in

7 orfani negli anime che hanno sconfitto la sorte

7 orfani degli anime che hanno sconfitto la sorte

Molti personaggi appartenenti al mondo degli anime e dei manga sono orfani. Però, nonostante questa situazione che per molti potrebbe risultare scoraggiante, se non addirittura traumatica, i nostri eroi riescono quasi sempre, a superare le avversità per raggiungere quello che hanno sempre desiderato: una vita felice. Insomma, un grande insegnamento per tutti noi: grazie alla forza di volontà si può rovesciare una situazione apparentemente avversa. Quindi, perché non prendere questi 7 personaggi come esempio?

Emma – The Promised Neverland

orfani negli anime: The Promised Neverland

Eroina della serie rivelazione The Promised Neverland, Emma nasce e cresce per diventare cibo per demoni. Il suo è un mondo davvero terrificante e crudele. Persino gli adulti che lei ammira maggiormente, non fanno altro che preparare lei e la sua famiglia a diventare cibo di alta qualità. A dispetto della sua giovane età e delle scarse probabilità di riuscita, Emma cercherà in tutti i modi di salvare la sua famiglia dall’atroce destino che li attende. Agile, pragmatica e arguta, sarà proprio la sua fede incrollabile a garantire un futuro ai bambini del Grace Field House?

Natsu Dragneel – Fairy Tail

orfani negli anime: Fairy Tail

Natsu è così attaccato alla vita anche se è già morto una volta. Chiamatelo pure colpo di fortuna, ma è proprio grazie a suo fratello Zeref che otterrà questa seconda possibilità. Però questa concezione ha un prezzo: dovrà imparare tutto daccapo, perfino le funzioni più basilari come parlare. Riesce addirittura a diventare amico con un potente drago chiamato Igneel, instaurando così un rapporto che gli darà la possibilità di incontrare i suoi futuri amici e compagni maghi della gilda di Fairy Tail.

Naruto Uzumaki – Naruto

Naruto

Naruto rimase orfano proprio nel giorno della sua nascita, quando i suoi genitori sacrificarono la loro vita per proteggerlo da Tobi e dal Nove Code, ormai in libertà. La vita per il nostro eroe è molto difficoltosa: dentro di lui è sigillata una parte del potere del demone che uccise i suoi genitori, e distrusse il villaggio. Per questo è temuto ed odiato da buona parte degli abitanti di Konoha. Nonostante tutto, Naruto crede di poter realizzare grandi cose, e per questo non si arrenderà così facilmente.

Mikasa Ackerman – Attack on Titan

orfani negli anime: Attack on Titan

Sebbene quasi tutti i protagonisti di Attack on Titan siano orfani, la sua storia è molto diversa da quella dei suoi compagni. Mikasa rimase sola molto prima di entrare nel Corpo di Ricerca, e i suoi genitori non furono uccisi dai Giganti, bensì da altri umani. Fu l’intervento, quasi divino,di Eren e suo padre a salvarla da una vita di schiavitù nella capitale. Da allora, Mikasa svilupperà una personalità altamente protettiva nei confronti dei suoi amici. Particolarmente fedele a Eren, la sua incredibile forza sarà decisiva per i successi del Corpo di Ricerca.

Rin Okumura – Blue Exorcist

Rin

Il padre di Rin è Satana in persona, e come ci si aspetterebbe i 2 non hanno nessun rapporto familiare. Rin e suo fratello gemello, rimasero orfani dopo che la loro madre venne giustiziata a causa della sua relazione con Satana. I fratelli Okumura vengono così cresciuti da un amico di famiglia. Un’adolescenza così squilibrata, e una situazione familiare molto particolare, porterebbe la maggior parte degli adolescenti a una vita di crimini e sregolatezza. Ma non Rin! Sorvolando sulla sua indole attaccabrighe, Rin dedica le proprie forze per sorpassare il gemello e diventare un potente esorcista, e perché no? Sconfiggere Satana.

Shirou Emiya – Fate/State Night

Shirou

La sua intera vita andò letteralmente in fiamme. La sua casa, i suoi genitori, e per poco quasi lui stesso. Fortunatamente, incrocia il suo cammino con Kiritsugu Emiya, che lo salva e gli tramanda l’abilità magica di rafforzamento e il senso per la giustizia prima di morire egli stesso. Malgrado il passato di Shirou sia ricco di traumi, riesce a voltare pagina affinando gli insegnamenti del padre adottivo e trovando modi per rendersi utile per chi lo circonda. Nonostante venga considerato un mago di scarto, riesce comunque a farsi strada nella guerra del Santo Graal, e grazie alla sua immensa forza di volontà, riesce a far diventare la sua unica tecnica, la sola di ci abbia bisogno per conquistare la vittoria.

Tohru Honda – Fruit Basket

orfani negli anime: Fruit Basket

Quando incontriamo per la prima volta la nostra eroina, Tohru vive in una tenda nei dintorni della proprietà dei Sohma. Dopo che la madre vedova muore in un incidente stradale, e non volendo convivere oltre con la sua famiglia allargata, finge di andare a vivere con degli amici. Tohru è una ragazza molto empatica, che si preoccupa molto più degli altri che di se stessa. Infatti non è minimamente scoraggiata dal dover dormire all’aperto ogni notte. Sarà proprio il suo carattere solare ad aiutarla durante la convivenza con gli Sohma.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Yokai negli anime - Il Nekomata

Yokai negli anime (pt.1) – Il Nekomata

Il cambiamento di Garou: censura o riferimenti culturali?