in ,

10 manga yuri davvero realistici

scena yuri

Che vi piaccia o no, i manga yuri abbondano di cliché stracolmi di puro fan service. Fin troppo spesso la storia è interamente incentrata sulle vicende amorose tra i personaggi principali, sacrificando così tutti gli altri. Anche lo sviluppo della trama è dato in pasto al ben più acclamato motto: “ma siamo entrambe delle ragazze!”.

I seguenti dieci titoli, tra manga e manhwa appartenenti al genere yuri, offrono una preziosa visione dell’identità lesbica e delle tendenze sociali che influenzano le relazioni tra donne in Giappone. Sono prodotti e storie che veicolano un’immagine realistica della già citata situazione giapponese.

➡️ Ti potrebbe interessare: Pastori cristiani provano a censurare un manga yuri

Octave

Octave

Octave è un classico tra i fan del genere yuri ed è anche molto facile capirne il motivo. Segue la storia di Yukino, una pop star fallita che lavora in un’agenzia di talenti per sbarcare il lunario. In principio, si innamora di Setsuko, un’altra oramai ex star. Yukino è in continua lotta con depressione e insicurezze. Nel frattempo, si occupa anche dell’incapacità di familiari e amici di accettare la persona che ama.

Anche se la relazione tra Yukino e Setsuko sembra inizialmente affrettata, lo sviluppo profondo dei personaggi e la rappresentazione realistica della loro intimità conferiscono alla storia un flusso naturale. Davvero avvincente!

Aoi Hana

Aoi Hana

Uno degli adattamenti animati yuri più apprezzati, Aoi Hana è ancora più un capolavoro come manga. La serie segue Fumi e Akira, due amiche d’infanzia che si ritrovano in età adolescenziale. Fumi è molto timida, ha già fatto i conti con la sua sessualità e un cuore spezzato, mentre Akira è più estroversa e non si è ancora innamorata.

Attraverso un sottile sviluppo di tutti gli elementi che prendono parte alla narrazione, Aoi Hana cattura l’adolescenza delle ragazze in questione e la trasforma in un bellissimo racconto di formazione.

Omoi no Kakera

Omoi no Kakera

La capacità di Jin Takemiya di trarre materiale dall’esperienza personale l’ha portata a diventare una delle scrittrici femminili più riconosciute nella scena dei manga yuri. Omoi no Kakera cattura autenticamente l’esperienza lesbica attraverso la storia di Mika.

Fiduciosa della sua sessualità, si innamora di donne più grandi di lei e fa amicizia con un compagno di classe gay. Il risultato è una storia realistica con complessi personaggi che ben evidenziano le tendenze della società.

Liberty

Liberty

Una serie più recente e ancora in corso è Liberty, illustrata da Moto Momono. Il manga racconta la storia di Honjo Maki, una scrittrice lesbica di sceneggiature per videogiochi. Liz, la cantante della band Liberty, inizia ad affezionarsi a lei. Le cose si prospettano interessanti quando Liz si presenta sul posto di lavoro di Honjo per cantare il tema di apertura del loro ultimo gioco. Man mano che il manga si sviluppa, Honjo si innamora perdutamente di Liz.

Sebbene Liberty sia più spensierato rispetto ad alcuni altri titoli di questa lista, riesce ad affrontare l’argomento dell’omosessualità in Giappone senza incappare in luoghi comuni presenti già nella maggior parte dei manga yuri.

Moonlight Flowers

Moonlight Flowers

Moonlight Flowers è una scoperta rara e oltremodo sottovalutata. Le vicende seguono Sahoko, la futura sposa di un uomo d’affari, che si innamora di Karou, la proprietaria di un negozio di fiori.

In tutto il manga, Sahoko ha a che fare con abusi, sessismo e omofobia. Pubblicato nel 1989, Moonlight Flowers offre un audace commento sul ruolo della donna nella società giapponese ed è un must per tutti i fan dei manga yuri.

Indigo Blue

Indigo Blue

Uno dei pochi manga yuri che mette in gioco un personaggio bisessuale è Indigo Blue. Rutsu è una donna che sta uscendo con il suo editore, ma poi si innamora di una fan a cui piacciono solo altre donne. Iniziano così una frequentazione.

La scrittura dell’opera pone l’accento sull’intero sviluppo di questa relazione e affronta la propensione della protagonista ad amare sia donne che uomini. Indigo Blue è unico in quanto la bisessualità di Rutsu non cambia le emozioni che prova verso il suo eventuale partner – femmina o maschio che sia.

Philosophia

Philosophia

Scritto dalla mangaka Shuninta Amano, Philosophia è una lettura avvincente che mette in evidenza la progressione naturale di una relazione nata in ambito universitario. Ai è una studentessa attratta dalla sua compagna di classe Tomo. Si lega così a lei. Il tempo passato insieme le fa realizzare, infine, che si sta innamorando.

Con il suo tragico epilogo, Philosphia non è un manga adatto a chi non ami la drammaticità. La sua rappresentazione realistica dell’amore giovanile lascia il lettore soddisfatto.

What Does The Fox Say?

What does the fox say?

Sebbene What Does The Fow Say? non sia un manga, è difficile ignorare la rappresentazione matura di questo popolare manhwa che tratta di appuntamenti sul posto di lavoro. Un’impiegata, Seongji, si innamora della sua team manager apertamente lesbica, Sumin. Il loro percorso verso il romanticismo è segnato da conflitti, imbrogli e segreti. Sumin combatte aspramente con i suoi sentimenti per Seongji e la sua ex ragazza e manager, Seju.

Nonostante la trama a volte sia complicata, riesce a catturare le difficoltà insite negli appuntamenti tra adulti, con l’ulteriore complicazione di dover nascondere una relazione perché non è convenzionale.

Lonely Wolf, Lonely Sheep

Lonely wolf, lonely sheep

In Lonely Wolf, Lonely Sheep, due pazienti ospedalieri realizzano di condividere lo stesso nome, Imari, e quasi la stessa data di nascita. Tuttavia, prima che possano avvicinarsi, dovranno superare le loro insicurezze e imparare ad aprirsi l’un l’altra.

Lonely Wolf, Lonely Sheep vaglia topic alquanto sottili come l’autolesionismo e l’omofobia, senza però trattarli con pesantezza. Vittima del bullismo, Imari impara ad accettare la sua sessualità attraverso il sostegno fornitole, in una storia che risuona familiare per chiunque abbia dovuto imparare l’amor proprio prima di poter amare qualcun altro.

Sasameki Koto

Sasameki Koto

Fanalino di coda della lista, Sasameki Koto è un manga commovente che ci ricorda che lo yuri può essere anche divertente. Scritto da Takashi Ikeda, cattura la sensazione fin troppo familiare di un amore non corrisposto.

Sumika è una liceale che ama la sua migliore amica Ushio. La relazione tra i due personaggi principali non si sviluppa istantaneamente, perché Sumika non è il tipo ideale di Ushio e Ushio, a sua volta, non sa che a Sumika piacciono le ragazze. Il manga è colmo di momenti agrodolci e finali lieti che sfidano i luoghi comuni a pieno viso.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

“Appartamento Evangelion”: sogno o realtà?

L’Istituto Giapponese di Cultura a Roma