in

8 anime della nostra infanzia che dopo anni sono tornati!

anime infanzia

Gli anni passano e a volte la nostalgia torna a farsi sentire. Per un ricordo a cui siamo molto legati, un momento preciso che avremmo voluto non finisse mai o, perché no, per un cartone animato con cui siamo cresciuti quando eravamo ancora dei marmocchi rumorosi e iperattivi.

Magari ogni volta che lo ricordiamo, ne parliamo con gli amici o anche solo ne sentiamo la sigla, ci catapulta indietro nel tempo al periodo in cui ogni cosa per noi era magica e affascinante.

Tutti almeno una volta, avremmo voluto tornare ad essere bambini, per tornare a giocare e divertirci, correre urlando per i parchi senza preoccuparci di niente, o per rivivere quei momenti che ci hanno cambiato o segnato positivamente rendendoci quelli che siamo oggi.

Magari non sarà possibile tornare fisicamente indietro nel tempo (per ora), ma questi otto anime della nostra infanzia che sono tornati da noi a distanza di decenni, sapranno sicuramente farci tornare alla mente splendidi ricordi del periodo in cui tornati da scuola, mamma ci preparava una fetta di pane con la nutella e ci fiondavamo davanti alla tv per sognare ad occhi aperti.

Captain Tsubasa

Come non parlare della storica e mirabolante serie di calcio che ha ispirato intere generazioni e centinaia di altre serie a tema calcistico, Captain Tsubasa.

In Italia conosciuto come Holly & Benji, è un anime che tutti i bambini o ragazzi degli anni ’80 e ’90 (e probabilmente anche molti del 2000) conoscono.

I due protagonisti ci hanno fatto sognare con i loro famosissimi tiri speciali e le corse lungo gli interminabili campi da gioco.

Sono passati ben ventisei anni dalla prima messa in onda in Giappone e ventidue da quella italiana, ma lo scorso anno, Holly e Benji sono tornati con un remake da cinquantadue episodi, animato dalla David Productions, per farci sognare ancora e prendere a calci quel pallone più forte che mai.

Zoids

Ah, gli Zoids… Pensavo di essere uno dei pochi ad averlo seguito da bambino, ma a quanto pare è una serie più conosciuta di quanto immaginassi.

Tuttavia, per chi non li conoscesse, gli Zoids sono degli enormi animali meccanici senzienti, che i protagonisti dell’opera in questione utilizzano come armi per darsi battaglia.

Il loro debutto in Italia è stato nel 2004, mentre in patria arrivarono in tv nel 1999.

Benché creda che la maggior parte delle persone si ricordi del sopracitato per lo più grazie alla fantastica sigla che il buon Giorgio Vanni gli cucì addosso, rispetto alla serie in sé, anche Zoids ha fatto il suo ritorno nel 2018 con la serie Zoids Wild dello studio OLM!

Cardcaptor Sakura

Anche conosciuto da noi come Pesca la tua carta Sakura, è stato uno dei mahō shōjo di maggior successo negli anni ‘90 e 2000. 

Fece la sua comparsa nelle reti italiane nel 1999, solamente sei mesi dopo l’uscita giapponese: un record di velocità, se consideriamo il lasso di tempo che solitamente trascorre tra la messa in onda in patria e quella nostrana.

La storia di Cardcaptor Sakura conteneva molti messaggi positivi, come l’accettazione del diverso o l’equilibrio tra bene e male, ma purtroppo in Italia ha subito violente censure da parte della rete privata Mediaset, soprattutto per i suoi temi riguardanti l’omosessualità, mascherati con vari escamotage del caso.

Se avete nostalgia e volete rivedere Sakura in azione o semplicemente siete curiosi di come sia cresciuta la protagonista in tutti questi anni, potete farlo nella serie sequel dello studio MADHOUSE, Cardcaptor Sakura: Clear Card, uscita nel 2018.

Sailor Moon

Altro titolo in stile majokko, ma stavolta si parla del majokko per eccellenza, il più conosciuto a livello mondiale.

Ha ispirato migliaia di serie dopo di sé e ancora oggi continua a vendere merchandise di ogni tipo: stiamo parlando del capolavoro di Takeuchi Naoko, cioè Bishōjo Senshi Sailor Moon.

Un fenomeno inarrestabile degli anni ’90, divenuto all’epoca il preferito di tutte le bambine o ragazze che lo hanno vissuto. Signori, la regina delle maghette in abito da marinaretta è tornata!

Per celebrare il suo ventesimo anniversario, è uscito un remake che segue più fedelmente gli eventi del manga, chiamato Pretty Guardian Sailor Moon Crystal, uscito nel 2014 in giappone, e nel 2016 in italia, doppiato in italiano da Rai Gulp.

Dragon Ball

Un titolo che non ha bisogno di presentazioni.

Come molti di voi già sapranno (e magari anche già visto), l’anime più famoso di tutti i tempi ha fatto anch’esso il suo ritorno nell’era contemporanea.

La prima serie uscì nel lontano 1986, seguita poi dalla più conosciuta Dragon Ball Z nel 1989.

Da allora, Goku è riuscito a salvare il mondo innumerevoli volte e ad affascinarci altrettante ogni qualvolta ci riusciva, coinvolgendoci ad alzare tutti le braccia al cielo per lui. Siete pronti per alzarle ancora una volta?

Perché nel sequel uscito nel 2015, Dragon Ball Super, Goku avrà ancora bisogno di voi!

Digimon

Come dimenticarsi la controparte di Pokémon, uscita praticamente nello stesso periodo: Digimon.

Originariamente ispirati dai Tamagotchi, sono state create varie serie animate, manga, videgiochi, giochi di carte e merchandise di ogni genere. 

La prima stagione dell’anime risale al 1999, e da allora il brand ha avuto diverse serie alternative, che si sono susseguite negli anni. Cosa lo rende allora un titolo idoneo per entrare in questa lista?

Il fatto che dal 2015 siano usciti ben sei film, chiamati Digimon Adventure Triche proseguono le avventure di Taichi, Yamato, Sora, Izumi, Mimi e Jō, i protagonisti della prima e storica serie dei Digimon.

In più, è da poco stato annunciato una nuova serie in uscita nel 2020 intitolata Digimon Adventure.

Saint Seiya

I nostri cinque cavalieri erano già tornati a far parlare di sé, grazie al film riadattamento della serie animata uscito nel 2014, La leggenda del grande tempio.

Il film in questione riassumeva e rielaborava parte della storia della prima stagione, ma non era esattamente né un remake, né un sequel.

Nel 2019, Netflix ha annunciato che Pegasus e compagnia sarebbero tornati ancora una volta sui nostri schermi, con il nuovo remake completamente in computer grafica Knights of the Zodiac: Saint Seiya, la prima storica serie che guardavamo in tv da piccoli.

Al momento non è ancora disponibile, ma l’attesa durerà poco: il primo episodio è stato programmato per il 19 luglio.

Guru Guru

Come ultima entry di questa lista abbiamo Guru Guru: Il girotondo della magia, una serie che io adoravo da bambino, ma che non sono sicuro chiunque si ricordi.

La serie è stata una delle prime opere fantasy ad avere componenti da videogame: Stat, PM, HP e tutto il resto.

La prima messa in onda risale al 1994 in Giappone e al 2001 da noi. Per i (probabilmente) pochi eletti che ne sentivano la mancanza, o volessero ridere ancora una volta con le gag dei due giovani avventurieri, ecco dalla Nippon Animation, Magical circle: Guru Guru, uscito nel 2017.

Erano serie che vi mancavano? Preferivate altro o siete contenti che queste serie del passato siano tornate?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

One-Punch Man: lo schiaffo allo shōnen

Roma incontra il mondo