in ,

Cosa aspettarsi da Vento Aureo?

Era il lontano 1995 quando lo sgargiante Giorno Giovanna apparve per la prima volta sulle pagine del Jump, da quel giorno prese vita una delle serie più pittoresche tra quelle concepite dal meticoloso e geniale Hirohiko Araki.
Questo post andrà a toccare alcuni punti cardine della serie, senza presentare alcuna macchia di spoiler, e cercando di farvi capire, attraverso il manga, il potenziale di uno degli anime più attesi del momento.

Capitolo 1: Giovani mafiosi e giustizia

Hirohiko Araki riuscirà a rendere un manga pieno di mafiosi effeminati con vestiti attillati e decorazioni sbrilluccicanti e con nomi italiani surreali e improbabili, uno Shonen con la S maiuscola.
Dal momento che essi verranno infusi da un profondo senso di giustizia, ritratto nei loro flashback, e da un’ardente desiderio di cambiare la società corrotta e violenta in cui hanno sempre vissuto.
Hirohiko Araki, tuttavia, ribalterà la visuale poiché i nostri protagonisti saranno “antagonisti” della società, perché mafiosi. Ma proprio la mafia, in quest’opera, fungerà da riparo per questi giovani emarginati sociali. Una mafia di fondo sbagliata, ma che cambierà coincidendo con la coronazione del sogno di Giorno Giovanna, diventare una GangStar.
Desiderio che potrà prendere vita solo se abbattuta la malinconia generata dall’essere denigrati dalla società mediante il proprio pensiero di giustizia e spirito di iniziativa

I talk to the wind,
My words are all carried away,
I talk to the wind,
The wind does not hear, the wind cannot hear

Capitolo 2: Il destino

La narrazione non è soltanto dominata dalla presenza vaporosa della malinconia impregnata in un valoroso sentimento di rivalsa sociale, ma anche da un carattere tipico dello shonen, il fato.
Il destino che più volte è apparso come marionettista nei mondi di Hirohaki Araki qui suggella tutta la trama.
L’autore sancisce ancora una volta che il sangue dei Joestar può rivelare soltanto un futuro rigoglioso, in qualsiasi occasione, archiviabile soltanto tramite i propri ideali.
La sorte è qualcosa di difficilmente intelligibile e tangibile, perciò in molti non sono in grado di controllarla e finendo indirizzati lungo il cammino sanguinoso del male, mentre gli spiriti più puri ed eroici potranno riuscire a manovrare il proprio destino attraverso tanta dedizione e forza d’animo.

The seasons changed, the wind is warm…
…green fields, a cold rain, is falling in a golden dawn

Capitolo 3: Passione e viaggi

La quinta serie è contornata da un lungo viaggio che in ogni tappa emana un profuso senso di passione.
Vento Aureo, infatti, è ambientato nel nostro Bel Paese, una delle nazioni preferite da Hirohiko Araki, che ha saputo rappresentarlo alla perfezione attraverso tavole mozzafiato dopo un lungo viaggio in Italia.
I minuziosi particolari mostrati nelle illustrazioni di Napoli, Roma, Firenze e Venezia indicano l’amore dell’autore per il nostro paese e la passione per la scoperta di posti esotici e paradisiaci.
L’ammirazione del mangaka si evince nel lungo e travagliato viaggio che i nostri protagonisti affronteranno, sballottati a destra e a sinistra in meravigliosi paesaggi.
Vento Aureo sotto questo aspetto rappresenta un punto di transizione tra Diamond is Unbreakable e Stardust Crusaders, con il ritorno di un gruppo intento in una spedizione, la quale però non ha un vero e proprio obiettivo e una singola meta.
Ma la vera bellezza di un cammino sta nel ricercare un proprio valore morale, che può essere la conquista del proprio sogno o la conferma di un’amicizia.

Ride the wind
Live life on the razor’s edge
Going to ride the whirlwind
It isn’t dangerous – enough for me

Giorno Giovanna

Ultimo capitolo: Sperimentazione

Vento Aureo è quindi la giusta fusione tre le due serie precedenti ad essa.
Con questa serie viene siglata la fine dei corpi muscolosi e possenti per fare spazio a corpi più slanciati e longilinei, da qui Hirohiko Araki inizierà a sperimentare senza sosta nuovi design per i propri personaggi, che da ora in poi saranno sempre più realistici e stilosi.
L‘evoluzione, però, non influisce soltanto sui corpi dei personaggi ma anche sugli Stand e i combattimenti.
Quest’ultimi, infatti, saranno amministrati secondo strategie e tattiche mai viste prima, possibile solamente tramite Stand con poteri incredibili, complessi e strampalati.
L’autore gestirà le proprie sfide attraverso risvolti improvvisi ed effetti impensabili ma dannatamente geniali.
Gli Stand, dai richiami sempre più palesi alla musica, saranno sempre più stilizzati e particolari.
Purtroppo però, dal quinto capitolo, l’autore iniziare a sentire le pressanti restrizioni stabilite dalle uscire settimanali del Jump

Vento Aureo rappresenta uno dei picchi della maestosa opera di Hirohiko Araki, uno shonen all’insegna di un viaggio segnato dalla costante evoluzione dello stile del mangaka e dei personaggi, un’opera luminosa e bizzarra che potrà coinvolgere gli appassionati del genere shonen.
La David Production dovrà adattare un lavoro sensazionale e creare una trasposizione fedele e stravagante come la versione cartacea…

The answer is blowin’ in the wind

JoJo Golden Wind

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Comments

0 comments

Goblin Slayer: la serie più dark

L’Arabia Saudita e l’industria animata giapponese