in ,

Anime simili a Steins;Gate: 10 consigli

Erased

Non ci sono anime che lo eguaglino. Ma proveremo perlomeno a scovarne qualcuno che gli si avvicini.

Un entusiasmante itinerario con 10 anime simili a Steins;Gate.

Dire che Steins;Gate è un anime conosciuto è un eufemismo. È intelligente, originale e mostra un’approfondimento/crescita dei personaggi difficilmente visibile in altre opere.

Consigliare altri anime come questo è difficile perché… beh… non ci sono altri anime simili! Ma ce ne sono alcuni che si avvicinano molto in termini di atmosfera, temi affrontati e che, se non altro, ti aiuteranno a riempire il vuoto creato dal capolavoro dello studio White Fox.

1. Boku dake ga Inai Machi (Erased)

Inverno 2016 – Studio: A-1 Studios

Punti in comune: Erased è probabilmente l’anime più simile a Steins;Gate, sia in stile che in argomenti. L’opera ha al centro il tema del viaggio nel tempo, e come nell’anime targato White Fox, il protagonista tenta di salvare una persona cara con questo potere. Entrambi hanno risvolti seri misti a scene comiche; è in comune, inoltre, la legge secondo la quale modificare il passato ha ripercussioni sul futuro.

Sinossi: Satoru Fujinuma è un apprendista mangaka. Ha un potere chiamato Revival, che fa in modo che, anche senza la volontà di farlo, il ragazzo torni automaticamente indietro nel tempo qualche istante prima di un grave incidente, in modo da poterlo scongiurare. Un giorno, tornando a casa, scopre la madre morta in cucina e viene accusato dell’omicidio. Il Revival lo fa tornare indietro, inspiegabillmente, di 18 anni, quando ancora frequentava le elementari. In questa linea temporale tenterà di salvare la vita ad una sua compagna di classe dal killer che in futurò ucciderà anche sua madre.

Perché dovresti guardarlo: Erased differisce da Steins;Gate per il suo tema principale, oltre che per suspense e mistero, i quali avvolgono l’intera storia. La tensione è calibrata alla perfezione, tenendo lo spettatore incollato allo schermo. L’opera è immediatamente diventata molto popolare tra gli appassionati, caratterizzata da una storia intrigante con un viaggio nel tempo imprevisto.

2. Toki wo Kakeru Shoujo (The girl who leapt through time)

Estate 2006 – Studio: Madhouse

Punti in comune: Ancora una volta, sono i viaggi nel tempo a legare queste due opere. Come in Steins;Gate infatti, anche in The girl who leapt through time si analizzano i temi quali la teoria del caos e le distorsioni nello spazio-tempo. Questo film d’animazione vanta inoltre una buona costruzione dei personaggi, come in Steins;Gate. Ad ogni piccolo problema, vedrete i personaggi crescere ed evolvere.

Sinossi: Makoto Konno è una normale studentessa che non sa cosa fare nel resto della vita. Tutto cambia non appena scopre di essere in grado di viaggiare nel tempo a proprio piacimento. La ragazza cerca di usare tale potere per un suo tornaconto, ma scopre presto che le cose non sono sempre così facili nella vita.

Perché dovresti guardarlo: È stato giudicato un ottimo film d’animazione e ha vinto numerosi premi. A parte l’elemento fantascientifico ed innaturale del viaggio nel tempo, la storia è decisamente plausibile anche nel mondo reale, con una ragazza che deve trovare la sua strada ed essere consapevole del fatto che ogni azione comporta una conseguenza. È una storia in cui tutti possiamo riconoscerci.

3. Mahou Shoujo Madoka★Magica (Puella Magi Madoka Magica)

Inverno 2011 – Studio: Shaft

Punti di comune: Nonostante i generi siano totalmente differenti (uno è un anime di ragazze magiche, l’altro è un sci-fi), sia Madoka che Steins;Gate condividono tematiche e implicazioni psicologiche molto simili. Come l’anime di White Fox, anche Madoka inizia come un anime apparentemente spensierato che parla di un gruppo di amici. Ad un certo punto, questi si rendono conto di poter utilizzare un potere di cui nessun altro è in possesso e devono capire cosa farci. Nel farlo, si rendono conto che ci sono anche delle controindicazioni, e il tutto diventa più cupo, proprio come in Steins;Gate.

Aggiungete a tutto ciò l’elemento temporale, che appare in entrambe le serie, e otterrete un anime molto simile a Steins;Gate, anche se le apparenze potrebbero far pensare diversamente.

Sinossi: Quando Madoka Kanami ed la sua amica trovano un essere simile ad un gatto di nome Kyuubei, alla ragazza viene offerto un patto: il gatto esaudirà un loro desiderio, ma in cambio dovranno diventare ragazze magiche. Non appena Madoka viene trascinata in un mondo di incubi e poteri magici, scopre che questi hanno anche delle conseguenze negative. Essere una ragazza magica è pieno di responsabilità, oscure verità e situazioni rischiose. La protagonista vuole aiutare il mondo, ma è veramente questo il modo per farlo?

Perché dovresti guardarlo: Riunisci tutto quello che sai sulle ragazze magiche e dimenticatene. Madoka è un’oscura serie psicologica fatta di incubi e visioni terrificanti. Spesso creepy, sempre eccitante e a volte mozzafiato, si tratta di un esempio unico del ramo mahou shoujo.

4. Re:Zero kara Hajimeru Isekai Seikatsu (Re:ZERO – Starting life in another world -)

Primavera 2016 – Studio: White Fox

Punti in comune: Il concetto del viaggio del tempo non è l’unico che rende così famoso Steins;Gate, ma Re:Zero lo usa talmente bene che una menzione è d’obbligo (anche perché è una creazione dello stesso studio). Ogni volta che il suo protagonista muore, torna in vita un po’ prima della dipartita, e gli viene data la possibilità di evitarla. Parliamo di una serie in cui la componente fantasy è molto più invasiva (al cui interno troviamo anche un harem); ma nel caso in cui ti fossi appassionato al tema del viaggio nel tempo di Steins;Gate, potresti apprezzare anche questo.

Sinossi: Il giovane hikikomori Subaru Natsuki si trova improvvisamente catapultato in un mondo fantasy, dove viene subito attaccato da una banda di banditi. A salvarlo è una mezz’elfa, che vuole diventare la prossima regina della regione in cui si trovano, Lugunica. Mentre Subaru aiuta la ragazza in una missione, in segno di gratitudine, entrambi muoiono. Il protagonista si risveglia e scopre non solo di essere ancora vivo, ma che ha ottenuto il potere di tornare indietro nel tempo ogni volta che muore, senza perdere il ricordo di quanto accaduto nelle linee temporali precedenti.

Perché dovresti guardarlo: Re:Zero è un thriller fantasy, pieno di momenti zeppi di suspense, avventure insormontabili e donne meravigliose. Se sei alla ricerca di un brivido e di una storia frenetica, hai fatto centro.

5. Noei: Mou Hitori no Kimi e (Noein: To your other self)

Autunno 2005 – Studi: Satelight / Production Reed

Punti in comune: Questo sarà l’ultimo anime consigliato che parla di viaggi temporali, promesso! Noei analizza e approfondisce gli argomenti dei viaggi nel tempo e delle realtà parallele, come appunto Steins;Gate. La serie si basa allo stesso tempo sia su ambientazioni e personaggi, sia sulla trama. Entrambi gli aspetti sono approfonditi e ben realizzati.

Sinossi: In un futuro non troppo lontano, una lotta scoppiata tra due fazioni pone in pericolo l’intero universo. I giovani Haruka e Yuu considerano l’ipotesi di scappare di casa, quando incontrano un membro di una delle due fazioni in lotta, che afferma di essere lo Yuu del futuro. Secondo questo straniero, Haruka potrebbe essere in possesso della soluzione al conflitto e alla distruzione del mondo.

Perché dovresti guardarlo: La serie riesce a creare un emozionante intreccio narrativo, unendo vicende che che si dipanano tra diverse linee temporali, luoghi incredibili e vari assi dimensionali, e lo fa in un modo molto intelligente e interessante.

6. Robotics;Notes

Autunno 2012 – Studio: Production IG

Punti in comune: In effetti Steins;Gate è un punto di contatto di diversi anime ambientati nel suo universo narrativo. Le altre opere non sono direttamente collegate, ma ci sono degli indizi che fanno capire che ci troviamo nello stesso universo. Nel nostro caso, Robotics è ambientato proprio nell’universo di Steins;Gate, all’interno del quale una cospirazione minaccia di coinvolgere l’intero pianeta.

Sinossi: Nell’anno 2019, tasso di divergenza 1.048596, l’avanzamento tecnologico ha reso la realtà aumentata alla portata di chiunque. Akiho Senomiya, è una studentessa di scuola superiore e tenta di mantenere a galla il Club di Ricerca Robotica, di cui è a capo. Con solo un altro membro al suo interno, è praticamente in balia di se stessa. Nonostante ciò, è determinata a costruire un suo robot gigante! Ma i suoi problemi con il club non sono nulla in confronto a ciò che scopre: una cospirazione, che se lasciata incontrollata potrebbe cambiare il mondo intero.

Perché dovresti guardarlo: Teorie cospirazioniste, realtà aumentata, robot e mecha… c’è proprio tutto! Potrebbe non essere a livello di Steins;Gate, ma diciamo che se la gioca davvero bene.

7. NHK ni Youkoso (Welcome to the NHK)

Estate 2006 – Studio: Gonzo

Punti in comune: Uno degli aspetti migliori di Steins;Gate era l’analisi dello sviluppo del personaggio una volta messo a contatto con delle questioni impegnative. Welcome to the NHK è un’altro anime che presenta questa caratteristica. I protagonisti di entrambe le serie credono in teorie cospirazioniste, sono convinte che qualcuno voglia rapirli e si comportano in modo strano con la loro ristretta cerchia di amici.

Sinossi: Tatsuhiro Satou è un hikikomori; lascia raramente la sua casa, non ha un lavoro e crede che un’organizzazione stia creando altri neet come lui. Un incontro fortuito con una ragazza gli cambia la vita. Misaki Nakahara lo costringe ad uscire dalla sua comfort zone, lo coinvolge in un progetto e gli fa conoscere degli amici. A volte riesce persino a farlo uscire di casa. Insieme si preparano a combattere il nemico più temibile della loro vita: la società.

Perché dovresti guardarlo: Welcome to the NHK fornisce un’accurata analisi delle cause per cui qualcuno potrebbe isolarsi dalla società, nonché della difficoltà con cui successivamente ci si può rientrare.

8. Code Geass: Hangyaku no Lelouch (Code Geass: Lelouch of the Rebellion)

Autunno 2006 – Studio: Sunrise

Punti in comune: Entrambe le serie presentano personaggi e ambietazioni estremamente serie. Steins;Gate e Code Geass si basano su trame di un certo spessore. In entrambe le opere il protagonista è dotato di grande intelletto e lotta per proteggere il suo mondo, nonché una “posta personale”: la ragazza al suo fianco.

Sinossi: Una guerra tra il Sacro Impero di Britannia e il Giappone (ora noto come Area 11) minaccia l’equilibrio di potere. Il principe di Britannia esiliato Lelouch Lamperouge riceve il Geass, il “potere dei re”. Celato dietro le sembianze del guerriero Zero, Lelouch si apre la strada verso la Britannia con un unico chiodo fisso: la vendetta.

Perché dovresti guardarlo: Al successo di quest’anime contribuiscono una trama articolata e personaggi ben realizzati. Lelouch è un personaggio concreto, che porta avanti la storia verso il suo apice in un’ambientazione dal carattere storico. Azione e drammaticità sorprendono lo spettatore ad ogni scena.

9. Zankyou no Terror (Terror in Resonance)

Estate 2014 – Studio: MAPPA

Punti in comune: Il mondo è minacciato da una cospirazione, e i protagonisti di entrambe le opere si credono al centro di tali avvenimenti. Sebbene con modalità differenti, entrambi cercano di combatterle al fine di migliorare il mondo.

Sinossi: In un presente alternativo, Tokyo è stata devastata da un attacco terroristico. Una coppia di persone mascherate rivendica l’accaduto, che semina il panico nella città. Dietro le maschere ci sono due giovani teenager che non dovrebbero nemmeno esistere, i quali vogliono cancellare le loro esistenze dal mondo, portando anch’esso a picco con loro.

Perché dovresti guardarlo: Zankyou no Terror è realizzato dallo stesso autore di Cowboy Bebop e Samurai Champloo, con una colonna sonora realizzata dal leggendario Yoko Kanno. Con una così grande quantità di ottimi artisti a lavorare sull’opera, non puoi avere dubbi sulla sua qualità! Se guardi al di là del terrorismo, Zankyou no Terror fornisce uno sguardo sulla situazione della società e della politica giapponese. Se ciò ti sembra troppo profondo, puoi anche solo limitarti a godere dell’azione e della suspense. Ma se cerchi qualcosa di approfondito, è l’opera adatta a te!

10. Baccano!

Estate 2007 – Studio: Brain’s Base

Punti in comune: Per qualcuno potrebbe essere una forzatura, ma per molti altri fan di entrambi gli anime, se ti piace uno dei due, ti piacerà anche l’altro. Il tono è molto simile, entrambi diventano sempre più profondi e caratterizzati da situazioni pesanti all’avanzare della trama. Sia l’uno che l’altro presentano elementi sci-fi e godono di un’ottimo contesto narrativo. Se a tutto ciò aggiungete la crescita dei personaggi, avrete un vincitore.

Sinossi: Siamo nella Chicago degli anni ’30, dove un treno transcontinentale sta per iniziare il suo lungo viaggio. In un altro luogo non meglio precisato, una lotta di mafia sta scoppiando mentre un uomo cerca l’elisir per l’immortalità e due ladri mettono in funzione due tipologie di ruote. Come si connette tutto ciò?

Perché dovresti guardarlo: Una serie di eventi si collegano l’uno all’altro per formare una storia avvincente, ricca di personaggi ben realizzati. Avvenimenti che ad un primo sguardo non sembrano avere nulla a che fare tra di loro si uniscono in un modo estremamente interessante. Sebbene a volte sia un po’ brutale, Baccano racconta una storia di sopravvivenza ed immortalità, così come del prezzo da pagare per avere entrambe.

Passo e chiudo. El Psy Congroo.

➡️ Ti potrebbe interessare: I diversi tipi di viaggio nel tempo degli anime

Fonte

2 Comments

Leave a Reply
  1. Ottima lista! Unica piccola nota: Robotics;Notes non è ambientato in una linea distorta di S;G, è ambientato proprio nella linea Steins;Gate, divergenza 1.048596, quindi né alpha ne beta!

    • Sono contento che il contenuto sia di tuo gradimento! Per quanto riguarda l’errore, provvedo a correggerlo il prima possibile, grazie per la segnalazione 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Differenze tra manga settimanali e mensili

anime amatoriali

L’arte di animare – La bellezza degli anime amatoriali