornando ai pensieri ed alle speculazioni, abbiamo visto ben chiaramente che solo certe specie di animali si sono “pietrificate”, come ad esempio l’uomo e gli uccelli, ma molte di esse non hanno affatto subito gli effetti del fenomeno. Spero e credo ci verrà fornita una spiegazione in futuro in merito a questo dettaglio. —Ultimo pensiero—. Come mai alcune persone hanno subito una pietrificazione parziale, vendendo solamente avvolti da uno strato di quel minerale misterioso, mentre altre ci sono letteralmente rimaste di sasso? Parlando e ragionando con un amico ci siamo forse dati una risposta. A detta di quanto mostrato, Senkuu e Taijo, come per il nostro Tarzan, non sono stati “avvolti dalle tenebre”, ovvero pietrificati del tutto, perché sono riusciti a mantenere la mente attiva avendo un obiettivo fisso in testa e grazie alla forza di volontà (?). Mentre altre persone non abbastanza motivate o forti di spirito hanno finito per venire completamente inghiottiti da quell’oscurità. Ora, mettiamo sia così, che certezza hanno i protagonisti che anche Yuzuriha sia riuscita a mantenere la mente attiva per tutto quel tempo e che non sia stata pietrificata interamente? Perché se così non fosse, il siero che hanno prodotto che scioglie la parte minerale la corroderebbe completamente.

Andrea Dokusha

Quest’episodio mi ha un po’ deluso, per vari motivi. Al termine sento che non mi ha dato altro che un personaggio interessante (il che non è male, ma non abbastanza per 21 minuti di puntata, per come sono andate le cose).
Attendevo solo pura sopravvivenza con un bel po’ di trucchetti scientifici applicati, e magari qualche nuovo personaggio secondario. Invece sembra che Dr. Stone stia bruciando le tappe iniziali (caratteristica che ritrovo in tutti i nuovi titoli di Shounen Jump simili che seguo, come Kimetsu no Yaiba). Ci ritroviamo così uno scontro con dei leoni gestito in modo improbabile, come se un solo uomo potesse avere la meglio fisicamente su un grande felino. Non ho visto indizi che la forza sovrumana di Tsukasa sia dovuta alla pietrificazione, ma soprattutto Senkuu avrebbe potuto prevederlo, in quel caso? Vedere lo scontro ha decisamente riassestato la mia sospensione di incredulità su questa serie, il che non è affatto buono se si considera l’accento che essa pone sulla scienza. Dovrebbe rappresentare le cose in modo “realistico”, insomma mi aspetto fantascienza pura qui, non… “roba alla Shounen Jump“… Ok, in effetti suona strano.
Altra cosa importante è che lo scontro ideologico ormai annunciato fra Senkuu e Tsukasa, in breve, non mi interessa in quanto tale. Mi interessa però vedere come si svolgerà (sarà sicuramente una parte importante della serie).
Ultimo punto di demerito: la qualità grafica non mi è piaciuta proprio. Ho avuto l’impressione di dover aspettare i blu-ray (tuttavia lo sto guardando adesso).
Per concludere, sembra che la puntata mi abbia fatto parecchio schifo da quanto ho scritto, ma non è così: almeno Tsukasa è un personaggio interessante e che porta movimento nella trama (e anche fisicamente nella storia). Mi ha ricordato tantissimo il Sinbad di Magi, una persona dotata di forza e intelletto straordinari che vuole imporre la sua volontà sul mondo, adattandolo alla propria visione. Mi aspettavo però qualcosa di diverso dall’episodio.

—Risposta a Crow—
Sono d’accordo sull’importanza di mantenere la mente viva per sopravvivere alla pietrificazione. Hanno posto molto l’accento su quest’aspetto nel primo episodio quindi penso sia così. Per quanto riguarda Yuzuriha, sarà viva per convenienza della trama…? Oppure il nostro Senkuu ha già calcolato le probabilità che sia sopravvissuta? (Propendo per la seconda ipotesi). Chissà, magari avremo delle sorprese.


Episodio 3 – Le armi della scienza

Crow

Mmm… se da una parte quest’episodio è stato più movimentato e simpatico (anche grazie all’introduzione di Yuzuriha tra i membri del cast), dall’altra non è stata assolutamente posta attenzione a quel dettaglio importante che mi sarebbe piaciuto veder chiarito, uff… Yuzuriha come non si è pietrificata totalmente? Ha mantenuto anche lei la mente attiva per 3700 anni? La mia teoria è giusta o sono fuori strada? Non hanno parlato minimamente di queste cose! AAAAAH!

-Ok, riprendo il commento a mente fredda.-

Qualcosa di interessante è stato detto. Veniamo a conoscenza da Senkuu della struttura del misterioso minerale che li ha ridotti in pietra (anche se in maniera un po’ confusionaria). Non sono sicuro di aver capito totalmente la sua spiegazione… ma ha detto che è come uno stato di ibernazione che viene scatenato dalle tracce di sostanze chimiche e minerali nel corpo… certo, anche la sua è un’ipotesi, il che vuol dire che potrebbe non essere corretta.

Ad ogni modo, -ultimo pensiero su questo episodio- Senkuu sta spingendo parecchio per creare armi da fuoco. E’ vero che lui è per l’evoluzione ed afferma che siano l’unico modo per battere Tsukasa, ma è anche vero che queste non sono un’invenzione che ha portato del bene all’umanità e lui sta per creare dei congegni letali in un mondo preistorico e senza regole. Non credo sia la scelta migliore…

Devo ammettere però che questa serie stia cominciando a prendere un po’ di pepe e che mi stia incuriosendo sempre di più al mistero della pietrificazione… ma gli manca ancora qualcosa perché mi convinca al “millemila per cento”!

Andrea Dokusha

Quest’episodio è stato più divertente. Siamo finiti dritti dritti nello scontro frontale fra Tsukasa e il gruppo di Senkuu (a cui si è aggiunta Yuzuriha). Mi sarebbe piaciuto vedere la situazione di tensione fra i due protrarsi ancora per un po’, ci vedo un minimo di fretta anche qui. Per il momento attendo di vedere come si evolve la storia per giudicare, comunque.

Per quanto riguarda le due “ideologie” mi trovo più d’accordo con Senkuu (naturalmente), anche se non del tutto, ma continua a non interessarmi il modo in cui si sono approcciati al problema, che potenzialmente potrebbe essere molto affascinante. In che ordine risvegliare le persone? Risvegliare tutti?

Quindi ora ci attende la polvere da sparo come prossima meraviglia scientifica… Invece mi chiedo se il quarto uso della calce tornerà nella storia, se non sbaglio Senkuu non l’ha più spiegato. Penso si tratti di una cosa che ha a che fare con i corpi (non pietrificati), personalmente, e non so in quale contesto potrebbero usarla.

Non ho capito come ha fatto Tsukasa a capire che andavano a Hakone… Che abbia i superpoteri questo ragazzo? Dopo il disappunto per lo scontro coi leoni adesso attenderò anche per giudicare ulteriormente queste abilità sovrumane. Ah, a proposito, vi consiglio di guardare “Run with the wind”…

In ogni caso almeno ci hanno dato una spiegazione (sommaria) di cosa sono i segni che hanno sul corpo dopo essersi risvegliati.
Graficamente niente da ridire stavolta.


Episodio 4 – Innalzate i segnali di fumo

Crow

Senkuu contro Tsukasa. Scienza contro ideali. Chi ha ragione?
Devo ammettere che dopo una partenza non proprio sul pezzo, questo Dr. Stone sembra star recuperando terreno ad ogni episodio. Sta diventando sempre più interessante.

Senkuu riesce a creare la polvere da sparo per mettere Tsukasa alle strette, mentre quest’ultimo con l’acutezza di uno spillo (che L spostati) riesce a capire tutto e decide di andare a fermare il suo rivale. Nel mentre assistiamo anche ad un siparietto romantico tra Yuzuriha e Taiju, la quale chiede al ragazzo cosa volesse dirle 3700 anni prima sotto l’albero di canfora. Stavo guardando la scena con un amico, quando lui, durante la suspence urla: “Diglielooo!”, al che rispondo: “Non glielo dirà mai Nico, è uno shonen…”. Lui ribatte: “Sì, ma ha aspettato 3700 anni per questo”, ed io “fidati, non glielo dirà”, quando Taiju esordisce subito dopo con “Mi spiace, te lo volevo dire, ma alla luce dei fatti, per com’è la società ora, mi sembra molto egoista continuare il discorso” (o qualcosa del genere). Inutile specificare i versi di disapprovazione del mio amico e la mia risata isterica al riguardo. Hehe, un classico.

Nel finale invece, mi pare più che ovvio che Tsukasa non abbia torto un singolo capello a Senkuu. -Sono sicuro al millemila per cento.- Se ne uscirà con qualche frase tipo “vi avevo promesso che non vi sarebbe più successo nulla di pericoloso” o “volevo solo metterti alla prova”. Nella peggiore delle ipotesi ci andranno di mezzo Taiju o Yuzuriha, anche se lo escluderei. Non credo neanche che succederà qualcosa a Tsukasa, sarebbe stupido da parte dell’autore privarsi così di un valido rivale/antagonista con ideali saldi e già un minimo approfondito come lui. Vedremo vedremo, sta di fatto che… sì, è riuscito a mettermi curiosità e ansia addosso. Aspettiamo il 5!

Andrea Dokusha

Eccoci alla fine dell’episodio 4, che si chiude con un cliffhager orrendo.
L’episodio è stato gradevole, non ha annoiato per niente, e l’interesse per la serie resta.
Graficamente non lo sto apprezzando molto però. Forse metteranno a posto delle cose nei blu-ray, spero.

Mi fa molto piacere aver visto un po’ di approfondimento per il personaggio di Yuzuriha: temevo che sarebbe rimasta perennemente in secondo piano priva di caratterizzazione, invece si è messa in gioco fino a decidere di sacrificarsi per evitare che Tsukasa vincesse.
Non ho capito Senkuu qui… Affinché Yuzuriha viva felice con Taiju riveli la ricetta per risvegliare le persone a Tsukasa e ti fai uccidere? Così da provocare la morte di innumerevoli altri per mano di Tsukasa? Non posso essere d’accordo… Senkuu è gentile quanto vogliamo ma questo è ridicolo, sconfiniamo nel buonismo.
Ripeto qui anche che non ha senso il punto di vista di Tsukasa per me: non avere gli “strumenti” della scienza non significa creare un mondo privo di conflitti in cui non c’è qualcuno che prevarica sugli altri. Pensarlo è terribilmente ingenuo, e sta mettendo alla prova la mia sopportazione onestamente! Da che mondo è mondo, con le pietre o con le bombe gli esseri umani hanno generato conflitti, è una cosa che credo sia inevitabile, almeno non evitando di conoscere la scienza moderna. Non conoscerla fa solo restare le persone nell’ignoranza secondo me.

Cambiando argomento, è elettrizzante che ci siano altre persone già sveglie che rispondano ai segnali di fumo. Incontriamo qui uno dei personaggi della sigla, la ragazza bionda, che probabilmente parlerà inglese (e giapponese).

Poi avevo sbagliato sul quarto uso delle conchiglie, pensavo servissero per produrre la calce che si può usare come disinfettante; a quanto pare servono per la polvere da sparo.

In conclusione, finora Dr. Stone è una buona serie, pur se non (ancora?) all’altezza delle aspettative che avevo.


Episodio 5 – Stone World — The Beginning

Dr. Stone episodio 5
Crow

Proprio quando sembrava stare recuperando terreno… ecco che scivola di nuovo. Vado dritto al sodo.

Ho sbagliato le mie previsioni nel commento del precedente episodio, Tsukasa ha effettivamente colpito Senkuu in modo da ucciderlo. Non me lo aspettavo….ma perché non me lo aspettavo?

Il fatto è che l’autore ha fatto qualcosa di irrimediabile. Una persona a cui spezzi la colonna vertebrale, muore. Come pensa di salvare il suo protagonista da una morte inevitabile? Nell’età della pietra, per giunta.

Inizialmente viene mostrato un pezzo di minerale (davvero di piccole dimensioni) dietro al collo di Senkuu che non si era ancora staccato.
Così, pensai: “Se la vogliono giocare dicendo che quel pezzetto di roccia minuscola gli ha protetto l’osso del collo dalla rottura?”, ma poi ecco la fantascienza entrare prepotentemente in scena.
Taiju ci ricorda che “l’acqua miracolosa”, ovvero il liquido del risveglio è in grado di riparare piccoli danni nei tessuti quando viene applicata su un soggetto pietrificato e capisce che il suo amico si sia fatto colpire volontariamente in quel punto, per poi essere salvato da lui in un secondo momento.

“Riparare piccoli danni nei tessuti” equivale ad una colonna vertebrale spezzata? Sono davvero perplesso. Con questa trovata l’opera ha perso molta credibilità, per quanto mi riguarda.

Per ora è una serie con del potenziale che, però, sta facendo molti passi falsi. Chiudi un occhio su quello, chiudi un occhio su questo, ma se teniamo entrambi gli occhi chiusi il mio grado di apprezzamento cala per forza.

In più, esprimo una prima valutazione sui personaggi e devo dire che, fin qui, nessuno di loro mi ha colpito o coinvolto emotivamente, né riesco a preferire l’uno o l’altro. Mi risultano tutte personalità surreali e distaccate da quello che dovrebbe essere il comportamento di un liceale. Non sto riuscendo ad empatizzare con loro.

Forse è un po’ presto per scendere a conclusioni sui personaggi, ma la rubrica si chiama “commenti a caldo”, perciò se non dessi una mia opinione non avrebbe senso. Spero inverta presto la rotta e crei quanti più spunti interessanti per continuare la visione, perché per ora la struttura d’avanzamento dell’opera è davvero semplice e lineare.

Migliorerà? Lo spero. Continuerò la visione? Sicuramente, ma il mio voto complessivo per ora raggiunge a malapena la sufficienza.

Andrea Dokusha

Decisamente il meno appassionante degli episodi usciti finora.

La puntata è stata troppo lenta, perfino estenuante qua e là, con scene fatte quasi di fermi immagine. Devo quindi ribadire come la parte grafica non mi sta entusiasmando: anche se i character design sono molto piacevoli poi la resa non è delle migliori. Ormai dubito che si possa mettere tutto a posto nei blu-ray, dovrebbero ridisegnare mezza puntata, cosa che mi potrei aspettare da Shaft, non so da TMS Entertainment (che non conosco abbastanza).

Parlando del modo in cui Senkuu torna in vita, non mi è piaciuta come soluzione. Alla faccia della scienza proprio, usiamo la pietrificazione per tappare i buchi?
*Riparare i buchi in effetti.
Davvero ci spiegheranno come pochi centrimentri di pietra rimossi dalla pelle possano rigenerare le ossa e i nervi del collo in una frazione di secondo?

Senza contare che Taiju e Yuzuriha sono stati minuti a trasporare Senkuu privo di vita… Ora, potrebbe anche essere che in realtà ci hanno impiegato pochi secondi… ma ragionandoci è poco probabile: Taiju ha prima compianto Senkuu, poi lanciato il masso causando l’esplosione, e poi si è allontanato da Tsukasa. E poi ha dovuto ragionare su come curare Senkuu. Tutto questo non poteva avvenire in meno di 2-3 minuti a occhio. Nel frattempo l’ossigeno non arrivava alle cellule di Senkuu, che quindi dovrebbero essere danneggiate… Ora anche quelle sono riparate dal pezzettino di pietra?
Mi sbaglio o Senkuu è rimasto morto per tutta la puntata?? Me ne rendo conto solo adesso.
Non voglio attese di questo tipo, se una cosa accade in pochi secondi e non c’è un motivo davvero buono non la protraete per mezza puntata!

Non mi sono emozionato molto neanche nei momenti che avrebbero dovuto essere “commoventi”, cioè alla morte di Senkuu. Troppo enfatizzati e inoltre si sa che Senkuu non può morire a questo punto della storia perché la trama esiste e lui è il protagonista.

Non abbiamo neanche ancora visto la nuova ragazza. Però ci hanno regalato un flashback sul risveglio di Senkuu, che è sembrato piazzato lì un po’ senza connessione col resto onestamente.

La cosa migliore dell’episodio per me è stata Tsukasa, che anche se ha idee un po’ frivole è figo.
In conclusione, sembra quasi che io stia affossando questa serie, ma non è così. È stato un brutto episodio, e certo Dr. Stone mi sta deludendo a questo punto, però nutro ancora speranze di ripresa.

Aggiungo solo che voglio più sequenze con Yuzuriha che fa “shururururu~ shururururu~”. Migliorerebbero tutto.

—Risposta a Crow— Anch’io vedendo il pezzetto di pietra sul collo di Senkuu avevo pensato che lo avesse protetto dal colpo, e invece…


Episodio 6 – I due regni del mondo di pietra

Crow

Roller coaster, ok. Come oramai Dr. Stone ci ha abituati, dopo una puntata così così, ne segue una buona e viceversa. Questa è la volta della puntata buona e devo dire sinceramente che non è stata affatto male.

Senkuu, come era prevedibile, scampa alla morte, resuscitando nel vero senso della parola grazie alla già tanto discussa proprietà rigenerante della de-pietrificazione. Il nostro protagonista asceso a divinità ci spiega come le sue ipotesi fossero corrette e come le miracolose proprietà del fenomeno abbiano superato perfino le sue aspettative. Tutto ciò si conclude con un “Esperimento riuscito” da parte di Senkuu. Eeeh… ok, lo accetterò per come me l’hanno presentato, mi sono già espresso a sufficienza la volta scorsa su questo argomento.

Ma c’è di più! Finalmente, grazie al flashback ed ai ragionamenti di Senkuu una delle mie domande iniziali si è quasi risolta: Come mai alcune persone si sono pietrificate interamente, mentre altre no?
A quanto pare, non si subisce la pietrificazione totale se lo strato di minerale che avvolge il corpo NON si deteriora, mentre, al contrario, se quest’ultimo subisce dei danni, tutta la materia organica all’interno viene tramutata in pietra. E’ strano, è vero, ma potrebbe davvero essere la chiave di volta per capire il meccanismo di questo fenomeno ancora avvolto nel mistero. Mi sono parecchio esaltato in seguito a questa pseudo-spiegazione, era proprio quello che aspettavo!

Una nota negativa è stata però la separazione dal cast principale di Taiju e Yuzuriha. “Davvero li vogliono liquidare così?” ho pensato subito, ma, successivamente, ragionando sulle parole che Senkuu potrebbe aver rivolto in segreto a Yuzuriha mi ha cominciato a quadrare qualcosa… Collegate “proprietà miracolose della de-pietrificazione”, con “esperta di lavori di artigianato”, con “persone ridotte in pezzi da Tsukasa“. E’ vero che Senkuu poco prima ha smentito la possibilità di riportare in vita statue frantumate, ma se, invece, avesse trovato un modo per farlo, e grazie alle abilità di Yuzuriha riuscirci?
Quel “potrebbe volerci molto tempo” non può che farmi pensare che continui con “per rimettere insieme tutti i pezzi delle statue rotte da Tsukasa“. Per questo ha deciso di mandarli nel suo “regno”. Se è così, lo accetto, accetto perfettamente che Taiju e Yuzuriha escano dal cast principale, perché la motivazione è più che valida.

Ultimo punto del commento di oggi. Abbiamo conosciuto Kohaku, la ragazza che, a quanto pare, è già candidata per il titolo di “best girl” della serie. Vedremo più avanti per quanto riguarda ciò, piuttosto, vorrei porre l’accento su un’altra questione. La ragazza abbiamo capito sia figlia di due persone già precedentemente svegliate dalla pietrificazione (altrimenti non potrebbe conoscere il giapponese), ma è possibile che come figlia di tali lei abbia ereditato proprietà rigenerative?
Mi spiego meglio. Quando Kohaku viene lanciata a terra da Tsukasa, non ricordo grosse crepe nel terreno, ma dopo l’arrivo di Senkuu, la ragazza è disposta dentro una solco abbastanza grande da contenerla. Tutto questo a cosa mi fa pensare? L’albero deve aver effettivamente schiacciato Kohaku e nel frattempo aver creato quella crepa nel terreno, in seguito, la ragazza deve aver rigenerato i danni ed esser rimasta bloccata nel solco creato da lei stessa. Potrei essere totalmente fuori strada, magari anche solo perché il solco c’era già prima (anche se non mi era sembrato di vederlo) e Tsukasa ha mirato proprio a quel buco prima di far cadere a terra la ragazza, o perché nell’arco di tempo in cui Senkuu si precipita sul posto dopo aver sentito lo schianto e il suo effettivo arrivo è passato troppo poco tempo… Non so come sia andata effettivamente, ma se fosse come immagino, la frase di Kohaku “le mie ossa ed i miei organi interni sono a posto, posso resistere” acquisirebbe certamente più senso.

Le ho sparate grosse stavolta, solo il tempo ci dirà quanti pali in faccia prenderò con queste supposizioni, eppure farle mi rende più curioso di sapere quale sia la verità.

Riassumendo questo commento decisamente molto prolisso, possiamo dire che sia stato davvero un grande episodio per Senkuu. E’ resuscitato ed ha anche rimorchiato, gg mate. Scherzi a parte, buon episodio. Le animazioni continuano a non essere un gran che, però.

Andrea Dokusha

La prima metà della puntata è stata piuttosto noiosa, non ha aggiunto praticamente niente a quel che sapevamo già… Da metà in poi invece le cose si sono fatte più interessanti.

Quando finalmente Senkuu si è risvegliato ha messo in piedi un nuovo piano, che sfrutti il vantaggio dato dal fatto che Tsukasa lo crede ormai morto. Purtroppo non ne sappiamo ancora i dettagli, rivelati solo a Yuzuriha: in breve lei e Taiju dovranno infiltrarsi nel gruppo che Tsukasa costituirà d’ora in avanti, aspettando che Senkuu formi un altro gruppo per sconfiggere Tsukasa.
Molto interessante!

È entrata in scena anche Kohaku, la ragazza bionda che aveva fatto i segnali di fumo. Contrariamente a quel che mi aspettavo non è una delle persone risvegliatesi dalla pietrificazione, ma una loro discendente! Questo sì che mi ha entusiasmato. Spero che ci spieghino un sacco di cose su queste persone che hanno vissuto per alcune generazioni nel “mondo di pietra”.

Purtroppo Tsukasa è il primo a incontrare Kohaku, anche se lei lo aveva già osservato aggredire Senkuu e i suoi compagni. Così Tsukasa decide di fare della ragazza e dei suoi compagni dei sottoposti, in quanto ignoranti senza scienza e facili da controllare.
Siccome la priorità però è recuperare “l’acqua miracolosa” lascia Kohaku intrappolata, pensando forse di tornare da lei in un secondo momento.
Questa è l’opportunità per Senkuu di liberarla e… farsela amica? (O qualcosa di più?)

Le osservazioni “epistemologiche” che mi segnerò per questa puntata (tutte domande senza risposta) sono:
– Da dove veniva l’energia necessaria al funzionamento del cervello per 3700 anni durante la pietrificazione?
– Come funzionano i poteri “curativi” della depietrificazione, e come mai non riescono a ripristinare un corpo che si è frantumato in più pezzi?
– di che natura è stato l’attacco che ha pietrificato l’umanità? E soprattutto, è stato davvero un “attacco”?

Insomma, Dr. Stone conferma l’idea che me ne sono fatto finora: una serie interessante da seguire, ma che stenta ancora a prendere il volo a causa di momenti noiosi e qualche elemento poco convincente.
Magari le prossime puntate mi faranno ricredere.


Episodio 7 – Il luogo che ci riporta a due milioni di anni fa

Crow

Oh be, sembra che Senkuu abbia trovato un discepolo. Ora la forza scientifica verrà elevata alla seconda. Eheh.

Episodio ok, non troppo movimentato, la storia procede lentamente, ma si lascia guardare. Ho trovato simpatiche le gag e gli sfottò di Senkuu agli uomini “preistorici”.

Kohaku sembra davvero voler spodestare la sua rivale Yuzuriha, e per quel poco che abbiamo visto ci sta riuscendo (almeno per quanto riguarda i miei gusti personali).

Scopriamo che la sorella della nostra “best girl” è il capo del villaggio ed è molto malata (di cosa ancora non si sa) ed ha bisogno di cure. Cure che molto probabilmente le fornirà Senkuu, così da venire ammesso al villaggio.

Mmm… questa volta non ho molto altro da dire, non è successo praticamente niente di rilevante, eccetto quanto già detto. Come già detto prima, episodio ok, che non aggiunge niente e non toglie niente.

Andrea Dokusha

Oh, ecco una puntata interessante.
Abbiamo visto qualcosa di questa civiltà del mondo di pietra, c’è persino uno svitato che sta facendo rinascere la scienza!

L’episodio è stato gradevole, a tratti gestito un po’ male secondo me, perché mi sono annoiato qua e là, ma come sviluppo è stato interessante.
Quindi esiste già un piccolo villaggio con alcune decine di abitanti, con tanto di struttura sociale ben definita, una sacerdotessa in una specie di “acropoli” e delle guardie poste al suo unico ingresso. A quanto pare i malfattori vengono sbattuti fuori, ma gli abitanti non sono coscienti del fatto che ogni tanto una persona pietrificata si sveglia nei dintorni.

Mi chiedo cosa pensano delle “statue” di pietra che si trovano in giro, o se sanno qualcosa della depietrificazione (apparentemente no).
Da dove pensano di essere arrivati? Cosa pensano del mondo? Come hanno fatto a dimenticare tutte le conoscenze che i loro progenitori avevano quando si sono risvegliati?
Queste sono alcune delle domande per cui attendo e spero di vedere una risposta.

Molto molto interessante che Senkuu abbia trovato un compagno di giochi… Sarebbe stato bello assaporare più a lungo il loro incontro onestamente, come il racconto della storia della civiltà che Senkuu ha fatto. È stato mostrato molto velocemente, ma invece il dialogo, o almeno uno suo spezzone, sarebbe stato interessante.

L’impressione che ho per ora è che la serie è buona ma non fa tanto per me, e mi sto convincendo che in futuro ogni occasione o quasi per coinvolgermi maggiormente sarà sprecata… Le domande che mi sono posto troveranno tutte risposta? Vedrò un po’ più di scienza nelle vicende future?
Mah, restiamo a vedere! Continuerò a seguire con attenzione i prossimi sviluppi.

(Ah, e Kohaku è ancora molto lontana dal raggiungere Yuzuriha… Lei è troppo pucciosa).


Episodio 8 – Stone Road

Dr. Stone prime impressioni
Crow

Beh, che dire.

Un episodio carino, che non aggiunge e toglie niente.

Il cast è quasi totalmente cambiato, per cui servono altre 2 o 3 puntate di introduzione ai nuovi personaggi (di nuovo). Non si può certo dire che Dr. Stone stia riscuotendo successo per il ritmo della sua narrazione, che io personalmente continuo a trovare molto blando e poco coinvolgente. Ritengo, invece, che la sua fama si stia sviluppando grazie ai personaggi. Io non li sto trovando fenomenali, mi sembrano i classici personaggi shonen alla One Piece, strampalati ed al limite dell’umanità, ma capisco che possano piacere. Io sono per i personaggi più “umani”, sia mentalmente che fisicamente, all’interno del loro contesto. Penso siano più credibili e trovo più facile rispecchiarmici, ma qui, si tratta di gusti.

Tornando a noi, ci tengo a dire che Kohaku sia per ora il personaggio che più sto apprezzando dell’opera. Una ragazza con le palle, a cui non interessa l’etichetta, disposta a qualsiasi cosa per le persone a cui vuole bene. Non cade nello stereotipo classico della “tsundere”, né in altre categorie classiche degli shonen, sebbene mi ricordi comunque qualche personaggio già visto altrove. Staremo a vedere come decideranno si svilupparla, ma, al momento, la sto reputando interessante.

Sto iniziando anche ad apprezzare di più Senkuu. Quel suo continuo cinismo ed il suo fare da antieroe non mi stanno dispiacendo affatto. I protagonisti atipici sanno sempre il fatto loro e poco a poco si sta riscattando dall’impressione da “so tutto io” ed arrogante che mi aveva dato all’inizio, tuttavia continuo a non sentirmi in empatia con lui.

Ultima cosa. Ci viene detto nel corso della puntata che Ruri, la sorella maggiore di Kohaku, conosce diverse storie del passato e che, nonostante qualche errore, le abbia raccontate a tutti gli abitanti del villaggio. Ora, la domanda è scontata: come le conosce? Probabilmente essendo una specie di “oracolo” del villaggio, la verità sul passato dell’uomo e tutte le sue conoscenze sono state tramandate solamente a lei dal capo del villaggio o dal precedente oracolo. Inoltre, come accade nel gioco del “telefono senza fili”, più una parola o un concetto viene passato di bocca in bocca e più viene storpiato, allontanandosi sempre di più dal significato originale. Per questo, come la discussione sulla leggenda di Momotaro ci fa intuire, devono essere passate diverse generazioni dal risveglio dell’Adamo ed Eva che hanno popolato il villaggio, contando la quantità di dettagli differenti tra la versione della storia che conosce Senkuu e quella che conoscono i ragazzi.

Per ora possiamo solo supporre come funzioni lo schema sociale del villaggio, attendiamo nuove informazioni.

Ci vediamo al prossimo episodio e speriamo in un risvolto interessante dopo 2 puntate di calma piatta.

Andrea Dokusha

Non è successo molto in questa puntata, un po’ di preparazioni per il prossimo passo della storia (che sarà sicuramente l’accettazione di Senkuu da parte del villaggio… se tutto andrà bene).

Un’interminabile sequenza di gag, qualcuna più carina qualcuna meno. Senkuu ci ha spiegato un pochino del lavoro necessario per creare un antibiotico a base minerale, e il primo passo è stato provare a fondere del ferro. Non si è rivelata una cosa semplice, anche se il suo gruppo è riuscito con facilità a trovare la materia prima.

In quest’occasione abbiamo anche sonosciuto Zucca, o meglio, Suika, che va in giro con una zucca in testa e apparentemente può trasformarsi nel vegetale, così da non essere notata! Be’, utile come abilità…
Le ha consentito di indagare sugli abitanti del villaggio (e così li abbiamo conosciuti un po’ anche noi). Qualche nuovo braccio sta per aggiungersi alla forza lavoro di Senkuu!

In effetti fondere il ferro richiede un sacco di lavoro manuale e in quattro non si riesce a farlo, a quanto pare. Senkuu allora ripiega sul raccogliere il miglio, dal quale ottiene dalla farina con cui fare gli “spaghetti” tipici del ramen. Procede dunque a preparare la pietanza per tutto il villaggio… Come sarà valutato il piatto? Il nostro aspirante chef supererà la prova del neolitico? Lo vedremo nella prossima puntata.

Nel complesso non male ma mi sono un po’ annoiato. La parte grafica è stata davvero pessima per quanto mi riguarda: anche se i disegni in generale mi continuano a piacere non sono stati quasi animati e le scene comiche mi sono piaciute anche meno. Quel che mi ha infastidito, più che le scene singole, è stato il loro susseguirsi sullo schermo. Tutto troppo fermo!

Avete indovinato come voterei Dr. Stone finora? Probabilmente no, sembra che lo stia affossando soltanto, e invece gli darei un 7 o poco più. Vedremo se migliorerà.


Episodio 9 – In questa mano c’è la luce della scienza

Crow

Dr. Stone episodio 9. Un episodio di grande rilevanza per la trama. Colpi di scena da mozzare il fiato e animazioni grandiose!

Così mi sarebbe piaciuto dire.

Mentre anche questa settimana abbiamo un episodio che porta avanti il minimo indispensabile la trama… (ormai non so più neanche come definirla) mmm… avventura magari è più azzeccato. Anche questa settimana abbiamo portato avanti l’avventura il minimo indispensabile, abbiamo creato un magnete e la lampadina. Buone invenzioni, assolutamente, ma l’antibiotico? “La panacea universale in grado di curare ogni male”, quello per cui sai… hai radunato forza lavoro portando via praticamente tutta la scorsa puntata, cucinato il ramen per coinvolgere gli abitanti del villaggio, quello per salvare Ruri… che fine ha fatto, Senkuu?

Boh, altri grandi interrogativi di quest’anime. Sinceramente sto capendo che per continuare la visione devo mettere via ogni briciolo di coerenza e spegnere il cervello, allora diventa carino. Sì, perché l’episodio di questa settimana non sarebbe stato per niente male, è filato liscio come l’olio e si è lasciato guardare, strappandomi anche qualche sorriso con le gag presenti. Classiche, ma pur sempre efficaci. Qual è allora il problema?

Non sta succedendo assolutamente niente di rilevante. Il nulla. Ok le invenzioni, ma la trama? E’ 3 episodi che abbiamo solamente gag e siparietti tra i personaggi, tempo che si poteva usare per caratterizzare meglio tutti i nuovi personaggi introdotti e fare un po’ di backstories su di loro. Kohaku sta diventando un personaggio di sfondo, Chrome ha giusto qualche battuta, Suika non ha uno straccio di caratterizzazione, ma in compenso abbiamo ricevuto l’ennesimo nuovo personaggio. Mi ha colpito talmente tanto da non ricordarmi neanche il suo nome. Potrebbe anche essere interessante come personalità, ma se verrà trattato come gli altri, auguri.

Non sono molto contento di come sta procedendo quest’anime. Ti prego dammi un segno! Fai succedere qualcosa! Qualunque cosa!

Andrea Dokusha

Stavolta la noia non si è fatta viva e la puntata è passata in modo piuttosto piacevole. Si può considerare come una nota molto positiva, visto l’andamento finora.

Tuttavia mi sono ora chiarito qual è la mia opinione sulla serie. Non è ottima, come si poteva intuire, il che non toglie che Dr. Stone si può considerare una serie valida per il suo pubblico.
È solo che personalmente vengo deluso ad ogni scena, perché penso sempre che si sarebbe potuto fare in un modo diverso. Questo mi porta ad esprimere sempre un certo disappunto.
Provo ad esporre in dettaglio.

I momenti più interessanti sono spesso smorzati con facce buffe e altre gag: stavolta mi sono comunque emozionato un poco per la prima luce elettrica e per la creazione dei magneti, grazie a quanto si sono spesi per trasmettere la “epicità” dei due momenti con musica e simbolismi. E sarebbe anche andata meglio se la puntata si fosse concentrata sul costruire l’atmosfera giusta invece di rompere il ritmo con i soliti sketch.

Inserisco un po’ di positività notando come i character design sono sempre belli: a me piace tutto da Kohaku a Yuzuriha, da Senkuu a Tsukasa, visivamente. Le animazioni potrebbero essere meglio.

Non ho visto una spiegazione chiara del come funziona la magnetizzazione di Wasilewski. Troppo difficile da fornire? Ho fatto una breve ricerca ma non ho ancora trovato nulla su internet sul suo funzionamento, magari riproverò.
Anzi, se qualcuno mi lasciasse nei commenti un link gliene sarei grato. Potete andare anche sul molto pesante, non fatevi problemi.

Ma poi nemmeno per il generatore elettrico ci è stata fornita alcuna spiegazione… Dov’è la scienza??
Ho la forte impressione che Dr. Stone non stia portando fino in fondo il compito che si è assunto di farci vedere come con la sua (nostra) scienza Senkuu ricostruisca una civiltà. Invece vedo il timore che lo spettatore possa perdere interesse durante le spiegazioni scientifiche, che vengono quindi omesse. Questo è l’opposto di quel che speravo, non illustrare le cose non favorisce il senso scientifico di chi guarda!
Non pretendo la spiegazione del libro di università, ma qua è proprio limitata a meno del minimo indispensabile.

Ah, non ho ancora parlato del nuovo personaggio, e forse è meglio così. Fin troppo chiaro il suo ruolo fin da subito, e non mi piace neanche. Aggiungerà un pizzico di pepe alla storia? Lo spero, vedremo.

In sintesi: l’idea di base è bella, i disegni di base pure, ma l’atmosfera è la cosa più importante per me in generale, e Dr. Stone fa di tutto per mantenere il tono scherzoso/cazzeggione, cosa che non riesco ad apprezzare nel modo in cui viene presentato nella serie.


Episodio 10 – Una fievole alleanza

Dr Stone Gen
Crow

-Perdonate il ritardo con i commenti degli episodi 10 e 11 ragazzi, ero in vacanza oltre oceano e ho fatto fatica a trovare il tempo di vedere gli episodi. Ora riprenderemo il ritmo di prima.-

Episodio 10: Mi è piaciuto nel complesso. Kohaku è sempre più interessante, Chrome sembra stare per ricevere un’evoluzione, Gen ha deciso da che parte stare e Kinro e Ginro hanno riconosciuto il valore di Senkuu.

La trama finalmente si è sbloccata e abbiamo dei progressi.

Il colpo di scena mi ha stupito, prendendomi di sorpresa, il che è positivo. E’ stato davvero un episodio piacevole.

Si avvicina l’inizio di un classico torneo alla battle shonen, ma qui credo siano le esigenze della rivista Shonen Jump a farsi sentire, non credo sia un arco voluto spontaneamente dall’autore.

Non inizio argomentazioni complicate questa volta, non essendoci state fornite informazioni rilevanti riguardo alla struttura generale ed alle regole dell’universo narrativo.

Andrea Dokusha

Puntata ok. Alla fine Gen è tornato da Tsukasa, ma non prima di venire assalito da Magma (lo sappiamo grazie alla Grande Detective Suika).

Anche se non ha perso la vita Gen ha riportato gravi ferite, ma prima di guarire è tornato da Tsukasa, e… gli riferisce che Senkuu è ancora morto. Asagiri Gen fa ora parte del regno della scienza!

Abbiamo conosciuto un po’ meglio uno degli abitanti del villaggio, Magma. Difficilmente posso dire che ispiri simpatia, invece come personaggio sembra piuttosto semplice da decifrare… Un uomo che mette la forza fisica davanti a tutto, e che è interessato ad arrogarsi quanto più potere possibile.
Per ottenerlo non gli interessa nemmeno della vita di Ruri, che sarebbe pronto a scartare senza pensarci due volte.

Per ottenere la posizione di capo villaggio però resta il torneo da disputare, e più sono i partecipanti del regno della scienza più alte saranno le possibilità di vittoria. Così Kinrou e Ginrou si uniscono a Kohaku negli allenamenti.

Cosa ci aspetta ancora prima del torneo? Riusciranno ad ottenere la panacea universale in tempo?


Episodio 11 – Clear World

Dr stone Kaseki
Crow

Questo episodio mi è piaciuto davvero, non sto scherzando.

L’impegno e l’altruismo nel creare gli occhiali per aiutare un’amica da parte di Chrome e Senkuu mi ha dato delle belle vibrazioni. Il momento in cui Suika prova finalmente le lenti e riesce a vedere nitidamente il mondo mi ha anche commosso un po’.

Questa volte le solite gag che smorzavano i bei momenti non sono state invasive, ma, al contrario, utilizzate correttamente e dosate nella giusta quantità.

Alcune scene durante l’episodio sono state disegnate veramente frettolosamente o appena abbozzate, ma altre, invece, come ad esempio quelle di combattimento o di climax, hanno avuto animazioni di qualità e dettagliate. Credo ormai di aver capito che quest’anime non vanta un budget molto alto, per cui deve necessariamente fare dei tagli di qualità qua e là per permettersene altri più incisivi in altri momenti.

Le colonne sonore dell’episodio mi sono piaciute, le ho trovate molto calzanti.

Probabilmente non ve lo aspettavate da me, ma dato il modo in cui è finita la puntata di questa settimana, sono davvero curioso di vedere la prossima. In cosa consisterà questa pericolosa spedizione di cui parlano?
Dr. Stone ha finalmente ingranato marcia? Speriamo di sì, vedo una fievole luce che brilla in lontananza.

Andrea Dokusha

Oh, finalmente una puntata ricca di eventi…

Per prima cosa abbiamo finalmente visto il viso di Suika! Quanto è carina? Avevo già detto che è il mio personaggio preferito?

Per cui, il regno della scienza ha ottenuto il vetro, componente indispensabile per consentire il progresso della chimica. Affascinante in effetti, come la strumentazione a disposizione limiti le capacità di sviluppare nuove cose, e come si compia improvvisamente un balzo in avanti con l’acquisizione di un singolo materiale!

Col vetro Senkuu è già in grado di fabbricare delle lenti per Suika (tra l’altro scopriamo che anche Kinrou ne avrebbe bisogno…). A soffiare e plasmare i recipienti, invece, il gruppo che costituisce il regno della scienza non è adatto e non è in grado di ottenere buoni risultati.

Questa p l’occasione del rapimento di della richiesta di aiuto a Kaseki, l’artigiano del villaggio. È lui il creatore dello scudo di Kohaku ed è un vecchietto apparentemente mite. Alla vista del nuovo materiale e della sua lavorazione non è in grado di resistere, e tira fuori tutta la sua curiosità da artigiano (e non solo quella) prestandosi così alla fabbricazione dei recipienti.

È così che viene ultimato l’upgrade del laboratorio. Ora ci attende il prossimo passo sulla mappa per ottenere il sulfamidico: con l’aiuto di Ginrou il gruppo si imbarcherà nella missione più pericolosa finora…

Cosa ci attende? Sono curioso ora, questa puntata è stata buona. Speriamo che la serie continui così.

Episodio 12 – Amici schiena contro schiena

Doctor Stone 12
Crow

Mmm… un episodio carino, niente di più. Potrebbe quasi essere considerato filler.

Come detto, Senkuu, Chrome e Ginro si sono recati presso il lago ricco di acido sulfurico per raccogliere le sostanze fondamentali per la preparazione della panacea per Ruri. Come ci si poteva aspettare la spedizione va a buon fine (quasi) senza intoppi ed il team torna vittorioso alla base.

Non ho dubitato nemmeno per un secondo che la scena in cui Chrome rischiasse di cadere nel laghetto fosse solo un blando tentativo di aggiungere un pizzico di pepe all’episodio e nulla di più, avendo ormai capito come l’autore faccia fatica a torcere anche un singolo capello ai nostri protagonisti (fatta eccezione per Gen nello scorso episodio).

Nel frattempo possiamo assistere ad un bel discorso di amicizia tra Chrome e Senkuu, seguito da una mezza confessione di Kohaku, che però finisce nel modo più “shonen” possibile, ma va bene così, probabilmente voleva solo fare un complimento a Chrome e nel frattempo tirargli su il morale senza nessun secondo fine. Kohaku best girl indiscussa della serie.

Non ho apprezzato molto la rappresentazione figurata del laghetto sulfureo nelle vesti di angelo della morte. L’ho trovata un po’ troppo da gag manga ed un po’ fuori luogo con quei versi da mostro stile anime anni 2000.

Tuttavia l’episodio nel complesso è stato piacevole, non ha aggiunto e non ha tolto niente.

Andrea Dokusha

Ok, puntata interessante, ma che mi ha lasciato qualche perplessità…

Quel che ci viene mostrato è decisamente entusiasmante… Raccogliere acido solforico in un lago circondato da gas velenoso?
Sono d’accordo, è la missione più pericolosa finora. E inoltre si svolge in un ambiente molto suggestivo. Davvero bella questa parte.

Per riuscire nell’impresa poi Kaseki ha costruito, con l’aiuto di Senkuu, delle maschere antigas! Davvero pazzesco… Puntata promossa! Se non fosse che…

Se non fosse che il momento più emozionante, quello in cui Senkuu e Chrome si trovano in pericolo e vengono salvati da Ginrou, non mi ha trasmesso quel che mi aspettavo. Se all’inizio fa un certo effetto vedere Senkuu tremare dalla paura mentre fa buon viso a cattivo gioco, la parte dell’intervento di Ginrou non mi è piaciuta. Non per quel che accade… Immagino che il colpevole principale sia la musica scelta per la scena, che mi è sembrata troppo allegra.

Insomma, al termine della puntata abbiamo fatto un altro passo importante verso la cura per Ruri. Anche se la storia mostrata è interessante, resta vero che come adattamento animato Dr. Stone non mi convince al millemila per cento.
Un consiglio? Leggete il manga, che ha disegni stupendi, come ho appena iniziato a fare anche io…

Episodio 13 – Il guerriero Mascherato

dr stone kinro
Crow

Diamine sì! Era ora!

Finalmente la trama riprende a scorrere e l’episodio è stato più interessante che mai! Finalmente progressi con la tanto agognata panacea universale! Finalmente il torneo di cui si era discusso da tempo! E’ stato un parto, ma ci siamo.

La scena in cui Suika lancia “gli occhi della scienza” verso Kinro, il quale dopo averli afferrati e dopo una posa da figo con tanto di esplosione in stile film americano sullo sfondo riesce a mostrare il suo vero potenziale in combattimento ed a battere Magma mi ha trasmesso le giuste emozioni e la carica che cercavo! Spero che Dr. Stone abbia davvero ingranato la marcia giusta questa volta e si dimostri sempre di più all’altezza di tutta l’attenzione che sta ricevendo dai fan.

Come avrete sicuramente intuito l’episodio mi è piaciuto e adesso attendo solo di vedere cosa accadrà dopo la vittoria di Kinro.

Azzardo un pronostico.

Chrome ci ripenserà e deciderà di non lasciarsi sconfiggere tanto facilmente, cercando con tutte le sue forze di vincere il torneo per poter sposare Ruri. Nel caso ci riesca, diventerebbe il capo del villaggio ed il regno della scienza si espanderebbe più che mai.

Avanti Chrome, facci vedere quanto desideri Ruri!

Andrea Dokusha

Ormai la cura per Ruri è quasi ultimata, la principale difficoltà resta il torneo!

Dopo che Senkuu ha terrorizzato la povera Suika mescolando varie sostanze, e ottenendo così gli ingredienti per produrre la panacea universale, l’unico pezzo mancante del puzzle resta l’alcol.
Si dà il caso che il vincitore del torneo otterrà fiumi di vino, quindi per quello non ci saranno problemi, posto che un membro del Regno della Scienza risulti il vincitore…

La strategia adottata dal gruppo è di partecipare in massa: perfino Senkuu decide di entrare nella competizione! Solo che la fortuna è loro avversa… le combinazioni degli incontri sono le peggiori possibili. Il primo infatti è quello tra Magma e Kinrou. Come se non bastasse Kohaku viene allontanata da un sotterfugio di Mantle… tornerà in tempo al torneo?

Il resto della puntata è lo scontro fra il Magma e Kinrou. Ho parecchio da obiettare all’adattamento, perché certo non ci è stato mostrato granché dell’azione che potevamo sperare di vedere. Quelle che nel manga sono le tavole più in evidenza nell’anime diventano fotogrammi non particolarmente curati nel disegno… Ultimo esempio finora la comparsa del guerriero con testa di zucca a fine episodio, che se pure accompagnata da fiamme non è certo un disegno impressionante…
In un anime non è sempre importante realizzare alla perfezione ogni fotogramma, ma lo è se si tratta di un fermo immagine “importante”, per di più in una serie che anima effettivamente poco e usa tante riprese statiche come Dr. Stone.

Suika ci delizia con varie comparse stavolta e alla fine aiuta anche Kinrou, donandogli gli occhi della scienza… Ho già detto che se scrivessero un romanzo sull’investigatrice Suika lo comprerei?

In conclusione quel che ci racconta l’episodio è ok, ma l’adattamento mi lascia sempre un po’ incerto.

Episodio 14 – Master Of Flame

dr stone chrome
Crow

Un altro episodio carino, sebbene mi abbia anche fatto storcere il naso.

Ok, non è andata come ci si aspettava lo scontro tra Kinro e Magma, infatti quest’ultimo con un sotterfugio riesce ad ottenere la vittoria contro Kinro.
Magma temeee!

E’ il turno di Chrome e come possiamo intuire spetterà a lui battere l’arrogante armadio biondino, ma come farà a riuscirci? Piegando le leggi della fisica naturalmente! La nota dolente di questo episodio è stato il modo in cui il novello scienziato riesce a battere l’energumeno. Perché dico questo? Perché non sarebbe dovuto essere possibile per Chrome appiccare del fuoco sui vestiti del suo avversario. Ci sono diverse cose che non tornano.

I raggi solari non sarebbero dovuti riuscire ad entrare nella maschera di Suika dall’alto, dal momento che se la parte con la lente stava in basso, dall’altro lato, perpendicolarmente al sole, doveva trovarsi il retro, privo di qualsiasi spiraglio da cui la luce potesse entrare. Senza contare che la lancia stessa avrebbe ostruito i raggi solari. Inoltre, dubito che nelle condizioni in cui si trovava, le gocce di sudore di Chrome non siano cadute nel mentre la maschera veniva raccolta da terra e che sia riuscito a tenere per 60 secondi lancia, maschera e sudore all’interno di essa in perfetto equilibrio.
Non è tutto qui. Se il sole era alto in cielo, il fuoco avrebbe dovuto appiccarsi a terra, non sul ginocchio di Magma, che era a circa un metro da lui. Per finire, quest’ultimo era steso a terra al centro dell’arena e un attimo dopo era in piedi vicino al burrone pronto per venire spinto giù da Chrome.

Quanti errori cavolo… e dire che la puntata in sé non mi è neanche dispiaciuta.

Ah, inoltre Gen è stato lasciato entrare nel villaggio senza che nessuno aprisse bocca o tentasse di cacciarlo una volta visto, nonostante non fosse un partecipante al torneo e non avrebbe dovuto avere la libertà di entrare nel villaggio. Bho, va be. Passi.

Ad ogni modo, Chrome vince lo scontro e Ruri è pienamente soddisfatta del risultato. Happy ending.

Andrea Dokusha

In questa puntata si è svolta quasi l’interezza del torneo per scegliere il nuovo capovillaggio.

Ne sono successe davvero tante, ci sono stati vari colpi di scena e il risultato non posso certo dire che fosse prevedibile con facilità o che fosse quello che mi aspettavo. È divertente come molte delle cose vadano nel modo peggiore possibile.
Tra i momenti che mi hanno sorpreso di più: quando Kohaku è stata squalificata, e quando hanno rivelato il piano di Chrome per sconfiggere Magma.

Sono un po’ deluso dalla mancanza di vere scene di azione/combattimento degne di nota, e anche un po’ scettico sull’efficacia della tattica usata da Gen per fermare Magma.

Non male come episodio.

Episodio 15 – Un cristallo di due milioni di anni

Crow

Ahahah, e così, infine non è stato Chrome a vincere il torneo. Non me l’aspettavo sinceramente.

Va be che, diciamocelo, Senku avrebbe tranquillamente potuto ritirarsi dal torneo per far vincere l’amico, ma capisco che abbiano voluto sfruttare la cosa per creare un po’ di confusione e fare qualche gag.

Finalmente la panacea universale per Ruri è stata realizzata e la giovane sacerdotessa è riuscita a guarire! Gen ha avuto la sua cola e Chrome può ancora aspirare a diventare lo sposo della sua amica d’infanzia.

Molto bella la scena in cui Ruri viene portata di nuovo all’aperto dopo tanto tempo e sia il padre che Kohaku si commuovono.

Un happy ending assoluto per questo arco narrativo, senza contare che ora che Senku è capo villaggio, l’impero della scienza avrà un bel power-up!

Andrea Dokusha

Conclusione inaspettata, quasi tutto è andato storto nel torneo, tranne la conclusione, eh? La trama non poteva andare avanti velocemente se no…

Trovo ottima la scelta di Senkuu come capovillaggio per il futuro della storia, proprio nel senso che non poteva andare meglio. Ora Ruri è stata guarita, il villaggio è a disposizione di Senkuu, che ha anche conquistato la fiducia degli abitanti guarendo la sacerdotessa. Gen è ritornato… Siamo insomma pronti per il nuovo arco narrativo!

Proprio ora ci viene fatta una rivelazione… Il nome del villaggio è uguale al cognome di Senkuu, e Ruri sembrava avrlo già capito da tempo. Cosa si nasconde dietro questa storia?

Episodio 16 – Una storia millenaria

Crow

Uhh! Roba interessante.

Primo punto. Ci viene dato un dettaglio che già avevamo potuto fiutare negli episodi precedenti, ma di cui non avevamo ancora avuto conferma ufficialmente, ovvero che il villaggio di Ruri, Kohaku, Chrome e gli altri sia stato fondato da un parente di Senku.

Secondo punto. Ci viene presentato il padre di Senku, Byakuya Ishigami, che scopriamo per l’appunto essere il fondatore del villaggio.

Terzo punto. Viene allargato il background sul nostro protagonista e la sua infanzia, la quale finalmente gli dona una caratterizzazione più marcata. Allo stesso modo, in pochi minuti viene caratterizzato in modo molto evidenziato anche il padre, che oltre a mostrarsi come un simpatico quarantenne scanzonato, ci permette di apprezzare un po’ di più il suo caro figlioletto, di cui, si capisce, è molto orgoglioso.
Ah, quasi dimenticavo, facciamo inoltre la conoscenza dell’antenata di Ruri e Kohaku, una ragazza adorabile, come le discendenti dopotutto.

Quarto punto. E’ una mia impressione o il terzo astronauta somiglia molto a Tsukasa? Potrebbe essere un parente? Ad esempio il fratello?

Quinto punto. Finalmente ci viene mostrato di più del momento clue dell’opera. L’evento che sta all’origine della trama di Dr. Stone, la misteriosa luce verde che ha pietrificato l’intero genere umano (e le rondini). Possiamo vedere un enorme bagliore verde di forma sferica che dallo spazio sembra propagare questo bagliore in tutto il globo terrestre. Ora, è qualcosa di rilevante? Sarà stata puramente una scelta grafica la volontà di rappresentare questo bagliore in forma sferica, quasi a voler simboleggiare una sorta di entità extraterrestre o divina e di farci vedere il tutto con visuale dallo spazio o invece hanno una ragione specifica queste scelte? Questo è quello che più mi incuriosisce ora!

Andrea Dokusha

Molto interessanti le rivelazioni di questo episodio, anche se mi lasciano qualche dubbio.

Dunque il padre (adottivo?) di Senkuu era un astronauta, anzi, lo è diventato anche grazie al supporto del nostro protagonista. L’incidente che pietrificò l’uminità avvenne proprio mentre Byakuya si trovava nella stazione spaziale, evitando la pietrificazione con i suoi colleghi. Questo è uno dei colpi di scena che preferisco finora.

Ruri sa che il padre di Senkuu era il fondatore del villaggio, le cui sacerdotesse hanno perciò tramandato le sue conoscenze attraverso le Cento Storie.

Qualche perplessità mi resta, perché in 3700 anni non è per niente scontato che una cosa del genere possa riuscire ad essere trasmessa intatta, e che la società non si espanda restando confinata ad un villaggio (senza scordare che la lingua parlata dovrebbe cambiare)…
Insomma, non sono completamente soddisfatto da questa soluzione, anche se si scoprirà senza dubbio altro nelle prossime puntate (onestamente sono andato avanti col manga, per cui so cosa verrà rivelato, ma eviterò di dirlo).

Resta da vedere come hanno fatto gli astronauti a tornare sulla Terra e fondare un villaggio.

Episodio 17 – Cento Notti e Mille Cieli

Crow

– Il mio collega purtroppo ha abbandonato la visione di questo anime, ma non per questo noi ci faremo scoraggiare! I commenti a caldo di Dr. Stone continueranno come sempre. –

Questo episodio mi ha fatto piangere… e molto. Dopo vari mesi di perplessità, credo che quest’opera stia finalmente tirando fuori le sue carte migliori e stia iniziando ad entrarmi nel cuore.

Byakuya è un personaggio squisito! Il mio preferito attualmente. La storia di com’è riuscito a tramandare con la sua volontà un aiuto per il figlio adottivo a distanza di migliaia di anni ha dell’incredibile. Quest’uomo crede cecamente nelle potenzialità di Senku ed è il suo carburante per dare sempre il meglio di sé, nonostante non sia un genio come il figlio. Un vero padre!

La storia del villaggio Ishigami viene così svelata ed il nostro protagonista si lascia andare ad un po’ di commozione (come me del resto).

Non c’è tempo per ulteriori lacrime mascoline però, Tsukasa sta arrivando? Ho hoo, siamo pronti ad accoglierlo!

Questo implica anche che rivedremo Taiju e Yuzuriha?

Andrea Dokusha

Come Crow ha anticipato ho deciso di non proseguire con l’anime di Dr. Stone. I motivi li ho già esposti in buona parte, ma qui provo a farne un riassunto e a tirare le somme della serie.

Avendo provato a leggere il manga l’ho trovato superiore in quasi tutti gli aspetti, infatti né le musiche, né le animazioni o altro mi hanno catturato nell’anime. Invece nel manga i disegni sono molto belli, a tratti direi anche superbi (cosa che non posso dire dell’adattamento). Le vignette comiche hanno il giusto passo e non risultano fastidiose, c’è più senso di dinamicità (e i disegni stanno pure fermi…).

Insomma, la storia in quanto tale è carina, qua e là mi lascia un po’ perplesso e speravo in una cosa più coi piedi per terra, per dire così, ma del resto i risultati dell’approccio scelto dall’autore si vedono (arrivano a realizzare certe cose più avanti…). Quindi sono pronto a sospendere la mia incredulità e farmi trasportare.
Continuerò a seguire la serie nella sua forma originale, a chi invece continua a guardare l’anime, buona visione! (E recupera il manga quando finisce).

Episodio 18 – Stone Wars

Crow

Ecco, appunto. Gli sgherri di Tsukasa hanno attaccato il villaggio, ma la risposta di Senku non era ancora pronta.

Dopo aver costruito delle katane, il villaggio Ishigami riesce ad intimidire le linee avversarie, anche se… siamo tornati a trascurare leggi della fisica e della coerenza. Hhh… se non fosse per queste piccole pecche che fanno storcere il naso non avrei avuto nulla da ridire, ma…

Kohaku che salta sulla spada impugnata da Kinro, Gen che afferra il coltellino lanciato da Suika con due dita senza neanche guardare, Gen che scompare e riappare manco fosse un ninja, Kinro che dopo essere stato ferito al ventre si riprende come se nulla fosse con un po’ di polverina, insomma, alcune cose potevano avere una cura maggiore, andiamo!

Detto questo l’episodio mi è anche piaciuto, però l’autore dovrebbe prendere seriamente in considerazione l’idea di smettere con queste trovate poco razionali, altrimenti l’opera perde di credibilità, a maggior ragione se dovrebbe essere basata sulla scienza.

Episodio 19 – E ora, verso l’era moderna

Crow

Sarò sincero, non mi è dispiaciuto l’episodio, ma anche stavolta tornano come al solito quelle due o tre cosine che io, personalmente, se fossi stato l’autore avrei evitato.

La ragazza in rosa che appare e scompare dove serve senza una logica mi pare davvero ridicolo come stratagemma per forzare gli avvenimenti. Pigrizia.

Le animazioni di quando quest’ultima attraversa il ponte scavalcando con dei salti acrobatici il “team della scienza” sono inesistenti. Si è scelto piuttosto una serie di immagini statiche. Pigrizie, parte 2.

Mi è parso inoltre che i tempi non tornassero quando Kohaku e Senku, nonostante abbiano saputo diverso tempo dopo del piano di Suika, siano riusciti ad arrivare in tempo per salvarla dai gas.

Boh, a parte queste due o tre cosine l’episodio non è stato male, però questi continui alti e bassi fanno sì che Dr. Stone non riesca ad allontanarsi troppo dalla linea di partenza.

Episodio 20 – L’era della forza motrice

Crow

La road map per la costruzione del cellulare continua, o per meglio dire, è iniziata.

Vediamo sviluppi a livello di invenzioni e progressi all’interno della regno della scienza, mentre quello della forza bruta si prepara alla battaglia.

Una puntata… come ormai siamo abituati… L’ennesima in cui vediamo Senku e gli altri rimboccarsi le maniche per creare un nuovo marchingegno.

Non è che non mi sia piaciuta, ma, eccetto per l’oggetto creato, è stata uguale ad altre 6 o 7 puntate che già abbiamo visto. Mi riferisco all’arco in cui il nostro team doveva creare la panacea universale per Ruri.

Davvero, la puntata in sè non è stata malvagia affatto, ma se continueranno a darci in pasto lo stesso format di puntata ancora e ancora, comincia a stufare, a diventare ripetitivo e scontato. Senza contare che evolvere un po’ la trama ogni tanto non guasterebbe.

Ora che la road map per il cellulare è iniziata, quante altre puntate deja-vu dobbiamo aspettarci prima di vedere qualche nuovo sviluppo?

Dr. Stone è una delle opere più lineari e semplici che abbia mai visto, non credo sia troppo chiedere almeno che prosegua la “trama”.

Episodio 21 – Il Club di Costruzione Sparta

Crow

Signori, un altro episodio carino, che però ricade nel classico standard di un episodio medio di Dr. Stone.

Questa volta Senku ed il suo team si lanciano sull’invenzione della lampadina e della valvola termoionica (componente necessario per il funzionamento del cellulare).

Non c’è molto da dire questa volta in realtà, se non il gesto tenerone del nostro scienziato per far provare il clima natalizio al villaggio e la scoperta del materiale che gli serviva per completare la tanto agognata valvola, il tungsteno. Ancora una volta, forzatissimo e privo di ogni impegno da parte dell’autore il modo in cui il materiale viene portato agli occhi di Senku. Il classico clichè del “oh, mi serve questa cosa” e quest’ultima casca direttamente davanti al personaggio. Meh.

Non me ne farò una ragione per queste scorciatoie svogliate, perchè l’autore sta tappezzando un’opera con del potenziale con scelte discutibili.

6 Comments

Leave a Reply
  1. Sarà perché seguo il manga, e sono una fan, ma sto adorando questo anime. L’unica cosa che ho davvero da ridire sui vostri pareri è il fatto che voi continuiate a dire che perde di credibilità facendo accadere determinate cose, quando il genere lo permette. È fantascienza, e Senkuu lo dice “Combatteremo il fantasy con la scienza”, è sta lì il bello secondo me! Loro non sono maghi e non hanno fenomenali poteri cosmici, ma devono comunque combattere quella che sembra magia, sta lì la cosa geniale secondo me. In ogni caso penso, e spero, che andando avanti vi ricrediate!

    • Grazie mille per aver condiviso la tua opinione, lo apprezziamo molto!
      Anch’io spero di ricredermi su Dr.Stone, perché mi è stato descritto come “Una bellissima storia in cui la scienza è il tema principale”. Probabilmente sono stati proprio tutti questi pareri sentiti e letti in giro ad alzare le mie aspettative, fatto sta, che una volta iniziata la visione, quella che mi sono trovato davanti è stata una serie che con la scienza condivide poco e niente, anzi, se parliamo della trama è per lo più quasi tutta fantascienza. Per cui io non mollo, continuerò a vederlo e spero che migliorerà di puntata in puntata come stava facendo prima di questo quinto episodio. Alla prossima Shobo!

    • Hai ragione che il genere della fantascienza permette quanto è successo, ma la questione è che la presentazione della serie faceva presagire altro. La fantascienza si può fare mischiando in dosi variabili scienza e fantasia; meno le cose sono lasciate al caso o a spiegazioni vaghe e meno rilevanza ha la componente fantastica.
      Dato che Senkuu annunciava proprio “Combatteremo il fantasy con la scienza” mi aspettavo che ogni evento fosse spiegato in modo accurato. Ora, non escludo che fra un po’ di tempo ci forniranno una spiegazione davvero affascinante per la de-pietrificazione, che renderà più digeribile questo 5° episodio, ma fino ad allora resteranno un po’ di dubbi da parte mia…

      Sono comunque ancora convinto che Dr. Stone sarà piuttosto piacevole da seguire, e come dicevo spero migliori in futuro!

      Grazie poi di averci dedicato un tuo commento. Se torni a scriverci per questo o per i prossimi episodi possiamo continuare a parlarne 😉

  2. Concordo con voi sul fatto che probabilmente non lo stiamo godendo appieno poiché avevamo un’idea ben diversa dell’opera. Almeno per quanto mi riguarda pensavo fosse molto più survival, realistico (nei limiti) e scientifico. Motivo per cui ho tutto sommato apprezzato questa puntata, perché seppur molto rushato abbiamo visto un po’ di più questi aspetti (la creazione delle armi, un metodo di caccia “reale” e non un tizio sovrumano che fa tutto a mani nude ). Concordo anche sui personaggi, solo Senkuu mi piace per adesso ma comunque non mi sono ancora affezionata nel vero senso della parola a nessuno di loro.

  3. MEH, ritratto leggermente il mio precedente commento consigliandovi la lettura del manga ahahahah! L’anime è fedele, per carità, ma secondo me non c’azzeccano con i tempi narrativi e a livello tecnico non rende minimamente giustizia all’opera cartacea, continuerò a seguirlo senza troppi problemi, per curiosità, ma il manga è migliore al “millemila per cento”!

    • Ahah ok, ti credo al millemila per cento.
      Aspettavo qualcosa di notevole per la parte grafica visto che i disegni del manga sono di Boichi. A quanto pare non hanno reso onore all’originale sotto questo aspetto.
      Vorrei passare al manga (che credo mi piacerebbe di più), ma per ora continuerò a seguire l’anime.
      Grazie e quando vuoi torna a scriverci u.u

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

crunchyroll anime estate

Crunchyroll: Tutte le uscite anime dell’estate 2019

fire force commenti a caldo

Commenti a caldo – Fire Force